Yeshe Tsogyal

Yeshe Tsogyel (IPA: [jɛ-ˈʃɛɪ-ˌʦo-cɛl-cɛl], fa rima con "può dirlo forte") è anche conosciuto nella tradizione Nyingma del buddismo tibetano come la Grande Regina della Beatitudine. È sia una donna che una divinità femminile chiamata dakini.

Visse dal 757 al 817, e fu la moglie dell'imperatore Trisong Detsen (740 - 798 circa) che invitò Padmasambhava in Tibet:

Dalla bocca di un loto è nato

La dea veloce, eroica liberatrice

Chi è andato avanti in forma umana

Tra le montagne innevate del Tibet.

Tra i tibetani è vista come un Buddha che prende la forma di una donna comune per essere vista dalla persona media, "che, per il momento, non vede la sua forma Vajravarahi come una divinità pienamente perfezionata". In effetti,

Lei mostra qualsiasi forma di emanazione possa domare

Ogni dato [persona], proprio come, ad esempio, la luna piena nel cielo

Emerge come [varie] riflessioni in diversi recipienti d'acqua.

Secondo la leggenda è nata nello stesso modo del Buddha, un mantra sanscrito che suona come se sua madre avesse partorito senza dolore. È considerata una reincarnazione della madre del Buddha. Il suo nome ("Primordial (ye) Wisdom (shes) Queen (rgyal mo) of the Lake (tso)") deriva dalla sua nascita, causando il raddoppio di un lago vicino.

Si dice che da giovane abbia pregato per la felicità di tutti gli esseri senzienti. A sedici anni è stata iniziata al buddismo dal guru Padmasambhava. Sebbene in origine fosse una delle consorti della regina di Trisong Detsen, egli la diede a Padmasambhava e lei divenne la sua principale consorte spirituale. Dopo molti anni di studio divenne illuminata. Yeshey Tsogyal fu la persona principale che scrisse e raccolse gli insegnamenti di Padmasambhava. Lei ha anche terma la maggior parte degli insegnamenti nascosti chiamati termas.

Come moglie di Tri-song-day-tsen e consorte di Padmasambhava, consegnatagli su sua richiesta dal re, si trova anche lei storicamente all'inizio dell'eclissi del buddismo di Bön in Tibet. Anche lei è considerata una manifestazione di Sarasvati e talvolta identificata con il Bodhisattva Tara.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3