Wilfred Owen

Wilfred Edward Edward Salter Owen MC (18 marzo 1893 - 4 novembre 1918) è stato un poeta e soldato inglese, uno dei principali poeti della prima guerra mondiale.

Owen è nato nello Shropshire e ha avuto tre fratelli, due fratelli e una sorella. Quando era molto piccolo, la famiglia si trasferì a Birkenhead, dove andò a scuola. Più tardi frequentò la scuola tecnica di Shrewsbury. Anche se ha superato gli esami necessari per andare all'università, non ha potuto andarci perché i suoi genitori non potevano permettersi la retta. Prima della guerra, lavorò come assistente di un vicario, e poi andò in Francia per insegnare inglese ai figli di una famiglia francese. Circa un anno dopo lo scoppio della guerra, si arruolò nell'esercito come ufficiale minore, e alla fine fu rimandato in Francia con il reggimento di Manchester nel 1916.

Le condizioni delle truppe sul fronte occidentale erano molto dure, e Owen ha subito diverse brutte esperienze che lo hanno portato ad essere considerato inadatto a continuare a combattere. Fu mandato al Craiglockhart War Hospital di Edimburgo per essere curato da uno psichiatra. Mentre si trovava lì, scrisse poesie e divenne direttore della rivista dell'ospedale, che si chiamava The Hydra. Poco dopo, un poeta più noto, Siegfried Sassoon, di nome Siegfried Sassoon, arrivò all'ospedale come paziente, e i due divennero grandi amici. Sassoon aiutò Owen a migliorare la sua scrittura e lo introdusse ad altri scrittori ed editori. Sebbene Sassoon avesse protestato pubblicamente contro la guerra, si stancò presto della vita in ospedale e tornò in Francia per continuare a combattere. Nel frattempo, a Owen fu dato un lavoro nel Deposito del Comando Nord di Ripon, dove non dovette combattere.

Quando Owen era considerato abbastanza in salute da poter tornare a combattere, i suoi amici erano molto preoccupati per lui. Passò un pomeriggio con Siegfried Sassoon, che era stato mandato a casa dopo essere stato gravemente ferito; Sassoon cercò di persuadere Owen a non tornare indietro, ma Owen aveva poca scelta. Tornò in Francia nel luglio 1918.

Forse perché in precedenza era stato accusato di essere un codardo, Owen era determinato a dimostrare quanto potesse essere un buon soldato. Il 1° ottobre 1918 guidò i suoi uomini in un attacco vicino al villaggio di Joncourt, e il suo coraggio fu riconosciuto dal fatto di essere stato insignito della Croce Militare. Poco dopo, però, mentre cercava di attraversare il canale della Sambre con i suoi uomini, fu ucciso. Morì a 25 anni, solo una settimana prima della fine della guerra.

Owen non si è mai sposato e si pensa che sia stato omosessuale, anche se non ci sono prove che lo dimostrino.

Poesie

Due delle sue poesie più famose sono Inno per la gioventù condannata e Dulce et decorum est, che prende in prestito una frase di Orazio.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3