Wired (rivista)

Wired (chiamato WIRED) è una rivista scritta in inglese. Viene distribuita ai lettori una volta al mese. Mettono anche le loro edizioni su Internet, sul loro sito web. I loro scrittori scrivono di politica, economia e di come la nuova tecnologia cambia la cultura. La rivista appartiene a una società chiamata Condé Nast, e ha il suo quartier generale a San Francisco, California.

Hanno altri tipi della loro rivista come Wired UK, Wired Italia, ecc. Nei loro primi "colophon", dicevano che un canadese chiamato Marshall McLuhan era il loro "santo patrono". Quando iniziò, l'influenza sugli editoriali della rivista era più forte sulle cose "tecno-utopiche".

C'è un paywall sul sito web, che è di 20 dollari all'anno. Durante il periodo in cui Condé Nast possedeva la rivista, Wired News si occupava del sito web.

Storia

La rivista è stata fondata da un giornalista di nome Louis Rossetto e dalla sua amica Jane Metcalfe, insieme a Ian Charles Stewart, nel 1993. Nei primi tempi, erano sostenuti da un imprenditore di software di nome Charlie Jackson e da un accademico di nome Nicholas Negroponte del MIT Media Lab, che è stato editorialista per sei anni (fino al 1998) e ha scritto il libro Being Digital. I designer fondatori erano John Plunkett e Barbara Kuhr (Plunkett+Kuhr), iniziando con una versione del 1991 e continuando per i primi cinque anni della loro rivista, 1993-98.

Wired, che disse che era "il Rolling Stone della tecnologia", si presentò alla conferenza Macworld il 2 gennaio 1993., ottenne successo al suo lancio, fu amato da molti per la sua visione, originalità, innovazione, e impatto culturale. [] Nei suoi primi quattro anni, la rivista guadagnò due National Magazine Awards per l'eccellenza generale e uno per il design.

L'editore esecutivo fondatore di Wired, Kevin Kelly, una volta era un editore del Whole Earth Catalog e della Whole Earth Review e portò con sé alcuni scrittori collaboratori di quelle pubblicazioni. Sei scrittori del primo numero di Wired (1.1) avevano fatto storie per Whole Earth Review, con lo scrittore più famoso che era Bruce Sterling (che era evidenziato sulla prima copertina) e Stewart Brand. Altre persone che contribuiscono a Whole Earth sono state anche mostrate nella rivista, tra cui William Gibson, che è stato mostrato sulla copertina di Wired nel suo primo anno e il suo articolo "Disneyland con la pena di morte" nel numero 1.4 ha portato alla proibizione della pubblicazione a Singapore.

Edificio cablato situato a San Francisco
Edificio cablato situato a San Francisco


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3