William Hague

William Jefferson Hague, Barone dell'Aia di Richmond (pronunciato HAIG; nato il 26 marzo 1961) è un politico britannico. È stato ministro degli Esteri e primo segretario di Stato. È stato il leader del Partito conservatore dal giugno 1997 al settembre 2001. È stato membro del Parlamento della circoscrizione di Richmond (York) nella Camera dei Comuni del Regno Unito.

William Hague è nato a Rotherham nel West Riding of Yorkshire, Inghilterra. Ha guadagnato l'attenzione nazionale per la prima volta quando ha parlato alla conferenza del Partito conservatore del 1977 all'età di 16 anni. Ha studiato all'Università di Oxford. L'Aia è diventato membro del Parlamento in occasione di un'elezione suppletiva nel 1989. Nel 1995, William Hague è stato nominato Segretario di Stato per il Galles fino al 1997, quando i conservatori hanno perso le elezioni generali. Nel 1997 è stato eletto leader del Partito conservatore. In seguito alla sconfitta dei conservatori nelle elezioni generali del 2001, si dimise dall'incarico e gli successe Iain Duncan Smith.

Ha poi scritto le biografie di William Pitt il Giovane e William Wilberforce. Nel 2005, quando David Cameron è diventato il leader del Partito conservatore, l'Aia è stato nominato Segretario degli Esteri ombra e Segretario di Stato.

L'Aia è diventata Segretario agli Esteri dopo le elezioni del 2010 nel governo della coalizione liberaldemocratica conservatrice. Tra le questioni in cui è stato coinvolto, la primavera araba, la guerra civile siriana e la crisi in Crimea. L'Aia ritiene che il presidente siriano Bashar al-Assad debba essere rimosso dal potere, e il governo Cameron voleva aiutare l'opposizione con attacchi aerei nel 2013, ma il Parlamento non è stato d'accordo e i piani non sono andati avanti. L'Aia non si è candidata per la rielezione alle elezioni del 2015 e si è in gran parte ritirata dalla politica dopo di allora. È stato nominato membro della Camera dei Lord come barone dell'Aia di Richmond, dove oggi è membro.

Premi

  • Premio "Parlamentare dell'anno" dello Spettatore (1998)
  • Libro di storia dell'anno nei British Book Awards 2005, per William Pitt il Giovane
  • Premio "Discorso dell'anno" dello Spectator (2007)
  • Il Trustees Award ai Longman/History Today Awards 2008
  • Eletto membro della Royal Society of Literature (2009)

AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3