Fenrir

Nella mitologia norrena, Fenrir (in norreno antico: "colui che abita nelle paludi"), noto anche come Fenrisúlfr (in norreno antico: "il lupo di Fenrir"), o Vanargand ("Mostro del fiume Van"), è un lupo gigante e mostruoso, figlio di Loki e della gigantessa Angrboða, e fratello di Hel e Jörmungandr.

Fenrir era legato dagli dei, ma era destinato a liberarsi dai suoi legami e a divorare Odino durante il Ragnarök, dopo di che viene ucciso dal figlio di Odino, Víðarr.

Fenrir ha due figli, Hati ("odio") e Skoll.

Secondo l'Edda, Fenrisulfr morde la mano di Týr (John Bauer, 1911)
Secondo l'Edda, Fenrisulfr morde la mano di Týr (John Bauer, 1911)

La leggenda di Fenrir

Odino venne a sapere da una profezia che i figli di Loki e Angora avrebbero causato problemi agli dei. Fece portare da lui Fenrir insieme a suo fratello Jörmungandr e sua sorella Hel.

Dopo aver gettato Jörmungandr nel mare e aver mandato Hel nella terra dei morti, Odino fece crescere il lupo tra gli Æsir. Solo il dio Týr fu abbastanza coraggioso da nutrire il mostro che cresceva. Il lupo divenne sempre più forte. Gli dei avevano paura che alla fine li avrebbe distrutti. Cercarono di incatenarlo. Accettò di essere incatenato due volte. Entrambe le volte ruppe facilmente le catene.

Odino fece fare ai nani la catena Gleipnir ("ingannatore" o "impigliatore"). Sembrava un nastro di seta ma era fatta di sei ingredienti magici: il suono del passo di un gatto, la barba di una donna, le radici di una montagna, la sensibilità di un orso, il respiro di un pesce e lo sputo di un uccello.

Gli dei sfidarono Fenrir a rompere anche questa catena. Il lupo vide quanto fosse sottile e ben fatto Gleipnir e pensò che fosse un trucco. Accettò di provare a rompere la catena, ma solo se uno degli dei avrebbe messo la sua mano nella bocca del lupo. Credeva che questo li avrebbe costretti a liberarlo se non fosse riuscito a spezzare la catena. Solo Týr era disposto a mettere la mano nella bocca del lupo. Fenrir cercò di spezzare la catena. Più ci provava, più la catena lo stringeva. Quando gli dei non lo liberarono, il lupo morse la mano di Týr al polso.

Si dice che a Ragnarök il lupo si libererà. Si unirà ai nemici degli dei e poi mangerà Odino. Dopo di che Viðarr, il figlio di Odino, ucciderà il lupo per vendicare la morte del padre.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2021 - License CC3