Yomi

Yomi (黄泉), la parola giapponese per gli inferi in cui orribili creature sorvegliano le uscite. Secondo la mitologia scintoista, come si racconta a Kojiki, è qui che i morti vanno a esistere e marciscono per sempre. Quando si mangia nel focolare di Yomi è impossibile tornare nella terra dei vivi. Yomi è simile all'Ade o all'Inferno. Nella tradizione scintoista, Yomi è conosciuta perché Izanami si è ritirata in quel luogo dopo la sua morte. Izanagi la seguì lì e al suo ritorno si lavò, creando Amaterasu, Susanoo e Tsukuyomi. (Vedi la mitologia giapponese).

Yomi è diverso dall'inferno cristiano in quanto tutte le anime vi si recano, indipendentemente dalle loro azioni nella vita; e non si ricevono punizioni per i mali fatti da vivi. È un luogo sporco e inquinato. Nella tradizione giapponese, l'inquinamento è di solito associato al male. Secondo la tradizione di Kojiki, Yomi è solitamente considerata un luogo sotterraneo, e il suo ingresso si trova nella provincia di Izumo.

Yomi è governata da Izanami no Mikoto, la Grande Divinità di Yomi (Yomotsu-Ōkami 黄泉大神). Secondo Kojiki. L'ingresso di Yomi è stato bloccato da Izanagi quando è tornato sulla Terra, utilizzando un grande masso (Chibiki-no-Iwa 千引の岩) alla base del pendio che porta a Yomi (Yomotsu Hirasaka 黄泉平坂).

天瓊を以て滄海を探るの図. Pittura di Eitaku Kobayashi (periodo Meiji). Izanagi a destra; Izanami, sovrano di Yomi, a sinistra.
天瓊を以て滄海を探るの図. Pittura di Eitaku Kobayashi (periodo Meiji). Izanagi a destra; Izanami, sovrano di Yomi, a sinistra.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3