2014 Disordini a Ferguson

Il 10 agosto 2014, il giorno dopo le riprese di Michael Brown, un diciottenne afroamericano di 18 anni, sono iniziate le proteste a Ferguson, nel Missouri. Sono durate più di due settimane.

Il 10 agosto è iniziata pacificamente una giornata di commemorazioni. Tuttavia, dopo una veglia serale a lume di candela, sono iniziati i saccheggi.

Il 13 agosto sono stati arrestati il giornalista del Washington Post Wesley Lowery e il giornalista dell'Huffington Post Ryan Reilley.

In totale sono state arrestate 212 persone. Il presidente Barack Obama ha detto che la maggior parte dei manifestanti a Ferguson erano pacifici.

A un evento di beneficenza, il rapper Nelly ha portato la folla a cantare insieme a lui "Mani in alto, non sparare".

Il 19 agosto, a due miglia da Ferguson, un venticinquenne afroamericano, Kajieme Powell, è stato ucciso da due agenti di polizia. Altre sei persone sono state ferite.

Il 20 agosto, il tenente della polizia di St. Ann, Ray Albers, è stato sospeso per aver puntato un fucile d'assalto semiautomatico contro un manifestante pacifico la sera prima.

La polizia ha creato una "zona di protesta organizzata" a Ferguson.

Il 26 agosto è stato il #HandsUP Global Day of Action.

Il 28 agosto è stata intentata una causa da cinque persone contro il capo della polizia di Ferguson, Thomas Jackson, il capo della polizia della contea di St Louis, Jon Belmar, l'agente Justin Cosma e diversi agenti che non sono stati nominati. Alcune centinaia di persone hanno tenuto un comizio a West Florissant Avenue il 30 agosto.

Un memoriale per Brown è stato bruciato. Dopo l'accaduto ci sono state altre proteste. Sette persone sono state arrestate. Il memoriale è stato fatto di nuovo. Il 13 ottobre Cornel West è stato arrestato durante una protesta pacifica.

Reazioni

La Corea del Nord ha definito gli Stati Uniti un "cimitero dei diritti umani".


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3