Fritz Reuter

Fritz Reuter (7 novembre 1810-12 luglio 1874) era uno scrittore tedesco. Nacque a Stavenhagen nel Meclemburgo-Schwerin.

Nel 1831 Reuter iniziò a studiare all'Università di Rostock e nel 1832 andò all'Università di Jena. A Jena entrò a far parte di una Burschenschaft (club studentesco nazionalista). Nel 1833 fu arrestato a Berlino dal governo prussiano. Non potevano che provare che aveva indossato i colori del club, ma fu condannato a morte per alto tradimento. Il re Federico Guglielmo III di Prussia lo trasformò in prigione per trent'anni. Nel 1838 fu mandato in una prigione nel Meclemburgo-Schwerin, e passò due anni nella fortezza di Dömitz. Reuter fu liberato nel 1840, quando Federico Guglielmo IV divenne re di Prussia.

Dopo il suo rilascio dalla prigione, Reuter ha ricominciato a studiare legge all'Università di Heidelberg, ma è dovuto partire e tornare a Stavenhagen per aiutare a gestire la fattoria del padre. Quando suo padre morì, abbandonò l'agricoltura e nel 1850 divenne insegnante privato in un piccolo paese allora chiamato Treptow-an-der-Tollense in Pomerania. Qui sposò Luise Kunze, figlia di un pastore del Meclemburgo.

Il primo libro di Reuter è stato scritto in basso tedesco. Fu pubblicato nel 1853. Tre anni dopo Reuter decise di abbandonare l'insegnamento per diventare uno scrittore, così lasciò Treptow e si trasferì a Neubrandenburg.

Ut de Franzosentid e Ut mine Stromtid sono i migliori libri di Reuter. In essi descrive gli uomini e le donne che ha conosciuto nei villaggi e nelle fattorie del Meclemburgo. Ut de Franzosentid è ambientato al tempo della lotta contro Napoleone. Ut mine Stromtid descrive il movimento rivoluzionario del 1848.

Nel 1863 Reuter si trasferì da Neubrandenburg a Eisenach e qui morì il 12 luglio 1874. Nei libri che scrisse a Eisenach non erano così buoni come i suoi scritti precedenti.

Fritz Reuter
Fritz Reuter

Fritz-Reuter-Literaturmuseum, Stavenhagen
Fritz-Reuter-Literaturmuseum, Stavenhagen

AlegsaOnline.com - 2020 - License CC3