Caldera di Santorini

La caldera di Santorini è una grande caldera per lo più sommersa. Si trova in Grecia, nel sud del Mar Egeo, 120 chilometri a nord di Creta. Visibile sopra l'acqua è il gruppo circolare delle isole di Santorini.

La caldera misura circa 12 per 7 km (7,5 per 4,3 mi), con scogliere ripide alte 300 m (980 ft) su tre lati. Ci sono due piccole isole vulcaniche al centro della caldera, Nea ("Nuova") Kameni e Palea ("Vecchia") Kameni. L'isola principale, Santorini ha una superficie di 75.8 km2 (29.3 sq mi) km2.

La straordinaria bellezza delle alte pareti di Santorini, drappeggiate da villaggi imbiancati, combinata con un clima soleggiato e un'aria limpida, l'hanno resa una calamita per turisti e vulcanologi.

La caldera di Santorini dall'alto.
La caldera di Santorini dall'alto.

Geologia

Il complesso vulcanico di Santorini è la parte più attiva dell'arco vulcanico dell'Egeo meridionale. Questo segna la subduzione della placca tettonica africana sotto la parte egea della placca tettonica eurasiatica, ad una velocità fino a 5 cm all'anno in direzione nord-est. Ha terremoti a profondità di 150-170 km.

Le rocce non vulcaniche sono esposte a Santorini sul Monte Profitis Ilias, Mesa Vouno, la cresta di Gavrillos, Pirgos, Monolithos e il lato interno della parete della caldera tra Capo Plaka e Athinios.

Le isole Kameni al centro della caldera sono fatte di rocce laviche.

L'arco vulcanico dell'Egeo meridionale comprende i vulcani di Methana, Milos, Santorini e Nisyros.
L'arco vulcanico dell'Egeo meridionale comprende i vulcani di Methana, Milos, Santorini e Nisyros.

Vulcanologia

La caldera è composta da vulcani a scudo sovrapposti, tagliati da almeno quattro caldere parzialmente sovrapposte, di cui la più antica caldera meridionale si è formata circa 180.000 anni fa. La successiva caldera di Skaros si è formata circa 70.000 anni fa, e la caldera di Capo Riva circa 21.000 anni fa. L'attuale caldera si è formata circa 3600 anni fa durante l'eruzione minoica.

Palea Kameni e Nea Kameni si sono formati come risultato di eruzioni multiple, inizialmente sottomarine, al centro della caldera.

Anche se dormiente, Santorini è un vulcano attivo. Numerose eruzioni minori e medie, principalmente effusive, hanno costruito gli scudi di lava di colore scuro di Nea e Palea Kameni all'interno della caldera.

L'ultima eruzione risale al 1950 e ora escono solo fumo e gas. Gli strumenti GPS hanno registrato una nuova deformazione intorno alla caldera nel 2011 e 2012.

L'enorme eruzione minoica di Santorini nel XVII secolo a.C. potrebbe aver ispirato la leggenda di Atlantide. È stato valutato 7, il punteggio più alto per un'eruzione storica, nell'indice di esplosività vulcanica dello Smithsonian Global Volcanism Program.

La parete della caldera dell'isola di Santorini.
La parete della caldera dell'isola di Santorini.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3