Verulamium

Verulamium era un'antica città della Britannia romana. Si trovava nel sud-ovest della moderna città di St Albans nell'Hertfordshire.

Gran parte della città romana non è scavata, con la città moderna costruita sopra di essa. L'antica via Watling Street passava per Verulamium, che era una delle città più importanti della Gran Bretagna romana. Gran parte del sito e dei suoi dintorni è oggi un monumento antico in programma.

Prima dei Romani, era un insediamento della tribù dei Catuvellauni, che la chiamavano Verlamion. Fu tra i primi posti in Britannia registrati per nome.

Verulamium fu bruciato e la sua gente massacrata da Boudica degli Iceni nel 61 d.C. È stato trovato uno strato di cenere nera, a conferma della testimonianza scritta romana. La città fu ricostruita e si estese fino a circa 125 acri (0,51 km2) all'inizio del III secolo. Era difesa da un profondo fossato e da un muro.

È il luogo del martirio del primo santo martire britannico, Sant'Albano, che fu un patrizio romano convertito al cristianesimo.

Verulamium aveva un Foro Romano, una basilica e un teatro romano. Molto fu danneggiato dagli incendi del 155 e del 250 d.C. La città fu ricostruita in pietra invece che in legno almeno due volte nei 150 anni successivi. L'occupazione romana terminò tra il 400 e il 450.

Sono visibili alcuni resti della città romana, come parti delle mura, un ipocausto (sistema di riscaldamento) ancora in posizione sotto un pavimento a mosaico. I resti del teatro si trovano su un terreno appartenente al conte di Verulam. Altri resti si trovano sotto i vicini terreni agricoli e non sono mai stati scavati.

Resti delle mura della città
Resti delle mura della città

Teatro romano
Teatro romano

AlegsaOnline.com - 2020 - Licencia CC3