Whist

Il Whist è un classico gioco di carte inglese che si giocava ampiamente nel 18° e 19° secolo.

Il Whist è giocato da quattro giocatori. Giocano in due coppie con i partner seduti uno di fronte all'altro. I giocatori tagliano o pescano le carte per determinare i partner, con i due più alti che giocano contro i due più bassi. I giocatori poi tagliano per dare le carte. A differenza del bridge contrattuale, non c'è un processo dichiarativo. La briscola è decisa tagliando un mazzo di carte. Pertanto il gioco può essere giocato da persone che non sanno nulla delle dichiarazioni del bridge moderno.

Anche se le regole sono semplici, c'è spazio per il gioco scientifico. In origine era un gioco d'azzardo giocato nei club e nei caffè.



Fumetto del 1788 di James Gillray
Fumetto del 1788 di James Gillray

Una partita di whist. Nota i contatori del gioco d'azzardo
Una partita di whist. Nota i contatori del gioco d'azzardo

Un marcatore Whist del 19° secolo della British printing Co. De La Rue
Un marcatore Whist del 19° secolo della British printing Co. De La Rue

Edmond Hoyle
Edmond Hoyle

Storia

Il whist è un discendente del gioco di briscola o ruff del XVI secolo. Il gioco prende il suo nome dal XVII secolo whist (o wist, o whisk) che significa tranquillo, silenzioso, attento, che è la radice del moderno wistful.

Il whist è descritto per la prima volta da Charles Cotton nel suo The Compleat Gamester, pubblicato a Londra nel 1674. Appare di nuovo nel Seymour's Court Gamester del 1719, e sappiamo che il whist veniva giocato in alcuni caffè di Londra. Verso il 1728, un gruppo guidato dal primo Lord Folkestone giocò nel caffè Crown in Bedford Row, Londra. Cominciarono a sviluppare il suo potenziale come gioco di società.

Edmond Hoyle insegnò il gioco a giovani gentiluomini benestanti e pubblicò A Short Treatise on the Game of Whist nel 1742. Divenne il testo standard e le regole del gioco per i successivi cento anni e aiutò il gioco a diventare di moda. Ci sono più di 150 edizioni di questo piccolo libro.

Negli anni 1890, una variante conosciuta come bridge-whist divenne popolare. Si è evoluto per gradi fino a diventare auction bridge, e infine contract bridge alla fine degli anni 1920.

Il gioco tradizionale del whist è ancora giocato in eventi sociali chiamati whist drive.



Regole e galateo

Le regole sono come si gioca; il galateo è come i giocatori devono comportarsi.

Si usa un mazzo standard di 52 carte. Le carte di ogni seme sono classificate dal più alto al più basso: A K Q J 10 9 8 7 6 5 4 3 2. Il Whist è giocato da quattro giocatori, che giocano in due coppie con i partner seduti uno di fronte all'altro. I giocatori tagliano o pescano le carte per determinare i partner, con i due più alti che giocano contro i due più bassi. I giocatori poi tagliano per dare le carte.

È contro il galateo commentare le carte in qualsiasi modo. Non si può commentare la mano che è stata distribuita né la propria fortuna o sfortuna.



Il gioco delle carte

Molte idee di base nel gioco delle carte sono state scoperte dai giocatori di whist, e sopravvivono oggi nel bridge contrattuale. Un esempio è il finesse. Questo è un tentativo di vincere una presa con una carta più bassa della tua migliore. Per esempio: tenendo AQ73 nella mano di Sud, la coppia manca il K. Nord conduce una carta bassa, la mano successiva gioca basso e Sud gioca la Q. Se vince, è stata fatta una presa extra.

La segnalazione tra i partner per mezzo del gioco delle carte era ben compresa e utilizzata. Esempi sono: condurre la carta più alta in una sequenza, come K da KQJx, e anche condurre la quarta carta più alta da qualsiasi seme (che implica che hai uno o due onori superiori in quel seme). Nel 1834 Lord Henry Bentinck inventò il segnale "alto-basso", che incoraggia il partner a continuare il colore. Alcune idee avanzate erano note. Alexandre Deschapelles (1780-1847), un genio francese sia a carte che a scacchi, inventò un gioco ora conosciuto come il colpo Deschapelles. Si tratta del sacrificio di una carta di alto rango per entrare nella mano del partner.



Fischio duplicato

La tecnica di gestire eventi in cui tutti i giocatori seduti nella stessa direzione giocano le stesse carte è stata inventata per il whist. Un drive di whist duplicato ha piazzamenti N/S e piazzamenti E/W. I movimenti moderni per gli eventi di bridge contrattuale sono sviluppi di quel sistema di whist duplicato.

Il movimento di base fu inventato da John T. Mitchell, uno scozzese che si trasferì negli Stati Uniti. Egli inventò le tavole che tengono le carte, e il movimento per i drive del whist, negli anni 1890. Nel movimento Mitchell di base tutte le coppie N/S si siedono, mentre le coppie E/W si muovono di un tavolo verso l'alto ad ogni giro. Quando si muovono, le tavole scendono di un tavolo. L'effetto di questo è quello di dividere il torneo in due metà, ma i movimenti successivi possono evitare questo. Permettendo a molte coppie di giocare lo stesso set di board, è stato inventato il whist da torneo. L'idea, con varianti, è ancora usata oggi per i tornei di bridge.




AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3