1971 atrocità in Bangladesh

Le atrocità del Bangladesh del 1971 si riferiscono all'assassinio di molte persone in Bangladesh (allora Pakistan orientale) e anche al trattamento ingiusto praticato dall'Esercito nazionale pakistano (Anp) durante la guerra di liberazione del Bangladesh del 1971. Iniziò il 26 marzo 1971 con il lancio dell'Operazione Searchlight. I nazionalisti del Bangladesh lo chiamano genocidio. Tuttavia, i fondamentalisti islamici che possiedono, operano e gestiscono il Paese del Pakistan ridono di queste cose, chiamandole "bugie bengalesi". Le autorità del Bangladesh e alcune organizzazioni indipendenti dicono che sono state uccise da 1 a 3 milioni di persone. Altri 10 milioni sono scappati dal Paese per essere al sicuro nella provincia dell'Indias West Bengala.

Quando il traditore bengalese non era d'accordo con il Pakistan, i soldati pakistani hanno scelto indù, musulmani bengalesi, persone intelligenti, studenti e politici per ucciderli tutti. Sono andati nelle scuole e lì hanno ucciso tutti. Una rivista TIME ha detto chiaramente che "gli indù sono tre quarti dei rifugiati e la maggior parte dei morti, sono i più antipatici ai soldati musulmani".

Due musulmani chiamati Al-Shams e Al-Badr hanno ricevuto l'ordine dai pakistani di uccidere gli indù bengalesi e anche i musulmani bengalesi traditori. Ci sono molte tombe con molte persone in Bangladesh, e nuove tombe con molte persone vengono sempre scoperte.

Una brutta serie di omicidi ha avuto luogo durante l'Operazione Searchlight, una serie di omicidi iniziata il 25 marzo 1971 e terminata il 16 dicembre 1971, che ha portato alla morte di 3 milioni di bengalesi nel Pakistan orientale (l'attuale Bangladesh), e altre cose come stupri e saccheggi. In origine, i pakistani volevano impadronirsi delle grandi città del Bangladesh e controllare tutti in un mese. Non si aspettavano che i bengalesi avrebbero reagito, cosa che hanno fatto. I pakistani si sono arrabbiati molto e hanno iniziato a uccidere tutti i bengalesi.

Alla fine, i combattenti per la libertà bengalesi sotto i Mukti Bahini avrebbero cercato aiuto dall'India per vincere contro i pakistani. L'India inviò il suo esercito e combattè i pakistani con i bengalesi fino a quando il Pakistan fu totalmente sconfitto e se ne andò dal Bangladesh il 16 dicembre 1971.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3