First-past-the-post voting

Il first-past-the-post è un sistema di voto usato da alcuni paesi per eleggere i loro governi o i membri dei loro parlamenti. In un sistema first-past-the-post, un paese è diviso in circoscrizioni. In queste circoscrizioni le persone conosciute come candidati, ognuno dei quali di solito rappresenta un diverso partito politico, si candidano per l'elezione al parlamento del paese. Nelle singole circoscrizioni, il candidato che ottiene il maggior numero di voti dalla gente, vince la corsa per essere eletto ad un seggio in parlamento. La pluralità è un altro nome per tale sistema elettorale. È in contrasto con il sistema maggioritario, dove il candidato vincente deve avere più voti di tutti gli altri candidati messi insieme.

Se un partito vince più del 50% dei seggi, può formare un governo di maggioranza. Se nessun partito vince più del 50% dei seggi, allora o il partito con più seggi può formare un governo di minoranza, o un governo di coalizione può essere formato da due o più degli altri partiti politici che insieme hanno più del 50% dei seggi.

I paesi che usano il first-past-the-post includono il Regno Unito, il Canada, l'India e in parte gli Stati Uniti.

Considerazioni

Il first-past-the-post, spesso chiamato "plurality voting", è il metodo più comune per eleggere i rappresentanti negli Stati Uniti e in alcuni altri paesi. Gli elettori votano per un candidato e il candidato con più voti vince.

I partiti politici spesso usano una primaria per evitare di dividere il voto del loro partito in un'elezione generale. Per esempio, se il 60% degli elettori sono repubblicani e il 40% democratici, ma due repubblicani corrono per lo stesso ufficio e ottengono ciascuno il 30% dei voti, il democratico vincerebbe con il 40%, poiché è il più votato, anche se il 60% degli elettori preferisce il democratico.

Se più di due candidati sono sulla scheda elettorale generale, gli elettori spesso compromettono il voto di un candidato accettabile che pensano abbia una possibilità di vincere.

Gli oppositori del voto plurale sostengono che i media hanno troppo potere poiché dicono alla gente quale dei due ha una possibilità e che votare per un terzo candidato è in effetti votare per il peggiore dei due candidati forti. È teoricamente possibile che i due candidati "front runner" non siano centristi e non rappresentino il popolo.

I sostenitori del voto a pluralità sostengono che è molto semplice e che costringe gli elettori ad eleggere un candidato centrista attraverso il voto di compromesso. Per evitare i suoi problemi, alcune elezioni richiedono una percentuale minima di voti, o una maggioranza, attraverso un "ballottaggio".

Esempio

Candidato

Voti

Candidato A:

25

Candidato B:

22

Candidato C:

21

Candidato D:

18

Candidato E:

14

In un sistema first-past-the-post, il candidato A vince perché ha ricevuto più voti di tutti gli altri.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3