Zuiderzeewerken

Gli Zuiderzeewerken (Zuiderzee Works) sono un sistema di dighe, opere di bonifica e di drenaggio delle acque nei Paesi Bassi durante il ventesimo secolo. I progetti per i lavori risalgono al 1600, ma solo dopo un'alluvione molto grave nel 1916, il parlamento olandese ha finalmente accettato di pagare i lavori. Ora è una delle Sette Meraviglie del mondo moderno.

In primo luogo sono state costruite alcune dighe o dighe per separare il Mare del Sud (olandese: Zuiderzee) dal Mare del Nord. La più grande era la Afsluitdijk ("diga di chiusura"). È lunga 32 chilometri (19,9 miglia). Quando fu terminata nel 1932, il Mare del Sud fu completamente tagliato via e da quel momento in poi sarebbe diventato un lago chiamato IJsselmeer.

La bonifica del terreno significava costruire altre dighe e pompare l'acqua all'interno. Il nuovo terreno è chiamato polder. I polder creano nuova terra per l'agricoltura e migliorano la protezione dalle inondazioni, perché il lago è più piccolo.

Ci sono cancelli e chiuse alle estremità dell'Afsluitdijk. I cancelli, chiamati chiuse, possono essere aperti per far passare le navi. Le chiuse lasciano uscire l'acqua dall'IJsselmeer. Se non ci fossero chiuse, il lago si riempirebbe e inonderebbe la campagna. Questo perché viene sempre riempito con l'acqua dei fiumi e dei polder che vengono ancora prosciugati.

L'Afsluitdijk, lungo 32 chilometri (19,9 mi), separa l'IJsselmeer dal Mare del Nord, proteggendo migliaia di km² di terra. In questa immagine, il Mare del Nord è lo specchio d'acqua sul lato sinistro
L'Afsluitdijk, lungo 32 chilometri (19,9 mi), separa l'IJsselmeer dal Mare del Nord, proteggendo migliaia di km² di terra. In questa immagine, il Mare del Nord è lo specchio d'acqua sul lato sinistro

Pagine correlate


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3