Paesi Bassi

I Paesi Bassi sono un paese che fa parte (di un paese costituente) del Regno dei Paesi Bassi. La maggior parte si trova nell'Europa occidentale, ma ci sono anche alcune parti nei Caraibi. Ci vivono più di 17 milioni di persone. A nord e a ovest della parte europea dei Paesi Bassi c'è il Mare del Nord, a est la Germania e a sud il Belgio. I Paesi Bassi sono uno dei paesi che hanno dato inizio all'Unione Europea. Le persone che vivono nei Paesi Bassi sono chiamate "olandesi". Anche la lingua dei Paesi Bassi è chiamata olandese. La capitale ufficiale dei Paesi Bassi è Amsterdam. Tuttavia, il governo si trova a L'Aia.

Mappa dei Paesi Bassi
Mappa dei Paesi Bassi

Pagine correlate

  • Elenco dei fiumi dei Paesi Bassi
  • I Paesi Bassi alle Olimpiadi
  • Nazionale di calcio olandese

Politica

I Paesi Bassi sono una monarchia costituzionale. Ciò significa che il paese ha un re, ma il vero potere è nelle mani di un parlamento, scelto dal popolo olandese. Tutti gli olandesi che hanno almeno 18 anni o più possono votare. Il parlamento olandese consiste di due camere: la Seconda Camera (olandese: Tweede Kamer, la Camera dei Rappresentanti, eletta ogni quattro anni) e la Prima Camera (olandese: Eerste Kamer, il Senato, eletto dai politici provinciali ogni quattro anni). Dopo le elezioni della Seconda Camera, i partiti che hanno avuto la maggioranza dei voti creano un gabinetto. Il gabinetto è composto da un primo ministro e diversi altri ministri e viceministri. Il governo attuale è il terzo gabinetto Rutte, composto da politici del VVD, CDA, D66 e CU. Il primo ministro è Mark Rutte (VVD).

Le ultime elezioni generali si sono tenute il 15 marzo 2017. Il partito di coalizione PvdA (laburista) ha perso drammaticamente, e anche l'altro partito di coalizione VVD (conservatori-liberali) ha perso ma è rimasto il più grande partito in parlamento. La maggior parte dei partiti di opposizione ha vinto dei seggi, soprattutto il partito verde GreenLeft ha vinto considerevolmente. Il partito populista PVV di Geert Wilders ha anche vinto dei seggi, ma non la quantità prevista. Sono diventati il secondo partito più grande.

I Paesi Bassi sono noti per la tolleranza in politica. I Paesi Bassi sono l'unico paese in cui le droghe leggere non sono considerate completamente illegali. Inoltre, i Paesi Bassi sono uno dei pochi paesi che permettono i matrimoni omosessuali, l'eutanasia e la prostituzione in una certa misura.

Ulteriori informazioni: Politica dei Paesi Bassi.

Geografia

Infatti gran parte dei Paesi Bassi è stata creata dalla sabbia che veniva dai molti fiumi che vi scorrevano. Notevoli fiumi olandesi sono il Reno, la Maas, l'IJssel e lo Scelt. Gran parte dei Paesi Bassi è sotto il livello del mare. Questo perché gli olandesi hanno reso secchi molti laghi e parti del mare, creando polder. Perciò c'è un detto: "Dio ha creato la terra, ma gli olandesi hanno creato i Paesi Bassi". Questo rende i Paesi Bassi molto piatti. Nell'estremo sud-est dei Paesi Bassi, nel Limburgo, ci sono alcune colline. Pertanto, questa regione è un'attrazione turistica per molti olandesi. Il punto più alto nella parte europea dei Paesi Bassi, il Vaalserberg, è 323 metri sopra il livello del mare. Il punto più alto sia nei Paesi Bassi propriamente detti che nel Regno dei Paesi Bassi è il Monte Scenery, sull'isola caraibica di Saba, a 887 metri.

I Paesi Bassi sono un piccolo paese piatto; circa 300 chilometri da nord a sud, e circa 170 chilometri da est a ovest. Ha un clima oceanico (Cfb nella classificazione del clima di Köppen).

Persone

I Paesi Bassi sono un piccolo paese, ma ci vivono molte persone. È uno dei paesi più densamente popolati del mondo.

La maggior parte delle persone nei Paesi Bassi parla olandese. In Frisia, circa 200.000 persone parlano frisone. Il frisone è la lingua con più somiglianze con l'inglese. Alcuni olandesi parlano dialetti. I dialetti sassoni parlati nella parte nord-orientale dei Paesi Bassi sono in qualche modo simili al basso tedesco.

Secondo un sondaggio fatto nel 2006, il 25% degli olandesi è cristiano e il 3% crede in un'altra religione organizzata, come il giudaismo, l'islam o l'induismo. Il 26% è "spirituale senza limiti" (ha le proprie convinzioni e non è legato a una religione). L'altro 44% non è religioso.

Mulino a vento nei Paesi Bassi
Mulino a vento nei Paesi Bassi

Treni

Nederlandse Spoorwegen (in inglese: Dutch Railways) o NS è il principale operatore ferroviario per passeggeri nei Paesi Bassi. L'infrastruttura ferroviaria è mantenuta dal gestore della rete ProRail, che è stato separato da NS nel 2003. I servizi di trasporto merci, precedentemente gestiti da NS Cargo, si sono fusi con il gruppo DB Schenker nel 2000.

NS gestisce 4.800 treni di linea al giorno. Inoltre, NS fornisce servizi ferroviari internazionali dai Paesi Bassi verso altre destinazioni europee e svolge concessioni su un certo numero di mercati ferroviari esteri attraverso la sua controllata Abellio, come Abellio Greater Anglia, Merseyrail e ScotRail.

Arriva è un altro operatore ferroviario per passeggeri nei Paesi Bassi. È una filiale della società tedesca Deutsche Bahn. La loro sede locale si trova a Heerenveen. Sono attivi dal 1998.

Storia

Alla fine del Medioevo i duchi di Borgogna, un paese che oggi fa parte della Francia, unirono diciassette zone. Queste zone erano chiamate Paesi Bassi. Quando la figlia di un duca sposò Massimiliano I, imperatore del Sacro Romano Impero nel 1477, i Paesi Bassi divennero parte della Spagna. Nel XVI secolo molti olandesi divennero protestanti. Al re di Spagna non piaceva, voleva che tutti gli olandesi fossero cattolici. Naturalmente al popolo olandese questo non piaceva, e dopo violenti eccessi da parte degli spagnoli iniziarono una guerra contro la Spagna nel 1568, anche per motivi di tassazione. La guerra durò fino al 1648, perciò è chiamata la Guerra degli Ottant'anni. Un importante leader degli olandesi in questa guerra fu Willem van Oranje (Willem d'Orange) chiamato anche Guglielmo il Silenzioso.

Nel 1648 i Paesi Bassi e la Spagna firmarono la pace. Agli olandesi fu permesso di tenere tutte le zone che avevano conquistato. La parte dei Paesi Bassi che non fu conquistata dagli olandesi rimase parte della Spagna. Più tardi questa parte divenne il Belgio.

Quando i Paesi Bassi divennero indipendenti, erano un paese molto speciale. A quel tempo quasi tutti i paesi in Europa erano governati da un re, ma i Paesi Bassi erano una repubblica. L'Olanda era composta da sette province, che erano governate dalle grandi città. Le città erano governate dal comune che consisteva di ricchi civili. Insieme queste province erano governate da uno stadtholder, un uomo molto potente, ma rispetto ai re di altri paesi europei aveva molto meno potere.

Nel XVII secolo l'Olanda era il paese più ricco e uno dei più potenti del mondo. Per questo gli olandesi chiamano il XVII secolo l'Età dell'Oro. Il loro impero olandese aveva possedimenti in tutto il mondo. Il possesso più importante erano le Indie Orientali, un paese che oggi si chiama Indonesia. Gli olandesi fondarono anche la Nuova Olanda, che oggi si chiama New York. I Paesi Bassi combatterono spesso guerre contro altri paesi europei, specialmente le guerre anglo-olandesi contro l'Inghilterra. Michiel de Ruyter, un ammiraglio olandese, divenne un eroe olandese quando sconfisse la marina inglese vicino a Londra.

Nel 18° secolo i Paesi Bassi divennero più poveri. Molte persone diedero la colpa ai capi del governo, gli stadtholders. Molti pensavano che avessero troppo potere e volevano che se ne andassero. Nel 1789 il popolo francese depose (si liberò) del suo re. Gli eserciti francesi attaccarono anche altri paesi per deporre i loro leader. Nel 1795 attaccarono i Paesi Bassi. Lo Stadtholder Guglielmo V dovette fuggire in Inghilterra. I Paesi Bassi furono rinominati Repubblica Batava e divennero una democrazia. Ma i francesi non erano contenti (soddisfatti) del sovrano olandese, così nel 1806 l'imperatore francese Napoleone fece suo fratello Luigi Bonaparte re dei Paesi Bassi. Luigi divenne popolare nei Paesi Bassi, ma l'imperatore non era di nuovo soddisfatto di lui, così nel 1810 i Paesi Bassi divennero parte della Francia.

Nel 1815 Napoleone fu sconfitto e i Paesi Bassi tornarono ad essere indipendenti. I governanti dei paesi europei pensarono che fosse una buona idea rendere i Paesi Bassi più forti, per renderli capaci di resistere a un'altra invasione francese. Pertanto, Belgio e Lussemburgo furono aggiunti ai Paesi Bassi. Guglielmo I, il figlio di Guglielmo V, divenne re. Alcuni belgi non amavano il loro re olandese. Nel 1830 si rivoltarono. Guglielmo inviò un esercito. Era molto più potente dei belgi, ma dopo dieci giorni i francesi mandarono un esercito per sostenerli. Nel 1831 i belgi scelsero il proprio re e il Belgio divenne un paese indipendente.

Alcune persone pensavano ancora che il re olandese avesse troppo potere. Volevano dargli meno potere e votare loro stessi per il governo. Nel 1848 ci furono violente rivolte contro i re di molti paesi europei. Il re olandese temeva che lo stesso sarebbe accaduto nei Paesi Bassi. Perciò permise a Johan Rudolf Thorbecke di scrivere una costituzione. Da allora in poi alla gente fu permesso di votare. All'inizio solo agli uomini ricchi fu permesso di votare. Dal 1919 tutti gli adulti poterono votare.

Nella prima guerra mondiale i Paesi Bassi non combatterono e non furono invasi. Gli olandesi volevano rimanere neutrali anche nella seconda guerra mondiale, ma nel 1940 il paese fu invaso e occupato dalla Germania. Come in altri paesi che avevano occupato, le autorità tedesche iniziarono a uccidere gli ebrei. Anna Frank era una ragazza ebrea che viveva nei Paesi Bassi. La sua famiglia si nascose dai nazisti e lei scrisse un diario. Morì in un campo di concentramento nazista e il suo diario divenne famoso.

Nel 1944 gli eserciti americano, canadese, polacco e britannico liberarono il sud dei Paesi Bassi dall'occupazione nazista. Volevano attraversare il fiume Reno nell'Operazione Market Garden per liberare il resto del paese, ma furono sconfitti. Ci volle fino al maggio 1945 prima che l'intero paese fosse liberato. Durante i cinque anni di occupazione nazista, 250.000 persone erano morte nei Paesi Bassi.

Poco dopo la guerra, l'Indonesia dichiarò la sua indipendenza. Gli olandesi mandarono dei soldati a combattere in Indonesia. Dopo che altri paesi, compresi gli Stati Uniti, dissero agli olandesi di lasciare l'Indonesia, essi lo fecero finalmente nel 1949.

Dopo la guerra i Paesi Bassi sono diventati uno dei paesi più ricchi del mondo. Nel 2004 le Nazioni Unite hanno detto che i Paesi Bassi erano il 5° paese migliore in cui vivere.

Nome

"Paesi Bassi" significa "le terre basse". La terra si alza, in media, solo 1 metro sopra il livello del mare. Un terzo del territorio è sotto il livello del mare. I Paesi Bassi sono anche - erroneamente - chiamati Olanda. L'Olanda era una zona molto ricca (due province) nella parte occidentale dei Paesi Bassi, il che fa sì che la gente si sbagli. Ad alcune persone che non vivono nella parte occidentale dei Paesi Bassi non piace quando la gente chiama il paese Olanda. Il nome "Olanda" ha origine dalle vecchie parole olandesi "Holt land" che significa "terre di legno".


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3