Hans Geiger

Johannes Wilhelm "Hans" Geiger (30 settembre 1882 - 24 settembre 1945) era un fisico tedesco. Egli è forse meglio conosciuto come co-inventore del componente rivelatore del contatore Geiger e per l'esperimento Geiger-Marsden che scoprì il nucleo atomico. Geiger è nato a Neustadt an der Haardt, in Germania. Era uno dei cinque figli nati dall'indologo Wilhelm Ludwig Geiger, professore all'Università di Erlangen.

Nel 1902 Geiger iniziò a studiare fisica e matematica all'Università di Erlangen e nel 1906 ottenne il dottorato. Nel 1907 iniziò a lavorare con Ernest Rutherford all'Università di Manchester e nel 1909, insieme a Ernest Marsden, condusse il famoso esperimento Geiger-Marsden chiamato "l'esperimento della lamina d'oro". Rutherford e Geiger crearono il tubo Rutherford-Geiger, poi divenuto il tubo Geiger.

Nel 1911 Geiger e John Mitchell Nuttall scoprirono la legge (o regola) Geiger-Nuttall ed effettuarono esperimenti che portarono al modello atomico di Rutherford. Nel 1928 Geiger e il suo allievo Walther Müller crearono una versione migliorata del tubo Geiger, il tubo Geiger-Müller. Geiger lavorò anche con James Chadwick. Nel 1912 divenne leader della Reichsanstalt Fisico-Tecnica a Berlino, nel 1925 professore a Kiel, nel 1929 a Tubinga e dal 1936 a Berlino.

Era membro del Club dell'Uranio. Geiger non si è mai espresso in pubblico sui nazisti. Ci sono notizie sia di lui che aiutava, sia di lui che rifiutava i colleghi ebrei. Geiger morì a Potsdam, in Germania, pochi mesi dopo la fine della Seconda guerra mondiale in Europa. Aveva quattro fratelli: tre sorelle e un fratello più giovane di lui. Suo fratello, Rudolf Geiger, era molto interessato alla meteorologia e alla climatologia.

Geiger (l.) con Ernest Rutherford c. 1905
Geiger (l.) con Ernest Rutherford c. 1905

AlegsaOnline.com - 2020 - Licencia CC3