Vento

Il vento è il flusso dei gas. Sulla Terra, il vento è soprattutto il movimento dell'aria. Nello spazio esterno, il vento solare è il movimento di gas o particelle dal sole attraverso lo spazio. I venti più forti che si vedono su un pianeta del nostro sistema solare sono su Nettuno e Saturno.

Brevi raffiche di vento veloce sono chiamate raffiche. I venti forti che durano circa un minuto si chiamano raffiche. I venti che durano a lungo si chiamano in molti modi diversi, come brezza, burrasca, uragano e tifone.

Il vento può spostare la terra, soprattutto nei deserti. Il vento freddo a volte può avere un cattivo effetto sul bestiame. Il vento influisce anche sulle riserve di cibo degli animali, sulla loro caccia e sul modo in cui si proteggono.

La luce del sole guida la circolazione atmosferica della Terra. I venti che ne derivano soffiano sulla terra e sul mare, producendo il tempo.

Un'area ad alta pressione (che fa un anticiclone) vicino ad un sistema a bassa pressione (che fa un ciclone), fa muovere l'aria dall'alta pressione alla bassa pressione per cercare di pareggiare le pressioni. L'effetto Coriolis fa sì che i venti si avvolgano a spirale. Una grande differenza di pressione può produrre venti forti. In alcune tempeste, come uragani, tifoni, cicloni o tornado, può causare venti più veloci di 200 mph (320 chilometri all'ora). Questo può danneggiare le case e altri edifici, e può uccidere le persone.

Il vento può anche essere causato dall'aumento dell'aria calda o dalla caduta di aria fredda. Quando l'aria calda sale, crea una bassa pressione sotto di essa, e l'aria si muove per equilibrare la pressione. Quando l'aria fredda scende (perché è più densa o più pesante dell'aria calda), crea una pressione alta, e fluisce verso l'esterno per uniformare la pressione con la bassa pressione che la circonda.

Il vento di solito è invisibile, ma la pioggia, la polvere o la neve possono mostrare come soffia. Una banderuola può anche mostrare da dove viene il vento. La scala Beaufort è un modo per capire quanto è forte il vento. Viene utilizzata in mare, quando non si vede la terraferma.

L'aumento del vento provoca un aumento del tasso di evaporazione.

Una banderuola viene utilizzata per scoprire da dove viene il vento.
Una banderuola viene utilizzata per scoprire da dove viene il vento.

Calze a vento come questa sono spesso utilizzate negli aeroporti. Mostrano la direzione del vento. Possono anche mostrare quanto sia forte il vento.
Calze a vento come questa sono spesso utilizzate negli aeroporti. Mostrano la direzione del vento. Possono anche mostrare quanto sia forte il vento.

Danni

I venti forti possono causare danni a seconda della loro forza. A volte le raffiche di vento possono far muovere o distruggere ponti mal fatti, come il Tacoma Narrows Bridge nel 1940. La distribuzione dell'energia elettrica può fallire a causa del vento, anche se la sua velocità è di soli 23 nodi (43 km/h). Questo accade quando i rami degli alberi danneggiano le linee elettriche. Nessun tipo di albero può resistere ai venti di uragano, ma gli alberi con radici non molto profonde possono essere soffiati più facilmente. Alberi come l'eucalipto, l'ibisco marino e l'avocado sono fragili (facili da rompere) e si danneggiano più facilmente.

Danni causati dall'uragano Andrew
Danni causati dall'uragano Andrew

Alisei

Gli alisei sono il modello prevalente dei venti di superficie orientali che si trovano ai tropici, all'interno della parte inferiore dell'atmosfera terrestre. Si verificano nella parte inferiore della troposfera vicino all'equatore terrestre. Gli alisei soffiano prevalentemente da nord-est nell'emisfero settentrionale. Soffiano da sud-est nell'emisfero sud. Sono più forti durante l'inverno e quando l'oscillazione artica è nella sua fase calda. Gli alisei sono stati usati per secoli dai capitani dei velieri per attraversare gli oceani del mondo. Hanno permesso l'espansione dell'impero europeo nelle Americhe. Hanno anche permesso che si stabilissero rotte commerciali attraverso l'Atlantico e il Pacifico.

La stagnazione è nella regione equatoriale. È una fascia di vento dove l'aria è calda, con piccole variazioni di pressione. I venti sono leggeri. Un altro nome per la stagnazione è Intertropical Convergence Zone (ITCZ)

La stagnazione di gennaio (blu) e luglio (rosso).
La stagnazione di gennaio (blu) e luglio (rosso).

Nello spazio esterno

Il vento nello spazio, chiamato vento solare, è molto diverso da quello terrestre. Il vento nello spazio è causato dal sole, o da altre stelle, ed è costituito da particelle che sono uscite dall'atmosfera della stella. Come il vento solare, il vento planetario è costituito da gas leggeri che sono usciti dall'atmosfera dei pianeti.

Pagine correlate

  • Energia eolica in Danimarca
  • Energia eolica in Germania
AlegsaOnline.com - 2020 - Licencia CC3