Canuto

Canuto (o Cnut il Grande) (ca. 995-12 novembre 1035) fu un re vichingo di Inghilterra, Danimarca, Norvegia, parte della Svezia e governatore o signore supremo dello Schleswig e della Pomerania. L'influenza danese nella regione del Mare del Nord non fu mai più grande che ai suoi tempi. Aveva trattati con gli imperatori del Sacro RomanoImpero, Enrico II e Corrado II e buone relazioni con i papi del suo tempo.

Canuto fu l'unico uomo ad essere re d'Inghilterra, Danimarca e Norvegia. Governò anche parte della Svezia.

Impronta medievale: Edmund Ironside (sinistra) e Cnut (destra)
Impronta medievale: Edmund Ironside (sinistra) e Cnut (destra)

Canuto su una moneta coniata durante il suo regno
Canuto su una moneta coniata durante il suo regno

Il regno di Canuto
Il regno di Canuto

Conquista dell'Inghilterra

Nell'estate del 1015 la flotta di Canuto salpò per l'Inghilterra con un esercito danese di circa 10.000 uomini su 200 navi. Cnut era a capo di una schiera di vichinghi provenienti da tutta la Scandinavia. La forza d'invasione avrebbe dovuto condurre una guerra spesso serrata e macabra con gli inglesi per i successivi quattordici mesi. Praticamente tutte le battaglie furono combattute contro il figlio di Etelredo, Edmund Ironside.

Dopo essere salito al trono nel 1016, Canuto giustiziò molti dei seguaci di Edmund, per rendere sicura la sua corona.

Famiglia

Canuto, cristiano, aveva due mogli. La sua prima moglie, o forse concubina, si chiamava Ælfgifu. Era una moglie "handfast", cioè il matrimonio fu fatto unendo le mani, non con una cerimonia in chiesa. Questo era legale a quel tempo. Divenne la sua regina del nord.

La sua seconda moglie era Emma di Normandia, che era anche chiamata Ælfgifu in inglese antico. Il loro matrimonio fu un matrimonio cristiano. Lei fu tenuta nel sud, con una tenuta a Exeter.

Entrambe le mogli diedero figli che divennero re d'Inghilterra. Canuto mantenne la Chiesa con molti doni.

Emissione

  • 1 - Ælfgifu di Northampton
  • 2 - Emma di Normandia
    • Harthacanute, re di Danimarca e Inghilterra
    • Gunhilda di Danimarca, sposa Enrico III, Sacro Romano Imperatore.

Canuto e le onde

Si racconta che Canuto sedette sul suo trono ordinando al mare di tornare indietro. Non sappiamo se questo sia realmente accaduto. Sembra provenire da Enrico di Huntington (1088 circa - 1154 circa). Egli la racconta come segue:

"Quando il re Cnute ebbe regnato per vent'anni, lasciò questa vita a Shaftesbury e fu sepolto a Winchester nell'Old Minster. Qualche parola deve essere dedicata alla potenza di questo re. Prima di lui non c'era mai stato in Inghilterra un re di così grande autorità. Era signore di tutta la Danimarca, di tutta l'Inghilterra, di tutta la Norvegia e anche della Scozia. Oltre alle molte guerre in cui fu particolarmente illustre, compì tre azioni....me, come la terra su cui sono seduto è mia, e nessuno ha resistito impunemente alla mia signoria. Ti ordino quindi di non salire sulla mia terra e di non presumere di bagnare le vesti o le membra del tuo padrone". Ma il mare salì come al solito e inzuppò irrispettosamente i piedi e gli stinchi del re. Allora, saltando indietro, il re gridò: 'Che tutto il mondo sappia che il potere dei re è vuoto e senza valore, e che non c'è nessun re degno di questo nome se non Colui per la cui volontà il cielo, la terra e il mare obbediscono alle leggi eterne. Da allora il re Cnut non portò più la corona d'oro al collo, ma la pose sull'immagine del Signore crocifisso, in eterna lode a Dio, il grande re. Per la cui misericordia l'anima del re Cnut possa godere di riposo".

Enrico di Huntingdon, Historia Anglorum (VI.17)


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3