Anno bisestile

Un anno bisestile è un anno in cui viene aggiunto un giorno in più al calendario gregoriano, utilizzato dalla maggior parte del mondo. Mentre un anno ordinario ha 365 giorni, un anno bisestile ha 366 giorni. Il giorno in più, il 29 febbraio, viene aggiunto al mese di febbraio. In un anno ordinario, febbraio ha 28 giorni, ma in un anno bisestile ha 29 giorni. Il giorno extra, chiamato giorno bisestile, è lo stesso giorno della settimana del primo giorno del mese, il 1° febbraio. Inoltre, in un anno bisestile, i mesi di gennaio, aprile e luglio iniziano tutti lo stesso giorno della settimana.

Un anno bisestile viene una volta ogni quattro anni. Per questo motivo, un anno bisestile può sempre essere diviso in parti uguali per quattro. Ad esempio, il 2020 (quest'anno) è un anno bisestile. Ma un anno è un anno comune se può essere diviso uniformemente per 100 ma non per 400. Ecco perché 1600, 2000 e 2400 sono anni bisestili, ma 1700, 1800 e 1900 sono anni comuni.

Abbiamo anni bisestili perché invece di 365 giorni, la Terra impiega davvero qualche minuto in meno di 365-1/4 giorni (365.24219) per fare il giro completo del Sole. Senza anni bisestili, le stagioni inizierebbero un giorno prima sul calendario ogni quattro anni. Dopo 360 anni, la primavera nell'emisfero nord e l'autunno nell'emisfero sud (che di solito inizia il 21 marzo) inizierebbero il 21 dicembre (che è quando attualmente inizia l'inverno nell'emisfero nord e l'estate nell'emisfero sud).

Alcuni paesi usano un calendario lunare (basato sulla Luna, invece che sul Sole, come il nostro calendario solare). Hanno anni bisestili quando aggiungono un mese lunare in più. Calendari diversi aggiungono il mese extra in modi diversi. Quindi un anno che ha 366 giorni invece di 365 giorni, dove il mese di febbraio ha 29 giorni, è chiamato anno bisestile.

Pagine correlate


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3