Willie Dixon

William James "Willie" Dixon (1 luglio 1915 - 29 gennaio 1992) è stato un musicista blues americano, cantante, cantautore e bassista. Fu uno dei fondatori del Chicago blues. Ha scritto molte canzoni che sono ancora standard del Chicago blues. (cioè "Little Red Rooster", "Hoochie Coochie Man", "Evil", "Spoonful", "Back Door Man", "I Just Want to Make Love to You", "I Ain't Superstitious", "My Babe", "Wang Dang Doodle", e "Bring It On Home") Le canzoni sono degli anni 50 quando Dixon lavorava come produttore per la Chess Records. Suonava anche il basso verticale in molti dei dischi dell'etichetta.

Vita

Dixon è nato a Vicksburg, Mississippi, il 1° luglio 1915. Imparò il blues durante il suo periodo nelle fattorie della prigione in Mississippi, quando era ancora adolescente. Dixon cantò il basso per The Jubilee Singers, un gruppo gospel locale che era spesso nel programma della stazione radio locale WQBC. Cominciò a trasformare le poesie che scriveva in canzoni che vendeva ai gruppi locali.

Nel 1936 andò a Chicago come molti altri del delta del Mississippi. Lì iniziò a boxare e vinse il campionato Illinois State Golden Gloves Heavyweight (Novice Division) nel 1937. Durante il suo periodo di pugilato incontrò Leonard "Baby Doo" Caston, che lo convinse ad una carriera musicale. Prima della seconda guerra mondiale Dixon cantò in diversi gruppi vocali. Dopo la guerra si riunì con Caston e formò il "Big Three Trio".

Dixon firmò con la Chess Records come artista di registrazione, ma presto fu coinvolto nel business discografico. Dal 1951 era produttore, talent scout, musicista di sessione e autore di canzoni. Lavorò con Chuck Berry, Muddy Waters, Howlin' Wolf, Otis Rush, Bo Diddley, Joe Louis Walker, Little Walter, Sonny Boy Williamson, Koko Taylor, Little Milton, Eddie Boyd, Jimmy Witherspoon, Lowell Fulson, Willie Mabon, Memphis Slim, Washboard Sam, Jimmy Rogers e altri. Con il suo lavoro con Chuck Berry fu un collegamento tra il blues e il primo rock and roll.

Dalla fine degli anni '60 fino alla metà degli anni '70, Dixon gestì la sua etichetta discografica, la Yambo Records. Formò diverse all star band che spesso andavano in tour in Europa. Divenne anche un sostenitore del blues. Ha fondato la Blues Heaven Foundation. La Fondazione preserva l'eredità del blues e assicura i diritti d'autore e le royalties per i musicisti blues che sono stati spesso sfruttati in passato.

Negli anni '70 e '80 la sua salute divenne sempre più debole a causa del suo diabete. Dixon morì di insufficienza cardiaca a Burbank, California, il 29 gennaio 1992.

Honors

  • Blues Hall of Fame (1980)
  • Grammy (1989) per Hidden Charms
  • Rock and Roll Hall of Fame nella categoria "prime influenze" (pre-rock) (1994)

Discografia

Anno

Titolo

Etichetta

Numero

Commenti

1959

Blues di Willie

Bluesville

BVLP-1003

con Memphis Slim

1960

Blues in tutti i sensi

Verve

MGV-3007

con Memphis Slim

1960

Canzoni di Memphis Slim e "Wee Willie" Dixon

Folkways

FW-2385

1962

Memphis Slim e Willie Dixon al Village Gate

Folkways

FA-2386

dal vivo, con ospite Pete Seeger

1963

A Parigi: Baby Please Come Home!

Battaglia

BM-6122

con Memphis Slim, 1962

1970

Io sono il Blues

Columbia

PC-9987

con i Chicago All Stars

1971

La pace di Willie Dixon?

Yambo

777-15

con i Chicago All Stars

1973

Catalizzatore

Ovation

OVQD-1433

stampa quadrifonica

1976

Che cosa è successo al mio Blues

Ovation

OV-1705

1983

Potente terremoto e uragano

Pausa

PR-7157

1985

Willie Dixon: Dal vivo (accesso al backstage)

Pausa

PR-7183

con Sugar Blue e Clifton James, Montreux 1985

1988

Fascini nascosti

Bug

C1-90593

Album vincitore di un Grammy

1988

La scatola degli scacchi

Dischi di scacchi

Una compilation con le canzoni più importanti di Willie Dixons

1989

Pomeriggio di Ginger Ale

Varèse Sarabande

VSD-5234

colonna sonora per il film con lo stesso nome

1990

Il trio dei tre grandi

Eredità

C-46216

dal 1947-1952

1995

L'originale Wang Dang Doodle: Le registrazioni degli scacchi

MCA

9353

compilation (alcuni inediti) dal 1954-1990

1996

Piangere il Blues: Dal vivo in concerto

Thunderbolt

CDTB-166

dal vivo con Johnny Winter & the Chicago All Stars, Houston 1971

1998

Buon consiglio

Lupo

120.700

dal vivo con i Chicago All Stars, Long Beach 1991

1998

Penso di avere il blues

Prevedi

17

2001

Big Boss Men - Leggende del Blues degli anni '60

Indigo (Regno Unito)

IGOXCD543

dal vivo, Houston 1971-72 (sei tracce)


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3