Scisto di Burgess

La formazione dell'argillite di Burgess nelle Montagne Rocciose della British Columbia è uno dei campi fossili più celebrati al mondo e il migliore nel suo genere. È famosa per l'eccezionale conservazione delle parti molli dei suoi fossili. Ha circa 505 milioni di anni (Cambriano medio), uno dei primi letti fossili di parti molli.

L'unità di roccia è un scisto nero, e viene coltivata in diverse località vicino alla città di Field, nel Parco Nazionale di Yoho.

L'argillite di Burgess fu scoperta dal paleontologo Charles Doolittle Walcott nel 1909, verso la fine della stagione. Tornò nel 1910 con i suoi figli e fondò una cava sui fianchi di Fossil Ridge. Il fatto che i fossili fossero di forme morbide e la gamma di organismi nuovi per la scienza lo portò a tornare alla cava quasi ogni anno fino al 1924. A questo punto, all'età di 74 anni, aveva accumulato oltre 65.000 esemplari.

Descrivere i fossili è un compito vasto, perseguito da Walcott fino alla sua morte, avvenuta nel 1927, e proseguito nel XXI secolo. Walcott, guidato dall'opinione scientifica dell'epoca, cercò di classificare tutti i fossili in taxa viventi. Di conseguenza, all'epoca i fossili erano considerati poco più di una curiosità. Solo nel 1962 Alberto Simonetta ha tentato di effettuare una nuova indagine di prima mano sui fossili. Questo portò gli scienziati a riconoscere che Walcott aveva a malapena scalfito la superficie delle informazioni disponibili nell'argillite di Burgess.

Fu aperta una seconda cava (nella stessa formazione geologica). Un'accurata rivalutazione dell'argillite di Burgess ha dimostrato che la fauna era molto più varia e insolita di quanto Walcott si fosse reso conto. Il Royal Ontario Museum ha ora la più grande collezione di materiale di scisto di Burgess al mondo con oltre 150.000 esemplari. Molti degli animali presenti avevano caratteristiche anatomiche bizzarre e solo la minima somiglianza con altri animali conosciuti. Tra gli esempi ci sono Opabinia, con cinque occhi e un muso come un tubo dell'aspirapolvere; Nectocaris, e Hallucigenia. Quest'ultima è stata originariamente ricostruita a testa in giù, camminando sulle sue spine dorsali.

L'argillite di Burgess è stata dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 1980.

Marrella , il più abbondante organismo di scisto di Burgess
Marrella , il più abbondante organismo di scisto di Burgess

Ottoia , un verme dal corpo morbido, abbondante nell'argillite di Burgess
Ottoia , un verme dal corpo morbido, abbondante nell'argillite di Burgess

Il primo fossile completo di Anomalocaris trovato
Il primo fossile completo di Anomalocaris trovato

Pagine correlate

AlegsaOnline.com - 2020 - License CC3