Megabat

I Megabati sono anche chiamati pipistrelli della frutta del Vecchio Mondo. Sono il sottordine Megachiroptera, famiglia Pteropodidae dell'ordine Chiroptera (pipistrelli).

Questi pipistrelli della frutta sono mammiferi volanti che vivono in dense foreste in Africa, Europa, Australia e Asia. Ci sono circa 166 specie di pipistrelli della frutta. I pipistrelli della frutta sono talvolta conosciuti come volpi volanti. Questi pipistrelli vivono in colonie enormi, note come "campi". Questi animali notturni (più attivi di notte) si riposano durante il giorno mentre sono appesi a testa in giù dai loro piedi.

Fox Island, Australia, si crede che sia la casa della più grande colonia di volpi volanti del continente
Fox Island, Australia, si crede che sia la casa della più grande colonia di volpi volanti del continente

Impollinazione e dispersione dei semi

Mentre i pipistrelli della frutta volano da una pianta all'altra per procurarsi il cibo, impollinano anche le piante che visitano. Inoltre, mentre mangiano, disperdono i semi delle piante. Molte piante, tra cui alcuni avocado, datteri, manghi e pesche, dipendono da questi pipistrelli per l'impollinazione o la dispersione dei semi.

Sensi e dieta

I pipistrelli della frutta mangiano soprattutto succo di frutta e nettare di fiori. Masticano la frutta, poi sputano i semi, la buccia e la polpa. I pipistrelli della frutta, come gli altri Megachirotteri, usano l'olfatto per trovare il loro cibo, frutta e/o nettare. Anche se hanno grandi occhi e possono vedere bene, i pipistrelli della frutta non usano la vista come senso primario. I pipistrelli della frutta mangiano anche altre cose.

Portatori del virus Ebola

Alcuni megabat sono vettori di malattie pericolose. Il primo focolaio umano registrato del virus Ebola fu nel 1976, ma la fonte del virus è ancora sconosciuta. Test recenti hanno dimostrato che alcune specie di pipistrelli della frutta raccolti durante le epidemie di Ebola mostrano che i pipistrelli hanno il virus, ma non mostrano alcun segno di esso. Ulteriori studi mostrano anche che Ebola può riprodursi nei pipistrelli della frutta e in altri pipistrelli del genere "Tadarida". Questo potrebbe significare che i pipistrelli sono la fonte del virus. Il virus Marburg, che è correlato all'Ebola, è stato trovato anche nei pipistrelli della frutta in Uganda.

Un'altra spiegazione è che i pipistrelli della frutta potrebbero essere un ospite intermedio a causa dell'incertezza che i pipistrelli della frutta sono il caso indice di Ebola. È anche importante notare che alcune specie di pipistrelli della frutta in Africa sono immuni al virus Ebola e che il loro DNA o RNA sono simili al virus Ebola dello Zaire. Questo potrebbe spiegare la diffusione all'uomo, dato che le persone in quella regione tendono a mangiare i pipistrelli della frutta.

Portatori di altri virus

Le volpi volanti in Australia sono note per essere portatrici di due infezioni che possono rappresentare un serio rischio per la salute umana: l'Australian bat lyssavirus e l'hendra virus (Henipavirus). Queste malattie trasmesse dai pipistrelli, uniche nel Queensland, sono tra i virus più letali del mondo occidentale. Anche se rare, queste malattie continuano a mistificare i professionisti della medicina. Queste malattie trasmesse dai pipistrelli sono quasi sempre fatali. Le infezioni umane con questi virus sono fortunatamente molto rare.

Il virus Hendra è un virus che infetta principalmente i megabat (grandi pipistrelli della frutta, o "volpi volanti") che può essere trasmesso ai cavalli. Come l'ebola e il marburg, l'hendra è una febbre emorragica con una mortalità da alta a molto alta (50-90%). Sia il virus di ebola che quello di marburg sono stati associati ai megabat come vettori infettivi. Si pensa che i cavalli contraggano il virus Hendra ingerendo cibo o acqua contaminati da fluidi corporei ed escrezioni di megabat infetti. Il virus può essere mortale sia per gli esseri umani che per i cavalli. Quando non c'è manipolazione o contatto fisico diretto con le volpi volanti, il rischio per la salute pubblica è trascurabile.

Si sa che solo tre persone sono sopravvissute al virus Hendra trasmesso dai pipistrelli. Finora più della metà di tutte le persone che hanno contratto il virus Hendra sono morte entro sei settimane, tuttavia non ci sono stati sopravvissuti di una seconda malattia trasmessa dai pipistrelli del Queensland. Nel 1994 il lyssavirus - un parente stretto del virus della rabbia - è stato scoperto per la prima volta in una volpe volante che mostrava sintomi vicino a Ballina, NSW (che si trova al confine con il Queensland). Il lyssavirus ha ucciso le uniche tre persone che lo hanno contratto.

Pagine correlate

  • pipistrello della frutta egiziano

AlegsaOnline.com - 2020 / 2021 - License CC3