Vangeli di Lindisfarne

I Vangeli di Lindisfarne sono un libro manoscritto illuminato dei Vangeli. Fu realizzato in un monastero al largo della costa del Northumberland a Lindisfarne, circa 700 d.C.

Il manoscritto è ora in mostra alla British Library. È una delle opere più belle dello stile che si chiama arte insulare. Esso combina elementi mediterranei, anglosassoni e celtici. In questo periodo, la Gran Bretagna e l'Irlanda condividevano uno stile diverso da quello del resto d'Europa.

Si pensa che i Vangeli di Lindisfarne siano opera di Eadfrith, un monaco che divenne vescovo di Lindisfarne nel 698 e morì nel 721. I Vangeli sono riccamente illustrati, e in origine erano in una raffinata rilegatura in pelle ricoperta di gioielli e metalli. Durante le incursioni vichinghe a Lindisfarne, questa copertina andò perduta e nel 1852 ne fu fatta una sostituzione. Il testo è scritto in una mano nota come "scrittura insulare".

Nel X secolo una vecchia traduzione inglese dei Vangeli è stata scritta parola per parola tra le righe del testo latino. Fu fatta da Aldred, rettore di Chester-le-Street. Questa è la più antica traduzione dei Vangeli in inglese che abbiamo. I Vangeli potrebbero essere stati presi dalla Cattedrale di Durham durante la dissoluzione dei monasteri, ordinata da Enrico VIII. Nel XVIII secolo il libro fu donato al British Museum. Da lì andò alla Biblioteca Britannica quando questo fu scisso dal British Museum.

Dal Vangelo di San Matteo, del "Maestro di Lindisfarne".
Dal Vangelo di San Matteo, del "Maestro di Lindisfarne".

Il monogramma "Chi Rho" dai Vangeli di Lindisfarn
Il monogramma "Chi Rho" dai Vangeli di Lindisfarn

Giovanni Evangelista dei Vangeli di Lindisfarne
Giovanni Evangelista dei Vangeli di Lindisfarne

AlegsaOnline.com - 2020 - Licencia CC3