Zombie

Uno zombie è un morto mitico che è tornato in vita come un cadavere che cammina. Le cose mitiche che sono state "rianimate" sono chiamate non-morti, e un gruppo di loro può essere chiamato i morti viventi. Il mito dello zombie proviene dai Caraibi.

Gli zombie sono diventati molto popolari nei film horror. Sono creature morte che sono state riportate in vita da un virus che controlla il cadavere o per magia, e mangiano la carne o il cervello di persone vive!

Gli zombie sono stati più popolari da serie, film e videogiochi come Resident Evil di Capcom, il dramma seriale The WalkingDead e Zombieland.

Un gruppo di attori che recitano come zombie
Un gruppo di attori che recitano come zombie

Zombie voodoo

Ad Haiti la gente crede che gli stregoni Voodoo o "bokor" possano riportare in vita i morti, creando uno zombie. Lo zombie è sotto il controllo dello stregone perché gli zombie non hanno libero arbitrio. Si crede che uno zombie sia un'anima umana intrappolata. Se uno stregone può catturare l'anima intrappolata, lo stregone diventa più potente.

Studi sugli zombie haitiani

Wade Davis, un etnobotanico canadese (qualcuno che studia gli effetti delle piante sulle persone), ha scritto sugli zombie in due libri, The Serpent and the Rainbow (1985) e Passage of Darkness: The Ethnobiology of the Haitian Zombie (1988). Davis andò ad Haiti nel 1982 e scrisse di come una persona viva può essere trasformata in uno zombie da due polveri speciali che vengono strofinate in una ferita. La prima polvere porta uno stato 'simile alla morte' a causa di un certo veleno in essa contenuto, chiamato tetrodotossina (lo stesso veleno mortale trovato nel pesce palla giapponese). Nella giusta quantità, può far quasi morire una persona, ma non del tutto. La seconda polvere mette la persona in uno stato simile a quello di uno zombie, in cui sembra non avere il proprio libero arbitrio.

Molte persone al di fuori di Haiti ancora non credono a ciò che Davis ha scritto, ma ad Haiti, molte persone credono nelle "droghe zombie". Questo potrebbe significare che, mentre le droghe potrebbero non avere alcun effetto fisico sulla persona, la forte credenza potrebbe psicologicamente trasformarla nello zombie che si aspetta (come l'effetto placebo).

Zombie nella storia

Civiltà antiche

Nella mitologia mesopotamica, Ishtar, la dea dell'amore e della fertilità, disse una volta con rabbia:

"Padre dammi il toro del cielo,

Così può uccidere Gilgamesh nella sua tana.

Se non mi dai il toro del cielo,

Abbatterò i cancelli dell'aldilà,

Spaccherò gli stipiti delle porte e lascerò le porte a terra,

e lascerà che i morti salgano a mangiare i vivi!

E i morti saranno più numerosi dei vivi!".

Medioevo

Nel Medioevo, molte persone credevano che le anime dei morti potessero tornare come fantasmi e perseguitare i vivi, spesso a causa di un crimine che la persona viva aveva commesso. A volte, il fantasma poteva effettivamente assumere una forma fisica e toccare o attaccare cose o persone che possono essere molto pericolose

Zombies in fiction

Gli zombie possono camminare, pensare (in alcuni casi) e attaccare i vivi. La maggior parte degli zombie mangia il cervello di esseri umani viventi. Negli zombie, il cuore, i polmoni e una piccola parte del loro cervello funzionano ancora. Possono reagire al loro ambiente, ma non hanno coscienza. Gli zombie possono usare il loro scheletro e i muscoli per muoversi. La pelle è marcia. I capelli e le unghie cadono. Gli zombie sono di solito coperti di sangue. Spesso hanno ferite aperte e sono vestiti con abiti strappati.

Gli zombie appaiono spesso nei film horror e fantasy. Normalmente, lo zombie è un cadavere maldestro e senza cervello che mangia carne umana. Gli zombie non possono essere chiamati cannibali perché non si mangiano tra di loro, ma solo di esseri umani viventi. Le prime storie di zombie sono apparse nel 1600. Da allora, gli zombi sono apparsi in molti libri e film.

Caratteristiche

Nei film di zombie, gli zombie sono quasi sempre:

  • Mobile (in grado di muoversi) ma tecnicamente morto, senza battito cardiaco o altri segni vitali
  • In uno stato di decomposizione (putrefazione), con pelle e occhi scoloriti
  • Non comunicativo (gemendo e ululando invece di parlare)
  • Privo di emozioni, senza pietà per le vittime
  • Affamato di carne umana (gli zombie di solito ignorano gli animali)
  • Goffo e violento
  • Vulnerabile alla distruzione del cervello (che li uccide).
  • Indifferente alle ferite, anche a quelle normalmente mortali, purché il cervello non sia danneggiato gravemente.
  • Contagioso: una persona che viene morsa da uno zombie diventerà uno zombie
  • Estremamente persistente
Uno zombie con la sua vittima nel film Plan 9 from Outer Space
Uno zombie con la sua vittima nel film Plan 9 from Outer Space

Pagine correlate


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3