Plebiscito

Un plebiscito o referendum è un tipo di voto, o di proposta di legge. Alcune definizioni di "plebiscito" suggeriscono che è un tipo di voto per cambiare la costituzione o il governo di un paese. Altri lo definiscono il contrario. L'Australia definisce il "referendum" come un voto per cambiare la costituzione e il "plebiscito" come un voto che non influisce sulla costituzione.

Ci sono due tipi di risultati

  • Obbligatorio - significa che il governo deve fare quello che dice il risultato
  • Consulenza - il risultato della votazione serve solo ad aiutare il governo a fare la scelta finale.

Di solito dipende dalla storia e dalla costituzione del paese che tipo di referendum/plebiscito viene utilizzato. In Svizzera il referendum è di solito obbligatorio, perché il popolo è visto come la fonte del mandato (potere) del governo. Ad esempio, durante la campagna per il reddito di base della Svizzera, il paese ha utilizzato un referendum nazionale per le votazioni.

Nel Regno Unito i referendum sono stati solo consultivi, perché il governo dice che sono le persone elette in Parlamento a prendere le decisioni. Il referendum sull'indipendenza della Scozia è stato un'eccezione. Era legalmente vincolante, ma non era un referendum dell'elettorato britannico. Era limitato ai residenti attuali della Scozia.

Un esempio di plebiscito proposto è stata la decisione del primo ministro greco George Papandreou del 2011 di lasciare che il popolo greco votasse se la nazione fortemente indebitata avrebbe accettato un pacchetto di salvataggio di 130 miliardi di euro dall'Unione Europea. L'idea ha sconvolto le nazioni della zona euro, poiché un "no" potrebbe significare il fallimento della Grecia sul suo debito nazionale, lasciando l'Unione Europea e la zona euro. Tuttavia, il voto è stato annullato.

Un altro esempio è stato il voto sulla Costituzione europea nel 2005. La votazione si è svolta in alcuni paesi. Francia e Paesi Bassi hanno indetto un referendum sull'argomento. In entrambi gli stati, gli elettori hanno detto no alla proposta e non è stata fatta alcuna costituzione.

I referendum separati simultanei svoltisi il 24 aprile 2004 nella Repubblica turca di Cipro del Nord e nella Repubblica di Cipro sul piano di soluzione globale del Segretario generale dell'ONU forniscono un ulteriore esempio di tale voto. Il piano è stato approvato nel referendum turco-cipriota con il 65%, mentre è stato respinto nel referendum greco-cipriota con il 75%.

Ad a votare sì al Trattato di Lisbona, da parte del governo irlandese, nel 2009.
Ad a votare sì al Trattato di Lisbona, da parte del governo irlandese, nel 2009.

Problemi con i referendum

Molti problemi politici possono essere risolti chiedendo al popolo la sua opinione, perché i sostenitori dell'argomento saranno costretti ad accettare la decisione del popolo. Tuttavia:

  • Si teme che gli elettori non abbiano sufficienti conoscenze politiche per capire veramente per cosa votano
  • I filosofi Platone e Madison pensavano che gli elettori si lasciassero persuadere troppo facilmente dai propri sentimenti interni su una questione, invece di concentrarsi sul bene della nazione. Vale a dire che votano egoisticamente.

AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3