Unione Europea

L'Unione Europea (abbreviazione: UE) è una confederazione di 27 paesi membri in Europa, istituita dal Trattato di Maastricht nel 1992-1993. L'UE è nata dalla Comunità Economica Europea (CEE), istituita dai trattati di Roma nel 1957. Ha creato uno spazio economico comune con leggi a livello europeo che consentono ai cittadini dei paesi dell'UE di spostarsi e di commerciare in altri paesi dell'UE quasi allo stesso modo dei loro. Diciannove di questi paesi condividono anche lo stesso tipo di denaro: l'euro.

Il Trattato di Lisbona è il più recente trattato che dice come viene gestita l'Unione. Ogni Stato membro ha firmato per dire che ognuno di loro è d'accordo con ciò che dice. La cosa più importante è che dice quali lavori ("poteri") l'Unione dovrebbe fare per i membri e quali lavori dovrebbero fare loro stessi. I membri decidono come l'Unione deve agire votando a favore o contro le proposte.

L'obiettivo dell'UE è quello di avvicinare i suoi Stati membri al rispetto dei diritti umani e della democrazia. Lo fa con uno stile comune di passaporto, regole comuni sul commercio equo tra di loro, accordi comuni sull'applicazione della legge e altri accordi. La maggior parte dei membri condivide una moneta comune (l'euro) e la maggior parte permette alle persone di viaggiare da un paese all'altro senza dover mostrare il passaporto.

Storia

Dopo la seconda guerra mondiale, i paesi europei volevano vivere insieme in modo pacifico e aiutarsi reciprocamente nell'economia. Invece di combattere l'uno contro l'altro per il carbone e l'acciaio, i primi paesi membri (Ovest) Germania, Francia, Italia, Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo hanno creato una Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio nel 1952.

Nel 1957, nella città italiana di Roma, i paesi membri firmano un altro trattato e fanno la Comunità Economica Europea. Ora era una comunità per il carbone, l'acciaio e per il commercio. In seguito ha cambiato il nome in Comunità Europea.

Nel 1993, con il trattato di Maastricht ha cambiato il suo nome in Unione Europea. Ora i paesi membri lavorano insieme non solo in politica ed economia (carbone, acciaio e commercio), ma anche nel campo del denaro, della giustizia (leggi) e degli affari esteri. Con l'accordo di Schengen, 22 paesi membri dell'UE hanno aperto le loro frontiere l'uno all'altro, così le persone possono ora viaggiare da un paese all'altro senza passaporto o carta d'identità. Ora già 16 paesi membri hanno sostituito la loro moneta nazionale con l'euro. 10 nuovi paesi sono diventati membri dell'UE nel 2004, altri 2 nel 2007 e 1 nel 2013. Oggi ci sono 27 paesi membri in tutto.

Quai d'Orsay (Parigi). Robert Schuman ha tenuto il discorso dando inizio al progetto per una Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio nel 1950
Quai d'Orsay (Parigi). Robert Schuman ha tenuto il discorso dando inizio al progetto per una Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio nel 1950

Libera circolazione

Una persona che è cittadino dell'Unione Europea può vivere e lavorare in uno qualsiasi dei 27 Stati membri senza bisogno di un permesso di lavoro o di un visto. Ad esempio, una persona francese può trasferirsi in Grecia per lavorarvi, o semplicemente per viverci, e non ha bisogno del permesso di un'autorità in Grecia.

Allo stesso modo, i prodotti realizzati in un paese membro possono essere venduti in qualsiasi altro paese membro senza permessi speciali o tasse extra. Per questo motivo, i membri concordano le regole sulla sicurezza dei prodotti - vogliono sapere che un prodotto realizzato in un altro paese sarà sicuro come lo sarebbe se fosse stato realizzato nel proprio.

Principali istituzioni

Istituzioni dell'Unione Europea

Parlamento Europeo

- Legislativo (casa bassa) -

Consiglio europeo

- Imposta l'impulso e la direzione -

Consiglio dell'Unione Europea

- Legislativo (casa superiore) -

Commissione Europea

- Esecutivo -

European Parliament

Members of the European Council 2011

EU Council room

European Commission building

  • agisce insieme al Consiglio in qualità di legislatore
  • è eletto dal popolo
  • si siede per cinque anni tra le elezioni
  • condivide con il Consiglio il potere di bilancio e decide in ultima istanza sul bilancio generale dell'UE
  • esercita il controllo democratico sulle istituzioni dell'UE, compresa la Commissione europea, e nomina i membri della Commissione
  • sede e sessioni plenarie a Strasburgo, la Segreteria Generale a Lussemburgo, si riunisce principalmente a Bruxelles
  • vertice dei capi di governo, presieduto dal Presidente del Consiglio europeo)
  • dà l'impulso necessario allo sviluppo e definisce gli obiettivi e le priorità generali
  • non legifererà
  • con sede a Bruxelles
  • è composto da ministri del governo degli Stati membri
  • agisce insieme al Parlamento come legislatore
  • esercita insieme al Parlamento il potere di bilancio
  • assicura il coordinamento della politica economica e sociale generale e definisce le linee guida per la politica estera e di sicurezza comune (PESC)
  • concludere accordi internazionali
  • con sede a Bruxelles
  • è il "governo"
  • ha un membro per ogni Stato membro
  • presenta proposte di nuovi atti legislativi al Parlamento e al Consiglio
  • attua la politica dell'UE e amministra il bilancio
  • garantisce il rispetto del diritto comunitario
  • negozia trattati internazionali
  • con sede a Bruxelles

 

Corte di Giustizia dell'Unione Europea

- La magistratura -

Corte dei conti europea

- Revisore finanziario -

Banca Centrale Europea

- Esecutivo monetario (banca centrale) -

ECJ room

ECA building

European Central Bank

  • garantire l'uniformità di interpretazione del diritto europeo
  • ha il potere di decidere le controversie legali tra gli Stati membri dell'UE, le istituzioni dell'UE, le imprese e i singoli individui
  • con sede in Lussemburgo
  • esamina il corretto utilizzo delle entrate e delle spese delle istituzioni dell'UE
  • con sede in Lussemburgo
  • forma insieme alle banche centrali nazionali il Sistema europeo di banche centrali e determina così la politica monetaria dell'UE
  • assicura la stabilità dei prezzi dell'euro controllando la massa monetaria dei paesi partecipanti
  • con sede a Francoforte sul Meno

Consiglio dell'Unione Europea

Il Consiglio dell'Unione europea è il principale gruppo decisionale. I ministri di gabinetto dei Paesi membri si riuniscono (ministri degli affari esteri, dell'agricoltura, della giustizia, ecc...) e discutono di questioni per loro importanti.

Prima del Trattato di Lisbona (scritto nel 2007, attuato nel 2008), ogni Stato membro diventa Presidente del Consiglio per sei mesi. Ad esempio, dal gennaio 2007 al luglio 2007, la Germania ha ricoperto la presidenza. Nei sei mesi precedenti, la presidenza è stata esercitata dalla Finlandia. Ora il presidente dell'Unione Europea presiede i vertici del Consiglio. Il Presidente del Consiglio è l'organizzatore e il manager e viene eletto per una durata di due anni e mezzo. Non ha il potere di prendere decisioni sull'Unione Europea come fa il Presidente degli Stati Uniti per quel paese.

I paesi membri con una popolazione numerosa (Germania, Francia, Regno Unito, ecc.) hanno più voti rispetto ai paesi con una popolazione ridotta (Lussemburgo, Malta, ecc.), ma non è possibile decidere se un numero sufficiente di paesi vota contro la decisione.

Due volte all'anno i capi di governo (Primi Ministri) e/o i capi di Stato (Presidenti) si incontrano per parlare delle questioni principali e prendere decisioni su diverse questioni. Questo incontro è diverso e non così formale. È noto come Consiglio europeo.

Nota: non è la stessa cosa del Consiglio d'Europa, che non fa parte dell'Unione Europea.

Commissione Europea

La Commissione europea gestisce la gestione quotidiana dell'UE e scrive leggi, come un governo. Le leggi scritte dalla Commissione vengono discusse e modificate dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell'Unione europea.

La Commissione ha un Presidente e 27 Commissari, selezionati dal Consiglio Europeo. Il Presidente della Commissione è nominato dal Consiglio europeo con l'approvazione del Parlamento europeo.

La Commissione opera come un governo di gabinetto. C'è un Commissario per ogni Stato membro, anche se i Commissari sono tenuti a rappresentare gli interessi dell'UE nel suo insieme piuttosto che il loro Stato di origine.

Parlamento Europeo

Vedi anche: Bilancio dell'Unione Europea

Il Parlamento ha un totale di 785 membri (chiamati Membri del Parlamento Europeo, o MEP). Essi sono eletti nei loro paesi ogni cinque anni dai cittadini dei paesi membri dell'Unione Europea. Il Parlamento può approvare, respingere o modificare le proposte di legge. Può anche licenziare la Commissione Europea. In tal caso, l'intera commissione dovrebbe rinunciare al proprio posto di lavoro.

Sistema politico dell'Unione Europea. L'unione ha sette organi (in blu).
Sistema politico dell'Unione Europea. L'unione ha sette organi (in blu).

Il Parlamento è l'unico organo eletto direttamente
Il Parlamento è l'unico organo eletto direttamente

Politica

Ci sono molte discussioni nell'UE su come dovrebbe svilupparsi e cambiare in futuro.

I principali motivi per cui i paesi europei si sono uniti sono di natura politica ed economica:

Stati membri

Nel 1951, sei paesi hanno fatto della Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio una versione di base di ciò che l'UE è oggi. Questi sei paesi si sono poi spinti oltre e nel 1957 hanno creato la Comunità economica europea e la Comunità europea del carbone e dell'acciaio. Il Regno Unito e altri paesi decisero di non aderirvi, e quando il Regno Unito cambiò idea fu fermato dal presidente francese Charles de Gaulle. Quando lui non fu più presidente, il Regno Unito e altri iniziarono ad aderire. Oggi ci sono 27 membri, ma l'idea che altri dovrebbero aderire non è vista da tutti come una buona idea.

Fondatori nel 1957

Iscritto nel 1973

Iscritto nel 1981

Sinistra nel 1985

Iscritto nel 1986

Iscritto nel 1995

Iscritto nel 2004

Iscritto nel 2007

Iscritto nel 2013

  •  Croazia

A sinistra nel 2020

  1. La Germania orientale e la Germania occidentale sono diventate un unico paese nel 1990. Da allora tutta la Germania è un paese membro dell'UE.
  2. La Groenlandia è entrata a far parte della Danimarca, ma in seguito ha ricevuto un certo potere di autogoverno. Con questo potere, ha deciso di lasciare la CEE.
  3. Sebbene Cipro del Nord faccia ufficialmente parte di Cipro (e dell'UE), in realtà non è controllata dal governo di Cipro e i suoi passaporti non sono accettati dai membri dell'UE.

La Serbia, il Montenegro, la Repubblica di Macedonia, la Turchia e l'Islanda sono "paesi candidati"; sono stati presi in considerazione per l'adesione. Seguiranno l'Albania, la Bosnia-Erzegovina e il Kosovo.

Tuttavia, poiché di recente in Turchia si sono verificati molti problemi politici, soprattutto con l'arresto da parte del presidente Erdogan di decine di migliaia di rivali politici dopo il fallito tentativo di colpo di stato del 15 luglio 2016, è improbabile che gli venga permesso di entrare a far parte dell'UE in tempi brevi, perché i membri dell'UE ritengono che l'attuale governo turco non rispetti i diritti umani, lo stato di diritto o la democrazia.

Gli Stati membri dell'Unione Europea evidenziati in marrone chiaro.
Gli Stati membri dell'Unione Europea evidenziati in marrone chiaro.

Motto

Uniti nella diversità (o insieme a molti tipi di persone in inglese semplice), è il motto dell'Unione Europea.

Il motto in altre lingue:

  • Bulgaro: Обединен в многоообразието
  • Croato: Ujedinjeni u različitosti
  • Ceco: Jednotná v rozmanitosti
  • Danese: Forenet i mangfoldighed
  • Olandese: In verscheidenheid verenigd
  • Estone: Ühinenud mitmekesisuses
  • Finlandese: Moninaisuudessaan yhtenäinen
  • Francese: Unie dans la diversité
  • Tedesco: Uniti nella diversità
  • Greco: Ενωμένοι στην πολυμορφία
  • Ungherese: Egység a sokféleségben
  • Irlandese: Ní ceart go cur le chéile
  • Italian: Uniti nella diversità
  • Lettone: Vienota dažādībā dažādībā
  • Lituana: Suvienijusi įvairovę
  • Maltese: Magħquda fid-diversità
  • Polacco: Uniti nella diversità
  • Portoghese: Unida na diversidade
  • Rumeno: Uniţi în diversitate
  • Slovacco: Zjednotení v rozmanitosti
  • Sloveno: Združena v raznolikosti
  • Spagnolo: Unida en la diversidad
  • Svedese: Förenade i mångfalden



Brexit

Il 23 giugno 2016 il Regno Unito ha indetto un referendum per decidere se restare nell'UE o lasciarla. La maggioranza [52% al 48%] è favorevole alla partenza. La Gran Bretagna che lascia l'UE è comunemente nota come Brexit.

Il governo del Regno Unito ha fatto scattare l'articolo 50 del Trattato sull'Unione europea (il Trattato di Lisbona) il 29 marzo 2017. In questo modo sono iniziati i negoziati con gli altri membri dell'UE sulle condizioni di uscita. Il calendario di questi negoziati è di due anni, il che significa che il Regno Unito rimarrà membro dell'UE almeno fino al marzo 2019. Tuttavia questo termine è stato successivamente prorogato al 31 ottobre 2019 su richiesta del governo britannico. Il Regno Unito ha lasciato l'Unione Europea il 31 gennaio 2020 alle 23:00, ora di Greenwich.

Pagine correlate

  • Cittadinanza dell'Unione Europea
  • Multilinguismo
  • Brexit

AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3