Campo di sterminio di Treblinka

Treblinka era un campo di sterminio nazista durante la seconda guerra mondiale. Si trovava in Polonia, che a quel tempo era controllata dalla Germania. Il campo era in una foresta a nord-est di Varsavia.

L'obiettivo dei campi di sterminio come Treblinka era di uccidere milioni di persone il più velocemente possibile. Treblinka fu aperta dal 23 luglio 1942 al 19 ottobre 1943, durante l'Operazione Reinhard, la parte più letale dell'Olocausto. A Treblinka, i nazisti uccisero almeno 700.000 e 900.000 persone ebree, e almeno 2.000 persone rom. I nazisti uccisero più ebrei a Treblinka che in qualsiasi altro campo di morte oltre ad Auschwitz.

Treblinka I: Campo di lavoro

I funzionari nazisti aprirono Treblinka nel novembre 1941 come campo di lavoro forzato. I nazisti mandarono due gruppi di persone a Treblinka per lavorare come schiavi:

  • Popolo ebraico; e
  • Polacchi non ebrei che si erano messi nei guai

Tuttavia, tenevano gli ebrei e i polacchi in parti separate del campo.

La maggior parte dei prigionieri di Treblinka lavorava in una cava di ghiaia; in una zona di irrigazione; o nella foresta, dove tagliavano la legna per alimentare i forni di cremazione del campo.

Tra il 1941 e il 1944, più di 20.000 persone furono prigioniere a Treblinka I. Più della metà di loro morirono per fame, malattie, maltrattamenti ed esecuzioni sommarie (esecuzioni senza processo).

Treblinka II: campo di morte

Nel luglio 1942, i nazisti finirono di costruire Treblinka II, un campo di morte, a circa un miglio dal campo di lavoro (Treblinka I). In questo periodo storico, i nazisti stavano già uccidendo persone in altri due campi di sterminio: Belzec e Sobibor.

I nazisti commisero un genocidio a Treblinka fino al novembre 1943. Hanno ucciso fino a 925.000 persone ebree nel campo. Molti di loro furono uccisi con il monossido di carbonio nelle camere a gas.

Sonderkommando

La maggior parte degli uomini ebrei che furono mandati a Treblinka furono uccisi subito. Tuttavia, alcuni furono scelti per essere le sue unità di schiavi-lavoratori, chiamate Sonderkommando. Quando i nazisti uccidevano le persone nelle camere a gas, obbligavano i Sonderkommando a seppellire i corpi delle vittime in fosse comuni. Questi corpi furono riesumati nel 1943 e cremati su grandi pire all'aperto, insieme ai corpi di nuove vittime.

All'inizio di agosto 1943, il Sonderkommando si ribellò. Diverse guardie naziste furono uccise e circa 200 prigionieri fuggirono dal campo; quasi un centinaio sopravvisse al successivo inseguimento. A causa di questo, nell'ottobre 1943, i nazisti smisero di uccidere i prigionieri nelle camere a gas di Treblinka.

Distruzione

Alla fine di luglio 1944, le truppe sovietiche si stavano avvicinando a Treblinka. Nel campo erano rimasti tra i 300 e i 700 prigionieri ebrei. Le guardie naziste li uccisero tutti. I nazisti poi distrussero rapidamente il campo. Prima di fuggire, costruirono una fattoria per un guardiano e spianarono il terreno per cercare di nascondere le prove del loro genocidio. Poi scapparono dal campo.

Durante l'ultima settimana di luglio 1944, le truppe sovietiche arrivarono a Treblinka.

Pagine correlate


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3