Campo di concentramento di Auschwitz

Auschwitz era un gruppo di campi diconcentramento gestiti dalla Germania nazista durante la seconda guerra mondiale. Ad Auschwitz c'erano tre grandi campi, e tre più piccoli. Auschwitz I era il campo principale, che tenne prigionieri dal 1940 al 1945. Auschwitz II (Birkenau) era il più grande campo di sterminio (campo di sterminio) gestito dalla Germania nazista durante l'Olocausto. Auschwitz III (Monowitz) e i sottocampi erano campi di lavoro forzato dove i prigionieri lavoravano come schiavi. Questi campi furono istituiti perché c'erano troppi prigionieri polacchi e non c'era abbastanza spazio nelle prigioni "locali" per trattenerli.

I campi di Auschwitz si trovavano in una città della Polonia chiamata . ("Auschwitz" è il nome tedesco di "Oświęcim"). In tedesco, Auschwitz era chiamata Konzentrationslager Auschwitz (KZ Auschwitz), che significa "campo di concentramento di Auschwitz". Era anche chiamato Vernichtungslager Auschwitz (VL Auschwitz), che significa "campo di sterminio di Auschwitz".

Lo Schutzstaffel (SS), guidato da Heinrich Himmler, gestiva i campi di sterminio e i campi di concentramento nella Germania nazista.

Nessuno sa esattamente quante persone sono state mandate ad Auschwitz, o quanti vi sono morti. Tuttavia, gli storici stimano che tra il 1940 e il 1945 i nazisti inviarono ad Auschwitz almeno 1,3 milioni di persone. Circa 1,1 milioni di queste persone sono morte o sono state uccise ad Auschwitz.

Il cancello principale di Auschwitz I. Il cartello recita Arbeit Macht Frei, che significa che il lavoro ti libererà.
Il cancello principale di Auschwitz I. Il cartello recita Arbeit Macht Frei, che significa che il lavoro ti libererà.

L'ingresso principale di Auschwitz II, il campo di sterminio di Auschwitz
L'ingresso principale di Auschwitz II, il campo di sterminio di Auschwitz

Famosa foto di bambini ebrei ungheresi e di un'anziana donna sulla strada per le camere a gas di Auschwitz II (1944).
Famosa foto di bambini ebrei ungheresi e di un'anziana donna sulla strada per le camere a gas di Auschwitz II (1944).

Background

I campi di sterminio erano diversi dai campi di concentramento. A partire dal 1940, i nazisti costruirono circa 150 campi di concentramento e molti altri sottocampi. Tuttavia, c'erano solo sei campi di sterminio nella Germania nazista, tutti nell'Europa orientale:

  • Auschwitz II (Birkenau)

·          

  • Sobibór
  • Majdanek
  • Bełżec
  • Treblinka
  • Chelmno

Nei campi di sterminio, quasi tutti sono stati uccisi subito dopo essere arrivati nei campi. I nazisti uccisero circa 3,0-3,5 milioni di persone in questi campi di sterminio. Il 90% di loro erano ebrei.

Selezione

Ogni giorno le autorità naziste portavano molti prigionieri ad Auschwitz sui treni. I medici delle SS del campo separavano questi prigionieri in tre gruppi. Questo era chiamato "selezione". La selezione era il modo in cui le SS decidevano in quale campo di Auschwitz ogni prigioniero sarebbe andato.

Morte

La maggior parte dei prigionieri inviati ad Auschwitz sono stati selezionati per la morte. Questo significa che le SS decisero che dovevano essere uccisi subito. Di solito, le SS mettevano tutti i bambini, la maggior parte delle donne, tutti gli anziani, le persone che sembravano malate, e le persone che sembravano non poter lavorare in questo gruppo. Le guardie delle SS portarono queste persone direttamente nelle camere a gas di Auschwitz e le uccisero con gas velenoso. Usavano una forma di cianuro di idrogeno, un tipo di gas velenoso chiamato agente ematico. Chiamavano questo gas velenoso ZyklonB. Questo gas era un modo molto efficiente di uccidere i prigionieri, e poteva uccidere chiunque vi fosse esposto in 20 minuti.

Primo Levi, un prigioniero sopravvissuto ad Auschwitz, in seguito scrisse di come erano le selezioni:

In meno di dieci minuti tutti gli uomini in forma [sani] erano stati riuniti in gruppo. Ognuno di noi era stato giudicato capace o meno di lavorare utilmente per il [Terzo] Reich [....nostro [gruppo] non più di novantasei uomini e ventinove donne entrarono nei [campi], e che di tutti gli altri, più di cinquecento in numero, nessuno viveva due giorni dopo...

 

Così, in un istante, le nostre donne, i nostri genitori, i nostri figli sono scomparsi. Li abbiamo visti per un breve periodo come una massa oscura all'altro capo della piattaforma; poi non abbiamo visto più nulla.

Lavoro forzato

Le SS hanno selezionato alcune persone forti e sane per essere lavoratori schiavi. Lavoravano ad Auschwitz I, in una fabbrica della IG Farben ad Auschwitz III e nelle fabbriche di munizioni nei sottocampi. I documenti dicono che tra il 1940 e il 1945, circa 405.000 persone lavorarono come schiavi, e circa l'84% di loro (340.000) morirono.

Oskar Schindler, un imprenditore tedesco, ha salvato circa 1.000 ebrei dalla Polonia. Li ha mandati via nella sua fabbrica, e questi ebrei sono sopravvissuti.

Lavori speciali

Gli ufficiali delle SS hanno scelto un terzo gruppo di persone che potevano utilizzare per lavori speciali o esperimenti medici. Per esempio:

  • Uno dei medici del campo, Joseph Mengele, era interessato a gemelli e nani. Le SS mandavano queste persone all'"ospedale" del campo affinché Mengele potesse fare esperimenti medici su di loro.
  • Le SS hanno scelto alcune persone per aiutare a sorvegliare gli altri prigionieri. Spesso hanno scelto criminali violenti per questo lavoro. Chiamavano queste persone "kapos".
  • Le SS hanno anche scelto alcune persone per lavorare dentro e intorno alle camere a gas e ai crematori. Chiamavano queste persone Sonderkommando.

Kapos e Sonderkommandos hanno permesso a un piccolo numero di guardie delle SS di controllare decine di migliaia di prigionieri ad Auschwitz. In totale, circa 7.000 membri delle SS lavorarono ad Auschwitz. p. 40

Foto di una selezione. Le persone inviate a sinistra saranno immediatamente uccise nelle camere a gas. Le persone inviate a destra vengono scelte come schiaviste
Foto di una selezione. Le persone inviate a sinistra saranno immediatamente uccise nelle camere a gas. Le persone inviate a destra vengono scelte come schiaviste

I campi

Auschwitz I

Auschwitz Ero l'ufficio per tutti i campi del complesso di Auschwitz.

I nazisti tennero prigionieri ad Auschwitz dal 14 giugno 1940 al 27 gennaio 1945.p. 128

Prigionieri

I primi prigionieri di Auschwitz I erano 728 persone provenienti dalla Polonia. Uno di questi prigionieri era Kazimierz Albin. Sopravvisse ad Auschwitz. Più tardi scrisse di come iniziò il primo giorno ad Auschwitz:

Dovevamo metterci in fila in cinque file... Frizsch ha annunciato: "Questo è il campo di concentramento di Auschwitz... Ogni resistenza o disobbedienza sarà punita senza pietà. Chiunque disobbedisce ai superiori, o cerca di fuggire, sarà condannato a morte. Qui i giovani e i sani non vivono più di tre mesi. I sacerdoti un mese, gli ebrei due settimane. C'è solo una via d'uscita attraverso i camini del crematorio".

I successivi sono stati 48 uomini omosessuali provenienti dalla Germania. Poi arrivarono gli ebrei come prigionieri.

Dal 1940 al 1941, in qualsiasi momento, ad Auschwitz I ci sono stati tra i 13.000 e i 16.000 prigionieri. La maggior parte di questi prigionieri non erano ebrei, perché la maggior parte dei prigionieri ebrei fu inviata ad Auschwitz II.

Ad Auschwitz, i prigionieri dovevano mettere dei segni sulle loro uniformi per mostrare il motivo per cui erano stati mandati ad Auschwitz. Per esempio, i prigionieri ebrei dovevano cucire due triangoli gialli sui loro vestiti, a forma di stella di David. Gli omosessuali dovevano cucire un triangolo rosa sui loro vestiti. Le SS diedero anche ad ogni prigioniero un numero di serie e tatuarono il numero sul corpo dei prigionieri. Le SS non chiamavano mai i prigionieri con il loro nome, ma solo con il loro numero.

Le condizioni di vita ad Auschwitz erano pessime. I prigionieri avevano pochissimo cibo. Non c'erano servizi igienici, il che rendeva facile la diffusione delle malattie. Molti prigionieri morivano di malattie, di fame e di freddo fino alla morte.

La domenica i prigionieri dovevano pulire le loro caserme e potevano fare la doccia.

Punizioni e torture

Le SS costruirono molti tipi di stanze per punire e torturare i prigionieri. Queste includevano:

  • Cellule stazionarie: Erano stanze di 1,5 metri quadrati. Le SS tenevano quattro persone in una di queste stanze. Le stanze erano così piccole che i prigionieri dovevano stare in piedi tutta la notte. Poi avrebbero dovuto lavorare durante il giorno.
  • Celle della fame: Le SS rinchiudevano i prigionieri in queste stanze e non davano loro né acqua né cibo. Lasciavano i prigionieri a morire di disidratazione o di fame.
  • Celle di soffocamento: Erano stanze con una sola piccola finestra. Le SS rinchiudevano molti prigionieri in queste stanze. Mentre i prigionieri respiravano l'ossigeno nella stanza, ne rimaneva sempre meno. Alla fine, rimaneva così poco ossigeno nella stanza che i prigionieri soffocavano.

A volte le SS legavano le mani di un prigioniero dietro la schiena e lo appendevano per i polsi. In questo modo si rompevano le articolazioni delle spalle della persona. Le SS lasciavano i prigionieri appesi in questo modo per ore o giorni, a volte fino alla morte.

Le SS appesero anche alcuni prigionieri per il collo, in modo che morissero di una morte lenta e dolorosa.

Camere a gas

Le SS tentarono di uccidere i prigionieri con lo Zyklon B per la prima volta ad Auschwitz I, il 3 settembre 1941.

Nel loro primo test, le SS hanno usato lo Zyklon B su 600 prigionieri di guerra dell'Unione Sovietica e circa 250 polacchi. p. 88 Quando il gas ha ucciso questi prigionieri, le SS si sono rese conto che potevano uccidere le persone molto più velocemente con lo Zyklon B che sparando loro. Costruirono una camera a gas, dove potevano uccidere più di 700 persone alla volta. p. 160 Costruirono anche un crematorio nel blocco 11 del campo. p. 160

Dal 1941 al 1942, le SS hanno ucciso circa 60.000 persone in questa camera a gas. Dopo il 1942, fecero della camera a gas un rifugio antiaereo in cui le SS si sarebbero nascoste se gli aerei alleati avessero lanciato bombe nelle vicinanze. pp. 123-124

Oggi la camera a gas esiste ancora. È stata ricostruita, utilizzando le sue parti originali. Ora fa parte del museo di Auschwitz.

Donne detenute

Il 26 marzo 1942 le SS inviarono le prime donne prigioniere ad Auschwitz.

Dal marzo 1941 al gennaio 1945 circa, il dottor Carl Clauberg, nazista, fece esperimenti medici su molte donne ad Auschwitz. Voleva trovare un modo per sterilizzare milioni di persone nel modo più semplice e veloce possibile. Provò ad usare raggi X, chirurgia e farmaci per sterilizzare le donne prigioniere. Il piano dei nazisti era di sbarazzarsi ditutti quelli che non erano "ariani". Come parte di questo piano, i nazisti sterilizzarono molte persone in modo da non poter avere figli che non fossero "ariani". p. 73

Nel 1943, Heinrich Himmler ordinò alle SS di creare un bordello ad Auschwitz. Le prigioniere non ebree furono costrette a lavorare nel bordello. Ai prigionieri che erano importanti per i nazisti, come kapo e cuochi, fu permesso di usare il bordello come ricompensa. Heinrich Himmler ordinò anche ai prigionieri omosessuali di visitare il bordello ogni settimana. Pensava che questo li avrebbe "curati" dall'essere omosessuali.

Johanna Langefeld, Maria Mandel ed Elisabeth Volkenrath si occupavano delle donne detenute ad Auschwitz.

Dr. Mengele

Il criminale Joseph Mengele ha fatto esperimenti medici su molti prigionieri, specialmente su gemelli, nani e persone con disabilità fisiche. Tutti questi esperimenti erano molto rozzi e dolorosi. Per esempio, Mengele ha castrato alcuni prigionieri senza usare anestetici. Molte donne e molti uomini sono morti durante questi esperimenti.

Mengele era anche responsabile dell'"ospedale" del campo di Auschwitz. Non era un ospedale normale. Ci lavoravano i detenuti che erano medici, come Gisella Perl. Cercavano di aiutare i prigionieri malati o feriti, ma non avevano medicine o materiale medico, nemmeno bende pulite o acqua corrente. Se i pazienti non si riprendevano in fretta, Mengele li mandava nelle camere a gas, o i medici nazisti li uccidevano iniettando loro del fenolo.

Auschwitz II (Birkenau)

Auschwitz II fu il campo di sterminio di Auschwitz. Era anche chiamato Birkenau (si pronunciava "BEER-kin-now"), che significa "il bosco di betulle" (foresta). Oggi, Birkenau è spesso chiamata solo "Auschwitz".

I nazisti iniziarono a costruire Auschwitz II nell'ottobre 1941, perché Auschwitz I stava diventando troppo affollata. Ormai Adolf Hitler aveva deciso di uccidere tutto il popolo ebraico. I nazisti chiamarono questo piano la "Soluzione Finale". Poco dopo la sua costruzione, Heinrich Himmler ordinò che Auschwitz II fosse usato come centro di uccisione. Il suo obiettivo sarebbe stato quello di uccidere ogni prigioniero che vi fosse stato mandato.

Auschwitz II aveva quattro camere a gas. I nazisti facevano sembrare le camere a gas come delle docce. Convinsero i prigionieri che andavano nelle camere a gas per fare la doccia. p. 160 Poi lasciarono cadere lo Zyklon B nelle camere a gas e uccisero tutti quelli che si trovavano dentro. I cadaveri furono ridotti in cenere nei quattro crematori di Auschwitz II. p. 160

Auschwitz II fu il più grande campo di sterminio gestito dalla Germania nazista durante l'Olocausto. Le SS uccisero più persone ad Auschwitz che in qualsiasi altro campo di sterminio nazista. Le SS costruirono le camere a gas di Auschwitz II in modo che 2.000 persone potessero entrarvi contemporaneamente. Questo significava che erano in grado di uccidere circa 2.000 persone ogni 30 minuti nelle camere a gas.

Auschwitz III (Monowitz)

Auschwitz III si chiamava anche Monowitz (si pronunciava "MOW-no-vitz"). A Monowitz e nei 48 sottocampi che la circondano, i prigionieri lavoravano come schiavi nella fabbrica della IG Farben e nelle fabbriche che producevano armi per l'esercito tedesco. p. 53

La fabbrica IG Farben a Monowitz ha aperto nel 1941. Nell'ottobre 1942 i prigionieri erano stati costretti a costruire il campo di Monowitz, in modo che i lavoratori schiavi potessero viverci. La IG Farben pagò la costruzione del campo. Questo fece di Monowitz il primo campo di concentramento della storia ad essere pagato e costruito da un'azienda privata. p. 53

Tra il 1941 e il 1945, circa 35.000 prigionieri lavoravano nella fabbrica della IG Farben. Sette di questi prigionieri su dieci (circa 25.000) morirono di fame, di malattia, e furono costretti a lavorare così duramente. pp. 51, 53, 55 Il prigioniero medio visse solo tre mesi dopo essere stato mandato a Monowitz. p. 56

I dirigenti della fabbrica della IG Farben cercavano sempre di far lavorare più duramente i prigionieri. Spesso minacciavano i prigionieri dicendo che sarebbero stati mandati nelle camere a gas se non avessero lavorato più duramente. p. 56 Ogni mese, il 20% degli schiavi lavoratori della fabbrica (uno su cinque) moriva o veniva mandato nelle camere a gas.

Con latrine come queste, ad Auschwitz l'igiene era impossibile
Con latrine come queste, ad Auschwitz l'igiene era impossibile

Blocco 11 ad Auschwitz. Il suo scopo era quello di punire e torturare i prigionieri
Blocco 11 ad Auschwitz. Il suo scopo era quello di punire e torturare i prigionieri

Gemelli ebrei che sono stati tenuti in vita per essere usati negli esperimenti medici di Mengele. Furono liberati da Auschwitz dall'Armata Rossa nel gennaio 1945
Gemelli ebrei che sono stati tenuti in vita per essere usati negli esperimenti medici di Mengele. Furono liberati da Auschwitz dall'Armata Rossa nel gennaio 1945

Comandanti

Fino all'estate del 1943, Rudolf Höss era il comandante di Auschwitz. p. 193 Dopo di lui, Arthur Liebehenschel e Richard Baer divennero comandanti del campo.

Dopo la seconda guerra mondiale, Höss ha scritto un'autobiografia. Fornì molti dettagli sui campi di Auschwitz. Ai processi di Norimberga, ricevette la pena di morte. Fu impiccato davanti al crematorio di Auschwitz I.

Resistenza

Nel 1943, molti gruppi di resistenza si erano formati all'interno dei campi di Auschwitz. Erano gruppi che cercavano di combattere contro i nazisti, in ogni modo possibile.

Gruppi di resistenza hanno aiutato alcuni prigionieri a fuggire da Auschwitz. Queste persone hanno portato al mondo informazioni sugli omicidi avvenuti ad Auschwitz.

Tuttavia, se un prigioniero scappava, le SS uccidevano molti altri prigionieri. A volte, portavano i familiari dei prigionieri evasi ad Auschwitz. Le SS facevano queste cose in modo che gli altri prigionieri non cercassero di fuggire. In totale, circa 700 prigionieri cercarono di fuggire dai tre diversi campi di Auschwitz. Di questi 700, circa 300 sono riusciti a fuggire.

Alcuni dei Sonderkommando di Auschwitz hanno combattuto contro le SS. Per esempio, nel 1944, alcuni del Sonderkommando di Auschwitz fecero saltare in aria uno dei crematori del campo.

Sempre nel 1944, i membri del Sonderkommando scattarono segretamente delle foto all'interno di Auschwitz. Queste sono le uniche immagini che mostrano l'omicidio di massa che stava avvenendo ad Auschwitz. I membri della resistenza polacca aiutarono a far uscire di nascosto le fotografie dal campo.

Le informazioni

Gli Alleati ottennero alcune informazioni sui campi di Auschwitz tra il 1941 e il 1944. Tuttavia, non credevano che così tante persone fossero state uccise ad Auschwitz. Poi due persone, Rudolf Vrba e Alfred Wetzler, fuggirono da Auschwitz. Scrissero rapporti su quanto stava accadendo ad Auschwitz. Da questi rapporti i leader alleati hanno appreso la verità su Auschwitz a metà del 1944.

Nel 1944, gli aerei alleati avevano scattato alcune fotografie della zona, tra cui Auschwitz. Tuttavia, nessuno ha studiato queste fotografie. La prima volta che qualcuno ha guardato queste foto con attenzione è stato negli anni Settanta.

Un tempo gli Alleati avevano pianificato di bombardare i campi. Ma hanno deciso di non farlo, perché non volevano uccidere i prigionieri. Infatti, alcuni aerei hanno sganciato bombe su obiettivi militari nelle vicinanze. Una bomba è caduta sul campo. Uccise 315 prigionieri e ne ferì altri 1425.

Si discute ancora su ciò che gli Alleati avrebbero potuto fare per salvare un maggior numero di prigionieri ad Auschwitz.

Una delle foto del Sonderkommando (ritagliata), che mostra le vittime della camera a gas che vengono bruciate
Una delle foto del Sonderkommando (ritagliata), che mostra le vittime della camera a gas che vengono bruciate

Libertà

Alla fine del 1944, l'Armata Rossa era vicina ad Auschwitz. Le SS fecero saltare in aria le camere a gas a Birkenau per nascondere ciò che avevano fatto. Distrussero anche molti altri edifici e documenti. pp. 125-127 Il 17 gennaio 1945, le guardie SS dei campi cominciarono a lasciare Auschwitz. Costrinsero più di 58.000 prigionieri a marciare verso ovest verso le città di Gliwice o Wodzilaw. All'arrivo di queste città furono trasportati in treno nei campi di concentramento in Germania. Lasciarono dietro di sé solo quelli che non potevano marciare. Circa 38.000 prigionieri morirono durante la marcia forzata. pp. 125-127

Il 27 gennaio 1945, i soldati del 322° Fanteria dell'Armata Rossa raggiunsero Auschwitz. Trovarono e liberarono circa 7.500 prigionieri. p. 128

Morti

Nessuno sa esattamente quante persone sono morte ad Auschwitz, o in altri campi nazisti. Le SS tenevano dei registri, ma ne distrussero la maggior parte.

Gli storici hanno usato molti modi diversi per stimare quante persone sono morte ad Auschwitz. Per esempio, hanno studiato ciò che hanno detto i testimoni al processo di Norimberga. Alcune persone che sono sopravvissute ad Auschwitz hanno anche aiutato a stimare quante persone sono morte ad Auschwitz.

Tuttavia, molte persone e molti governi diversi non sono d'accordo su questo:

  • I governi comunisti dell'Unione Sovietica e della Polonia hanno detto che 4 milioni di persone sono morte ad Auschwitzpp. 132–133
  • Rudolf Höss ha detto che lì sono morte tra i 2,5 e i 3 milioni di persone. In seguito ha scritto di aver commesso un errore, dicendo che "la cifra di due milioni e mezzo [è] troppo alta".
  • Adolf Eichmann ha detto che il numero di morti è stato di 2 milioni
  • Nel 1983, lo studioso francese George Wellers è stato uno dei primi ad usare i registri delle deportazioni naziste per stimare il numero di morti ad Auschwitz. Egli calcolò che morirono 1,613 milioni di persone, tra cui 1,42 milioni di ebrei e 146.000 polacchi.
  • Più o meno nello stesso periodo, Franciszek Piper ha utilizzato le registrazioni degli arrivi dei treni e delle deportazioni per calcolare 1,1 milioni di morti di ebrei, 140.000-150.000 morti di polacchi e 23.000 morti di rom.

Il Museo della Memoria dell'Olocausto degli Stati Uniti afferma che queste sono "le migliori stime del numero di vittime" ad Auschwitz tra il 1940 e il 1945:

Numero totaleInviato
ad Auschwitz

Numero Killedat
Auschwitz

PercentualeKilled

Ebrei

1,095,000

960,000

88%

Popolo polacco

147,000

74,000

50%

Roma

23,000

21,000

91%

Prigionieri di guerra sovietici

15,000

15,000

100%

Altre persone

25,000

12,000

48%

Totali

1,3 milioni

1,08 milioni

83%

Dopo la guerra

Museo

Qualche anno dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, il governo polacco decise di ricostruire Auschwitz e di mettervi un museo. Ripararono alcuni dei campi. A volte hanno fatto piccole modifiche rispetto all'allestimento originale.

Il museo ha molte parti e reperti. Essi includono:

  • Auschwitz II e i resti delle camere a gas.
  • Circa 110.000 scarpe da uomo, donna e bambino. Le scarpe appartenevano a persone uccise ad Auschwitz.
  • Circa 3.800 valigie, che le persone inviate ad Auschwitz hanno portato con sé. Quando la gente fu mandata ad Auschwitz, i nazisti dissero loro che sarebbero andati a vivere in un altro posto. Così la gente portava valigie con molte cose di cui pensava di aver bisogno.
  • Altre cose che la gente mandava ad Auschwitz portavano con sé. Tra queste, oltre 12.000 utensili da cucina, occhiali, vestiti e molte altre cose.
  • Cose che le SS usavano per uccidere i prigionieri. Questi includono soffioni doccia finti per le camere a gas; lattine di Zyklon B; la porta di una delle camere a gas; e un forno crematorio.

Nel 1947 il museo fu aperto al pubblico. Più tardi, la gente sparse le ceneri delle vittime di Auschwitz tra le capanne dove vivevano i prigionieri. Vedono l'intera area come un cimitero.

Altri riconoscimenti

Nel 1979 l'Associazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) ha fatto di Auschwitz un patrimonio mondiale.

Sempre nel 1979 il Papa polacco Giovanni Paolo II ha celebrato la Messa ad Auschwitz II.

Negli anni Ottanta, Papa Giovanni Paolo II ha fatto diventare sante cattoliche due persone uccise ad Auschwitz:

  • Massimiliano Kolbe, un sacerdote polacco. I nazisti lo mandarono ad Auschwitz perché aiutava i rifugiati ebrei. Quando tre uomini fuggirono da Auschwitz, le SS scelsero altri dieci prigionieri da far morire di fame per vendetta. Quando uno di quei prigionieri cominciò a piangere per la sua famiglia, Kolbe si offrì volontario per essere ucciso al suo posto.
  • Edith Stein, una donna ebrea che si è convertita al cattolicesimo ed è diventata suora carmelitana. Le SS la uccisero nelle camere a gas di Auschwitz.

Nel 2005, le Nazioni Unite hanno indetto il 27 gennaio la Giornata internazionale della Memoria dell'Olocausto. Hanno scelto il 27 gennaio perché è il giorno in cui l'Armata Rossa ha liberato Auschwitz.

Il 27 gennaio 2005 il Parlamento europeo ha celebrato l'anniversario della liberazione di Auschwitz con un minuto di silenzio. Il Parlamento europeo ha anche approvato una risoluzione in cui si afferma che l'assassinio di circa 1,5 milioni di persone nei campi di Auschwitz è stato terribile. Il Parlamento ha dichiarato di aver approvato la risoluzione anche a causa "dell'inquietante aumento dell'antisemitismo, e soprattutto degli incidenti antisemitici, in Europa, e per aver imparato di nuovo le più ampie lezioni sui pericoli di vittimizzare le persone sulla base della razza, dell'origine etnica, della religione, della classificazione sociale, della politica o dell'orientamento sessuale".

Controversie

Dopo la seconda guerra mondiale, i governi comunisti dell'Unione Sovietica e della Polonia hanno messo un cartello commemorativo ad Auschwitz. Il cartello diceva che ad Auschwitz morirono 4 milioni di persone. Dopo la caduta del governo comunista in Polonia nel 1989, il cartello fu cambiato per dire che lì morirono 1,1 milioni e mezzo di persone. Le persone che cercano di negare l'Olocausto usano questa differenza per affermare che l'Olocausto era propaganda. Tuttavia, l'Olocausto è un fatto storico, e le SS hanno ucciso almeno 1,1 milioni di persone ad Auschwitz.

A partire dal 1989, il governo polacco e i media hanno sostenuto che non era giusto usare il nome "campi di sterminio polacchi" per descrivere i campi di Auschwitz. Dicevano che questo nome faceva sembrare che la Polonia gestisse i campi di sterminio. In realtà, la Germania nazista aveva preso il controllo della Polonia e i nazisti gestivano i campi di sterminio. p. 73 Nel 2006 il governo polacco ha chiesto all'UNESCO di cambiare il nome del patrimonio mondiale di Auschwitz. Voleva che l'UNESCO cambiasse il nome da "Campo di concentramento di Auschwitz" a "Ex campo di concentramento nazista tedesco Auschwitz-Birkenau". Il governo polacco pensava che in questo modo si sarebbe evitato di ingannare il pubblico e si sarebbe dimostrato che il campo era gestito dalla Germania nazista e non dalla Polonia. Nel 2007 l'UNESCO ha approvato e cambiato il nome del sito in "Auschwitz Birkenau": Campo di concentramento e sterminio nazista tedesco (1940-1945)".

Il governo polacco aveva permesso di girare nei siti per due film e una serie televisiva. Tuttavia, in alcuni casi, non hanno permesso le riprese all'interno dei campi. Nel febbraio 2006 la Polonia ha rifiutato il visto ad alcuni ricercatori iraniani che volevano visitare Auschwitz. Lo hanno fatto perché il presidente dell'Iran, Mahmoud Ahmadinejad, ha negato l'Olocausto, e ha persino detto che si tratta di "un mito".

Controversie religiose

Nel 1984 i carmelitani aprirono un convento vicino ad Auschwitz I. Gruppi di ebrei hanno protestato e i carmelitani hanno rimosso il convento nel 1993.

Nel 1987, dopo che Papa Giovanni Paolo II ha beatificato Edith Stein, i cattolici hanno messo una croce vicino alla camera a gas. Dopo qualche tempo, una Stella di Davide apparve sul luogo. Apparvero molti simboli religiosi. Alla fine, la gente li ha rimossi tutti.

Nel 1988, i Carmelitani misero una croce alta 8 metri all'esterno del blocco 11 ad Auschwitz. Gruppi di ebrei protestarono, dicendo che la maggior parte delle persone uccise ad Auschwitz erano ebree. Nel 1998 sono apparse 300 croci più piccole. Infine, la gente ha rimosso le croci più piccole. Tuttavia, la croce più grande è ancora lì.

Occhiali da vista delle persone uccise ad Auschwitz
Occhiali da vista delle persone uccise ad Auschwitz

Galleria fotografica

·        

Mappa dei tre principali campi di Auschwitz

·        

Esempio di una foto scattata da un aereo alleato che non è mai stata studiata

·        

Una delle foto del Sonderkommando, che mostra donne nude inviate alla camera a gas

·        

Foto naziste del prigioniero polacco Czesława Kwoka nel 1942 o 1943

·        

La croce posta dai Carmelitani davanti al blocco 11

·        

L'interno del crematorio di Auschwitz I oggi

Pagine correlate


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3