Popolo romaní

I Rom sono un gruppo etnico che si trova principalmente in Europa. Sono anche conosciuti come Rom. In inglese sono spesso chiamati zingari. Alcuni rom considerano "zingari" un insulto. I Rom sono un popolo nomade originario del subcontinente indiano del nord. Provengono dalle regioni del Rajasthan, dell'Haryana, del Punjab e del Sindh.

Uno studio sul DNA di ricercatori indiani ed estoni mostra che i Rom/romani e i Sinti provengono dalla comunità degli Intoccabili Dalit della loro patria ancestrale. Sono migrati a nord-ovest verso l'Europa attraverso il Medio Oriente. Oggi ci sono popolazioni di Rom che si trovano in tutta Europa, anche se le popolazioni più numerose si trovano nell'Europa orientale, e le loro religioni lo sono: Cristianesimo orientale, cattolicesimo e islam. Il battesimo dei Rom cristiani e la circoncisione maschile dei Rom musulmani sono praticati.

Ci sono vari gruppi di Rom: i Rom di nascita dell'Est europeo; i Sinti in Germania e i Manouches in Francia e Catalogna; i Kaló in Spagna, i Ciganos in Portogallo e i Gitani della Francia meridionale; i Romanici della Gran Bretagna.

La lingua romaní è ora una lingua ufficiale in molti paesi d'Europa secondo la Carta europea delle lingue regionali o minoritarie.

Bandiera Roma
Bandiera Roma

Storia

L'idea settecentesca della nascita indiana dei Rom si basa sulla somiglianza tra i romaní e le lingue parlate nel subcontinente indiano ed è ora supportata da prove genetiche. Le origini dei Rom non erano note fino al 1763, quando uno studente di teologia di nome Stefan Vali incontrò gli studenti di medicina indiani. Egli notò che erano fisicamente simili ai Rom che vide in Ungheria. Notò anche che usavano parole simili.

Si ritiene che sia stato intorno all'XI secolo che i Rom abbiano lasciato l'India per andare a nord-ovest, attraverso la Persia e il Medio Oriente. Intorno al XV secolo, i Rom raggiunsero i Balcani. Da lì si sono dispersi attraverso l'Europa. I primi arrivi furono ben accolti. Gli europei pensavano che fossero pellegrini cristiani. Le popolazioni locali d'Europa erano affascinate dal loro stile di vita nomade e dalle loro nuove scienze. I Rom furono spesso reclutati come mercenari, allenatori di cavalli e artisti di circo. I Rom attraversavano l'Europa a bordo di grandi carovane che contenevano i loro bagagli.

Anche i Rom hanno lasciato un grande patrimonio musicale. Chitarre e violini fanno parte delle loro tradizioni. Hanno influenzato molti stili musicali in Europa, come il flamenco, la rumba, il jazz, ecc. Durante la seconda guerra mondiale, i Rom hanno sofferto per le politiche discriminatorie dei nazisti. Le statistiche mostrano che circa 500.000 Rom sono morti nei campi di concentramento nazisti.

L'8 aprile 1971 la nazionalità dei Rom è stata legalmente riconosciuta in Europa. Da quel giorno, l'8 aprile è la giornata nazionale dei Rom.

Persecuzioni

Anche se sono stati riconosciuti, soffrono ancora di discriminazione. Alcuni paesi applicano ancora atteggiamenti discriminatori nei confronti dei Rom, soprattutto nei luoghi di lavoro e nelle scuole, dove non sono accettati. Il motivo principale per cui non sono accettati è che hanno mantenuto il loro stile di vita nomade, che è contro la legge in alcuni paesi come la Francia. Le loro comunità accovacciate irritano la gente del posto. I romaní hanno creato un'associazione nel 1978 per difendere i loro diritti.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3