Cappella Sistina

La Cappella Sistina è una grande cappella nel Palazzo Vaticano, il luogo in Italia dove vive il Papa. La Cappella fu costruita tra il 1473 e il 1481 da Giovanni dei Dolci per Papa Sisto IV.

La Cappella Sistina è la cappella del Papa. Viene usata per le messe e le cerimonie importanti. Quando un papa muore, il Collegio dei Cardinali si riunisce nella Cappella Sistina per eleggere un nuovo papa.

La Cappella Sistina è famosa per i suoi affreschi del pittore rinascimentale Michelangelo.

L'edificio rettangolare al centro dell'immagine è la Cappella Sistina.
L'edificio rettangolare al centro dell'immagine è la Cappella Sistina.

Architettura e dipinti

La Cappella Sistina è un edificio di mattoni a forma di rettangolo. L'esterno è semplice, senza decorazioni e senza una grande porta. Ha un passaggio vicino alla parte superiore, per i soldati. Ha sei finestre ad arco sulle due pareti laterali e un soffitto curvo chiamato volta a botte.

L'interno della cappella è riccamente decorato. Il pavimento è di marmo colorato. Le parti inferiori delle pareti sono dipinte in modo da sembrare un tessuto d'oro e d'argento.

Le altre decorazioni della cappella sono dipinti che raccontano storie per aiutare le persone a capire Gesù Cristo e la Chiesa Cattolica Romana.

La parte centrale delle pareti ha 12 grandi dipinti chiamati affreschi, fatti da artisti famosi nel 1481. I nomi degli artisti erano Domenico Ghirlandaio, Sandro Botticelli, Perugino, Cosimo Rosselli, Pinturicchio, Benedetto Ghirlandaio, Luca Signorelli e Bartolomeo della Gatta. Gli affreschi mostrano storie della Bibbia. Sul lato nord, le storie riguardano la vita di Mosè. Sul lato sud, riguardano la vita di Gesù.

Sopra le storie, vicino alle finestre, sono dipinte immagini di Papi.

Un dipinto sul muro della cappella, di Gesù che dà le chiavi del cielo a San Pietro, del Perugino.
Un dipinto sul muro della cappella, di Gesù che dà le chiavi del cielo a San Pietro, del Perugino.

Il soffitto della Cappella Sistina è stato dipinto da Michelangelo.
Il soffitto della Cappella Sistina è stato dipinto da Michelangelo.

Il quadro più famoso di Michelangelo è Dio che crea Adamo.
Il quadro più famoso di Michelangelo è Dio che crea Adamo.

Il Giudizio Universale di Michelangelo.
Il Giudizio Universale di Michelangelo.

Soffitto della Cappella Sistina

Il soffitto è la parte più famosa della Cappella Sistina, e molte migliaia di visitatori vanno a vederlo. Nel 1505 papa Giulio II chiese a Michelangelo di dipingere il soffitto. Michelangelo era un famoso scultore. Non voleva diventare un pittore. Tre anni dopo accettò di dipingere il soffitto. Lavorò dal 1508 al 1511, in piedi su un'alta piattaforma con le braccia tese sopra la testa. (Anche se alcune persone pensano che si sdraiasse per dipingere, questo non è vero.) Poiché dipingeva sull'intonaco bagnato, l'odore e il calore erano terribili. Scrisse una poesia su quanto stava male.

Lungo il centro del soffitto sono dipinte nove immagini che raccontano storie dal Libro della Genesi nel Vecchio Testamento della Bibbia. Le storie iniziano con tre immagini di Dio che fa la luce, fa la Terra, il Sole e la Luna, e fa il Mare e il Cielo.

Le prossime tre immagini raccontano la storia del primo uomo e della prima donna, Adamo ed Eva. Nella prima scena, Dio ha appena creato Adamo. Allunga la mano e gli tocca il dito per dargli la Vita.

Nell'immagine successiva, Adamo dorme e Dio crea Eva da una delle costole di Adamo.

Nel terzo quadro ci sono due scene. Adamo ed Eva sono ingannati dal Diavolo a mangiare il frutto dell'albero che era stato detto loro di non toccare. Nell'altra scena, un angelo li caccia fuori dal Giardino dell'Eden di Dio. Questa storia racconta come il peccato è venuto nel mondo.

Le ultime tre immagini riguardano l'Arca di Noè. Raccontano di un mondo triste e peccaminoso. A causa del peccato e della scortesia umana, Dio manda un diluvio. Solo Noè e la sua famiglia scappano nella grande barca che hanno costruito. Quando il diluvio è finito, fanno un altare e uccidono una pecora come sacrificio a Dio. Ma poi Noè coltiva la vite, fa il vino e si ubriaca. Uno dei suoi figli vede Noè nudo e ride di suo padre. Noè si vergogna e maledice suo figlio. Queste storie mostrano come le persone continuano ad agire nel modo sbagliato, anche quando hanno una seconda possibilità.

Tutto intorno al muro, Michelangelo dipinse dodici grandi figure di uomini e donne saggi. Questi erano i profeti e le sibille che dicevano alla gente che Dio avrebbe mandato Gesù Cristo per salvarli dal peccato.

Sul soffitto sono dipinti anche 20 bellissimi giovani chiamati gli ignudi. Nessuno sa con certezza cosa siano, ma forse sono angeli.

Quando il soffitto fu finalmente scoperto, tutti rimasero stupiti. Giorgio Vasari, che scrisse la storia della vita di Michelangelo, dice che centinaia di persone venivano ogni giorno a guardare e fissare.

Il Giudizio Universale

Michelangelo era felice di tornare alla sua scultura. Ma nel 1537 Papa Paolo III gli ordinò di dipingere un altro grande affresco. Questa volta era sul muro sopra l'altare. Fu finito nel 1541.

Michelangelo dipinse Il Giudizio Universale che mostra Gesù che giudica la gente della Terra e manda alcuni all'Inferno mentre altri sono accolti in Paradiso dai Santi. Ha dipinto la maggior parte delle figure nude. Questo fece arrabbiare molto alcuni dei sacerdoti della chiesa. Pagarono un altro artista per dipingere dei vestiti sulla Beata Vergine Maria e su molte altre figure.

Pagine correlate


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3