Asteroide troiano

Gli oggetti troiani orbitano 60° davanti (L4) o dietro (L5) un oggetto più massiccio. Entrambi sono in orbita attorno ad un oggetto centrale ancora più massiccio. L'esempio più noto sono gli asteroidi che orbitano davanti o dietro Giove intorno al Sole. Gli oggetti troiani non orbitano esattamente in uno dei due punti di Lagrange, ma rimangono vicini ad esso, sembrando orbitare lentamente.

Il più grande gruppo di asteroidi noti per muoversi intorno al Sole sono quelli con il pianeta Giove. Ci sono due gruppi di troiani gioviani, un gruppo per ogni lato di Giove.

I punti troiani sono i punti etichettati L4 e L5, evidenziati in rosso, sul percorso orbitale dell'oggetto secondario (blu), intorno all'oggetto primario (giallo).
I punti troiani sono i punti etichettati L4 e L5, evidenziati in rosso, sul percorso orbitale dell'oggetto secondario (blu), intorno all'oggetto primario (giallo).

Asteroidi troiani di Giove (colorati in verde) davanti e dietro il pianeta lungo il suo percorso orbitale. Viene anche mostrata la fascia di asteroidi tra le orbite di Marte e Giove (bianco), e la famiglia di asteroidi Hilda (marrone).
Asteroidi troiani di Giove (colorati in verde) davanti e dietro il pianeta lungo il suo percorso orbitale. Viene anche mostrata la fascia di asteroidi tra le orbite di Marte e Giove (bianco), e la famiglia di asteroidi Hilda (marrone).

Storia

Teoria

Nel 1772 il matematico e astronomo francese Joseph-Louis Lagrange identificò due punti nell'orbita di un pianeta che erano gravitazionalmente stabili. Se messo lì, un oggetto ci sarebbe rimasto. Lagrange predisse l'esistenza di un gruppo di piccoli corpi in ciascuno dei due punti stabili dell'orbita di Giove.

Il termine si riferiva originariamente agli asteroidi troiani che orbitano intorno ai punti lagrangiani di Giove, che per convenzione prendono il nome dalle figure della guerra di Troia della mitologia greca. Per convenzione, gli asteroidi che orbitano intorno al punto L4 di Giove prendono il nome dagli eroi della parte greca della guerra, mentre quelli a L5 sono della parte troiana. Le due eccezioni, il 617 Patroclo a tema greco e il 624 Hektor a tema troiano, sono stati effettivamente assegnati alle parti sbagliate.

Scoperte

Nel 1904, Edward Emerson Barnard fu la prima persona a vedere un asteroide troiano. Barnard pensò che fosse una luna del pianeta Saturno. Nel febbraio 1906 un astronomo tedesco di nome Max Wolf vide un asteroide troiano e lo chiamò 588 Achille. Wolf fu la prima persona a vedere un asteroide troiano e a sapere cosa fosse. Da allora, più di 2000 asteroidi troiani sono stati visti. Il più grande asteroide troiano si chiama 624 Hektor. 624 Hektor ha un diametro di 370 km. Gli astronomi pensano che gli asteroidi troiani siano fatti di ghiaccio e polvere.

Più tardi, sono stati trovati oggetti che orbitavano intorno ai punti lagrangiani di Nettuno, Marte e la Terra. Gli asteroidi ai punti lagrangiani di pianeti diversi da Giove possono essere chiamati asteroidi lagrangiani.

  • 5261 Eureka, 1998 VF31, 1999 UJ7 e 2007 NS2 sono troiani di Marte.
  • Si conoscono otto Troiani di Nettuno, ma potrebbero superare i Troiani di Giove di un ordine di grandezza.
  • 2010 TK7 è stato confermato come il primo troiano terrestre conosciuto nel 2011. Si trova nel punto lagrangiano L4, che si trova davanti alla Terra.

Trojan della Terra

Gli astronomi hanno trovato un asteroide troiano non lontano dalla Terra, che si muove nella stessa orbita intorno al Sole. Si trova in uno dei "punti di Lagrange", che sono 60 gradi davanti o dietro i pianeti nelle loro orbite. Questi sono punti di stabilità gravitazionale.

Chiamata 2010 TK7, la roccia si trova a circa 80 milioni di km dalla Terra, e non dovrebbe avvicinarsi più di circa 25 milioni di km. Il team dice che la sua orbita sembra stabile almeno per i prossimi 10.000 anni.

Un telescopio orbitante sensibile alla luce infrarossa ha trovato 2010 TK7. Wise, il Wide-field Infrared Survey Explorer lanciato nel 2009, ha esaminato più di 500 oggetti Near-Earth (NEO), 123 dei quali erano nuovi per la scienza. Il lavoro di follow-up sul Canada-France-Hawaii Telescope ha confermato lo stato di 2010 TK7.

Pagine correlate

  • Troia di Nettuno

AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3