Harry Potter (personaggio)

Harry James Potter è il personaggio principale della serie fantasy Harry Potter di J. K. Rowling. I libri coprono sette anni nella vita dell'orfano che, il giorno del suo undicesimo compleanno, scopre di essere un mago e il figlio dei magici genitori Lily e James Potter. Va alla Scuola di Magiae Stregoneria di Hogwarts per imparare la magia. Harry impara presto che è già famoso nel mondo dei maghi. Viene anche a sapere che il suo destino è legato a Lord Voldemort. Voldemort era un mago malvagio che uccise i genitori di Harry, ma si credeva che fosse morto quando tentò di usare la Maledizione dell'Uccisione sul piccolo Harry. La Rowling ha detto che l'idea per il personaggio di Harry Potter le venne mentre aspettava un treno nel 1990. Decise di renderlo orfano in seguito alla morte di sua madre.

Concetto e creazione

Secondo l'autrice J. K. Rowling, l'idea dei libri di Harry Potter e del personaggio è nata mentre aspettava un treno in ritardo da Manchester a Londra nel 1990. J.K. Rowling ha detto che nelle ore di attesa, la sua idea per "questo ragazzo magro, dai capelli neri e dagli occhialini che non sapeva di essere un mago divenne sempre più reale per me". La Rowling decise anche di rendere Harry un orfano in un collegio chiamato Hogwarts. Ha spiegato: "Harry doveva essere un orfano - in modo da essere un agente libero, senza paura di deludere i suoi genitori, deluderli... Hogwarts deve essere un collegio - la metà delle cose importanti avviene di notte! Poi c'è la sicurezza. Avere un figlio mio rafforza la mia convinzione che i bambini vogliono soprattutto sicurezza, ed è quello che Hogwarts offre a Harry".

La morte di sua madre il 30 dicembre 1990 portò la Rowling a scrivere Harry Potter come un ragazzo che desidera i suoi genitori morti. Il suo dolore è diventato "più profondo, più reale" rispetto alle versioni precedenti perché lei stessa vi si è relazionata. In un'intervista del 2000 a The Guardian, la Rowling ha anche detto che il personaggio di Semola nel romanzo di T.H. White La spada nella roccia è "l'antenato spirituale di Harry". In quel libro, un ragazzo chiamato Semola incontra il misterioso mago Merlino. Merlino aiuta il bambino a crescere in un nobile e potente guerriero che più tardi diventerà Re Artù. Ha anche detto che Harry è nato il 31 luglio e ha il suo stesso compleanno. Tuttavia, dice, Harry non è direttamente basato su nessun personaggio della vita reale, "è venuto fuori da una parte di me".

Apparizioni

Primo libro

Harry appare per la prima volta in Harry Potter e la pietra filosofale (pubblicato negli Stati Uniti come Harry Potter e la pietra filosofale) come protagonista del libro, o personaggio principale. Quando Harry aveva poco più di un anno, i suoi genitori furono uccisi dal potente Mago Oscuro, Lord Voldemort. Harry è sopravvissuto alla Maledizione dell'Uccisione di Voldemort dopo la morte di sua madre per proteggerlo. La Maledizione è stata rigirata a Voldemort e ha strappato la sua anima dal suo corpo. A causa di questo, Harry ha una cicatrice a forma di fulmine sulla fronte. La Rowling ha detto che creare la storia sul passato di Harry Potter è stata una questione di pianificazione inversa: "L'idea di base [è che] Harry ... non sapeva di essere un mago ... e così ho lavorato all'indietro da quella posizione per scoprire come poteva essere, che non sapesse cosa fosse ... Quando aveva un anno, il mago più malvagio in centinaia di anni ha tentato di ucciderlo. Ha ucciso i genitori di Harry, e poi ha cercato di uccidere Harry - ha cercato di maledirlo... Harry deve scoprirlo, prima che lo scopriamo noi. E - così - ma per qualche misteriosa ragione, la maledizione non ha funzionato su Harry. Così è rimasto con questa cicatrice a forma di fulmine sulla fronte, e la maledizione è rimbalzata sul mago malvagio che da allora si è nascosto".

Harry è scritto come un orfano che vive infelicemente con la sua unica famiglia rimasta, i crudeli Dursley. Al suo undicesimo compleanno, Harry scopre di essere un mago quando Rubeus Hagrid gli dice che deve andare alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Lì impara a conoscere i suoi genitori e il suo legame con il Signore Oscuro. E 'ordinato in Grifondoro Casa dal cappello di selezione e diventa amico di compagni di classe Ron Weasley e Hermione Granger. Verso la fine del suo primo anno a Hogwarts, ferma il tentativo di Voldemort di rubare la Pietra Filosofale. Forma anche rivalità con i personaggi Draco Malfoy, un compagno di classe da una famiglia di maghi elitari, e l'insegnante di pozioni e capo della casa Serpeverde, Severus Piton. Entrambe le faide continuano per tutta la serie. In un'intervista del 1999, la Rowling ha dichiarato che Draco è basato su diversi bulli del cortile della scuola che aveva conosciuto e Piton su un suo insegnante che abusava del suo potere.

La Rowling ha detto che il capitolo dello specchio di Erised in Harry Potter e la pietra filosofale è il suo preferito. Lo specchio riflette il desiderio più profondo di Harry, cioè vedere i suoi genitori morti. La sua scena divertente preferita è quando Harry libera accidentalmente un boa constrictor dallo zoo in presenza dei Dursley inorriditi.

Dal secondo al quarto libro

Nel secondo libro, Harry Potter e la Camera dei Segreti, la Rowling mette Harry contro Tom Marvolo Riddle, un ricordo di Lord Voldemort rinchiuso in un diario segreto che la sorella minore di Ron, Ginny Weasley, trova in un bagno. Quando gli studenti di razza babbana (non magica) vengono trovati pietrificati, molti pensano che Harry possa essere quello dietro gli attacchi, facendolo diventare più distaccato dai suoi compagni di classe. Al culmine del libro, Ginny Weasley viene trovata scomparsa. Per salvarla, Harry combatte Riddle e il mostro che controlla e che è nascosto nella Camera dei Segreti.

Nel terzo libro, intitolato Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, la Rowling usa il viaggio nel tempo come base del libro. Harry viene a sapere che i suoi genitori sono stati venduti a Lord Voldemort dal loro amico Peter Pettigrew, accusato anche di aver incastrato Sirius Black, il padrino di Harry, per crimini che non ha commesso, rinchiudendolo nella prigione dei maghi, Azkaban. Quando Black fugge per cercare vendetta, Harry ed Hermione usano un Time Turner per salvare lui e un ippogrifo di nome Fierobecco. Minus, e la verità, sfuggono a Sirius, facendolo fuggire dalle autorità.

Nei libri precedenti, Harry è scritto come un bambino, ma la Rowling afferma che nel quarto romanzo, Harry Potter e il Calice di Fuoco, "gli orizzonti di Harry si allargano letteralmente e metaforicamente man mano che cresce". La maturità di Harry diventa evidente quando si interessa a Cho Chang, una bella studentessa di Ravenclaw. La tensione sale, tuttavia, quando Harry viene misteriosamente scelto dal Calice di Fuoco per competere nel pericoloso Torneo Tremaghi, anche se un altro campione di Hogwarts, Cedric Diggory, è già stato selezionato. Si tratta in realtà di un elaborato piano di Lord Voldemort per attirare Harry in una trappola mortale. Durante la sfida finale del Torneo, Harry e Cedric vengono teletrasportati in un cimitero. Cedric viene ucciso e Lord Voldemort, aiutato da Peter Pettigrew, usa il sangue di Harry in un macabro rituale per resuscitare il corpo di Voldemort. Quando Harry duella con Voldemort, i flussi magici delle loro bacchette si collegano, costringendo gli echi degli spiriti delle vittime di Voldemort, tra cui Cedric e James e Lily Potter, ad essere espulsi dalla sua bacchetta. Gli spiriti proteggono brevemente Harry mentre fugge a Hogwarts con il corpo di Cedric. Per la Rowling, questa scena è importante perché mostra come Harry sia coraggioso, e trovando il cadavere di Cedric, dimostra altruismo e compassione. Dice la Rowling: "Vuole risparmiare ai genitori di Cedric ulteriore dolore". Ha aggiunto che impedire che il corpo di Cedric Diggory cada nelle mani di Voldemort è basato sulla classica scena dell'Iliade dove Achille trova il corpo del suo migliore amico Patroclo dalle mani di Ettore. L'autore ha detto: "Quella [scena dell'Iliade] mi ha davvero, davvero, VERAMENTE commosso quando l'ho letta quando avevo 19 anni. L'idea della profanazione di un corpo, un'idea molto antica... Pensavo a questo quando Harry ha salvato il corpo di Cedric". Ha anche detto che ha pianto mentre scriveva la scena in cui i genitori morti di Harry vengono estratti dalla bacchetta di Voldemort, la prima volta che ha pianto mentre scriveva la sua storia.

Quinto e sesto libro

Nel quinto libro, Harry Potter e l'Ordine della Fenice, il Ministero della Magia sta conducendo una campagna diffamatoria contro Harry e Silente, contestando le loro affermazioni sul ritorno di Voldemort. Un nuovo personaggio viene introdotto quando il Ministero della Magia nomina Dolores Umbridge come ultima istruttrice di Difesa contro le Arti Oscure di Hogwarts (e spia del Ministero). Poiché il paranoico Ministero pensa che Silente stia costruendo un esercito di maghi per rovesciarli, la Umbridge decide di non insegnare agli studenti la vera magia difensiva. Guadagna gradualmente più potere, fino a prendere il controllo della scuola. Come risultato, il crescente comportamento arrabbiato ed erratico di Harry quasi lo allontana da Ron ed Hermione. La Rowling dice di aver messo Harry sotto stress emotivo estremo per mostrare la sua vulnerabilità emotiva e l'umanità, in contrasto con la sua nemesi, Voldemort. "[Harry è] un eroe molto umano, e questo è, ovviamente, un contrasto tra lui, come eroe molto umano, e Voldemort, che si è deliberatamente disumanizzato. E Harry, quindi, ha dovuto raggiungere un punto in cui è quasi crollato e ha detto che non voleva più giocare, non voleva più essere l'eroe - e aveva perso troppo. E non voleva perdere nient'altro. Così quello - Phoenix fu il punto in cui decisi che avrebbe avuto il suo esaurimento". Su sollecitazione di Hermione, Harry insegna segretamente ai suoi compagni di classe la vera magia difensiva per contrastare la Umbridge e il Ministero, ma le loro riunioni vengono trovate e Silente viene spodestato come Preside. Harry subisce un altro colpo emotivo, quando il suo padrino, Sirius Black viene ucciso durante una battaglia con i Mangiamorte al Dipartimento dei Misteri, ma Harry alla fine sconfigge il piano di Voldemort di rubare un'importante profezia e aiuta a scoprire i motivi sinistri della Umbridge. La Rowling ha dichiarato: "E ora lui [Harry] risorgerà dalle ceneri rafforzato". Un sideplot dell'Ordine della Fenice coinvolge la storia d'amore di Harry con Cho Chang, ma la relazione si svela rapidamente. Dice la Rowling: "Non sarebbero mai stati felici, è stato meglio che sia finita presto!"

Nel sesto libro, Harry Potter e il Principe Mezzosangue Harry entra in una tumultuosa pubertà che, dice la Rowling, è basata sulla difficile adolescenza sua e della sorella minore. La Rowling ha anche fatto una dichiarazione intima sulla vita personale di Harry: "A causa delle esigenze dell'avventura che Harry sta seguendo, ha avuto meno esperienze sessuali di quelle che potrebbero avere i ragazzi della sua età". Questa inesperienza con il romanticismo fu un fattore nella relazione fallita di Harry con Cho Chang. Ora i suoi pensieri riguardano Ginny Weasley, la sorella di Ron, un punto vitale della trama nell'ultimo capitolo quando Harry mette fine alla loro storia d'amore per proteggerla da Voldemort.

Un nuovo personaggio appare quando l'ex maestro di pozioni di Hogwarts Horace Lumacorno ritorna per sostituire Severus Piton, che prende il posto di Difesa contro le Arti Oscure. Harry eccelle in Pozioni utilizzando un vecchio libro di testo appartenuto a uno studente di talento conosciuto solo come "Il Principe Mezzosangue". Il libro contiene molte note scritte a mano, revisioni e nuovi incantesimi; Hermione, tuttavia, crede che Harry lo usi per barare. Attraverso incontri privati con Silente, Harry viene a conoscenza della giovinezza orfana di Lord Voldemort, della sua ascesa al potere e di come abbia frazionato la sua anima in Horcrux per ottenere l'immortalità. Due Horcrux sono stati distrutti, e Harry e Silente ne individuano un altro, anche se è un falso. Quando i Mangiamorte invadono Hogwarts, Piton uccide Silente. Mentre Piton fugge, proclama di essere il Principe Mezzosangue: l'ammirato mentore di Harry è in realtà il suo odiato nemico. Ora tocca a Harry trovare e distruggere i rimanenti Horcrux di Voldemort e vendicare la morte di Silente. In un'intervista del 2005 con la conduttrice della NBC Katie Couric, la Rowling ha dichiarato che [dopo gli eventi del sesto libro] Harry ha, "preso la visione che ora sono in guerra. Diventa più duro in battaglia. Ora è pronto ad andare a combattere. E cerca vendetta [contro Voldemort e Piton]".

Libro finale

In Harry Potter e i Doni della Morte, Harry, Ron ed Hermione lasciano Hogwarts per completare il compito di Silente: cercare e distruggere i quattro Horcrux rimanenti di Voldemort, e poi trovare e uccidere il Signore Oscuro. I tre si mettono contro il nuovo stato di polizia totalitaria di Voldemort, un'azione che mette alla prova il coraggio e il carattere morale di Harry. Secondo J.K. Rowling, una scena significativa in cui Harry usa Cruciatus e Imperius (maledizioni imperdonabili per la tortura e il controllo della mente) sui servi di Voldemort mostra un lato di Harry che è "imperfetto e mortale". Tuttavia, spiega che "è anche in una situazione estrema e sta tentando di difendere qualcuno di molto buono contro un avversario violento e assassino".

Harry arriva a riconoscere che il suo pensiero unico lo rende prevedibile per i suoi nemici e spesso offusca le sue percezioni. Quando Severus Piton viene ucciso da Voldemort più avanti nella storia, Harry si rende conto che Piton non era l'assassino traditore che credeva fosse, ma un tragico antieroe che era fedele ad Albus Silente. Nel Capitolo 33 ("Il racconto del principe") i ricordi di Piton mostrano che amava la madre di Harry, Lily Evans, ma la loro amicizia finì a causa della sua associazione con i futuri Mangiamorte e le credenze sulla "purezza del sangue". Quando Voldemort uccise i Potter, un addolorato Piton giurò di proteggere il figlio di Lily, sebbene detestasse il giovane Harry per essere il figlio di James Potter. Viene anche rivelato che Piton non ha ucciso Albus Silente, ma ha eseguito il piano prestabilito da Silente. Silente, che stava morendo a causa di una maledizione a lenta diffusione, voleva proteggere la posizione di Piton all'interno dei Mangiamorte e risparmiare a Draco Malfoy di portare a termine il compito di Voldemort di ucciderlo.

Per sconfiggere Harry, Voldemort ruba la Bacchetta di Sambuco dalla tomba di Silente. È la bacchetta più potente mai creata, e con essa lancia due volte la Maledizione dell'Uccisione su Harry. Il primo tentativo si limita a stordire Harry in uno stato simile alla morte. Nel capitolo "Croce del Re", lo spirito di Silente dice a Harry che quando Voldemort non è riuscito a uccidere il piccolo Harry e si è disincarnato, Harry è diventato un Horcrux involontario; Voldemort non poteva uccidere Harry mentre il frammento di anima del Signore Oscuro era nel corpo di Harry. La seconda Maledizione Uccidente di Voldemort fallisce anche perché Voldemort ha usato il sangue di Harry nella sua resurrezione. Il frammento d'anima di Voldemort dentro Harry è stato distrutto perché Harry ha affrontato volontariamente la morte. Nel capitolo successivo, "Il difetto del piano", viene stabilito che Harry, non Voldemort, è diventato il vero padrone della Bacchetta di Sambuco. Nel climax del libro, la Bacchetta di Sambuco disobbedisce al comando del Signore Oscuro e fa rimbalzare la maledizione su Voldemort, uccidendolo. J.K. Rowling ha detto che la differenza tra Harry e Voldemort è che Harry accetta volontariamente la mortalità, rendendolo più forte della sua nemesi. "Il vero maestro della Morte accetta di dover morire, e che ci sono cose molto peggiori nel mondo dei vivi".

Dopo la sconfitta di Voldemort, Harry entra nell'Ufficio Auror di un Ministero della Magia rivoluzionato. Dieci anni dopo, Harry viene nominato capo dipartimento dal nuovo Ministro della Magia Kingsley Shacklebolt. Ron, che ha aiutato George a gestire il negozio di scherzi Weasley Wizarding Wheezes per un periodo, è anche un Auror. Alla fine, la Rowling ha detto che il suo vecchio rivale Draco Malfoy ha superato la sua animosità dopo che Harry gli ha salvato la vita tre volte nel settimo libro.

Nell'epilogo dei Doni della Morte, ambientato diciannove anni dopo la morte di Voldemort (cioè nel 2017), Harry e Ginny sono sposati e hanno tre figli: James Sirius, Albus Severus e Lilly Luna.

Apparizioni di film

Negli otto film di Harry Potter dal 2001 al 2011, Harry Potter è stato interpretato dall'attore britannico Daniel Radcliffe. A Radcliffe è stato chiesto di fare un'audizione per il ruolo di Harry Potter nel 2000 dal produttore David Heyman, mentre si trovava ad una rappresentazione teatrale intitolata Stones in His Pockets a Londra. Il ruolo di Harry Potter ha fatto guadagnare molti soldi a Radcliffe. A partire dal 2007, ha un patrimonio stimato di 17 milioni di sterline.

In un'intervista del 2007 con MTV, Radcliffe ha dichiarato che, per lui, Harry Potter è un classico personaggio di crescita: "Questo è ciò di cui parlano i film per me: una perdita di innocenza, passando dall'essere un giovane ragazzo in soggezione del mondo che lo circonda, a qualcuno che è più battagliero alla fine della storia". Ha anche detto che per lui, i fattori importanti nella psiche di Harry sono il senso di colpa del sopravvissuto alla morte dei suoi genitori e la sua persistente solitudine. A causa di questo, Radcliffe ha parlato con un consulente per il lutto per aiutarlo a prepararsi al ruolo. Radcliffe è stato citato per aver detto che desiderava che Harry morisse nei libri, ma ha chiarito che "non può immaginare nessun altro modo in cui possano essere conclusi". Dopo aver letto l'ultimo libro, dove Harry Potter e i suoi amici sopravvivono e hanno figli, Radcliffe ha dichiarato di essere contento del finale e ha lodato l'autrice J. K. Rowling per la conclusione della storia.

Radcliffe ha dichiarato che la domanda più frequente che gli è stata posta è come Harry Potter abbia influenzato la sua vita, alla quale risponde regolarmente che è stato "bene", e che non si è sentito incasellato dal ruolo, ma piuttosto lo vede come un enorme privilegio rappresentare il personaggio di Harry Potter.

Daniel Radcliffe
Daniel Radcliffe

Caratterizzazione

Secondo l'autrice J. K. Rowling, Harry Potter è fortemente guidato dalla sua coscienza, e ha una sensazione acuta di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Avendo "un accesso molto limitato ad adulti veramente premurosi", ha detto la Rowling, Harry "è costretto a prendere le sue decisioni da solo fin dalla tenera età". Lui "fa degli errori", ha ammesso, ma alla fine, fa quello che la sua coscienza gli dice di fare. Secondo la Rowling, una delle scene cruciali di Harry viene nel quarto libro, quando protegge il corpo del suo compagno di scuola morto Cedric Diggory dal cattivo Lord Voldemort, perché dimostra che è coraggioso e altruista.

La Rowling ha anche detto che i due peggiori difetti del carattere di Harry sono "la rabbia e l'arroganza occasionale", ma che Harry è anche innatamente onorevole. "Non è un ragazzo crudele. È competitivo ed è un combattente. Non si sdraia e non si fa maltrattare. Ma ha un'integrità nativa, il che lo rende un eroe per me. È un ragazzo normale ma con quelle qualità che la maggior parte di noi ammira". Dopo il settimo libro, la Rowling ha commentato che Harry ha la massima forza caratteriale, essendo in grado di fare ciò che nemmeno Voldemort può: non ha paura della morte.

La Rowling ha anche sostenuto che Harry è un modello di vita reale adatto ai bambini. "Il vantaggio di un eroe o di un'eroina di fantasia è che puoi conoscerli meglio di quanto tu possa conoscere un eroe vivente, molti dei quali non incontreresti mai [...] se alle persone piace Harry e si identificano con lui, mi fa piacere, perché penso che sia molto simpatico".

Aspetto esteriore

La Rowling ha anche dato a Harry Potter un aspetto esteriore inquietante. Durante tutta la serie, Harry sfoggia i capelli neri perennemente in disordine di suo padre, gli occhi verdi di sua madre, una cicatrice a forma di fulmine sulla fronte a causa del suo incontro con Lord Voldemort e occhiali tondi e spessi. Ha spiegato che questa immagine le è venuta semplicemente quando ha pensato per la prima volta a Harry Potter, vedendolo come un "ragazzo magro, con i capelli neri e gli occhialini".

Nei libri, la cicatrice di Harry serve come indicatore della presenza di Voldemort: brucia quando il Signore Oscuro è vicino o si sente particolarmente omicida o esultante. Secondo la Rowling, attaccando Harry quando era un bambino, Voldemort gli ha dato "strumenti (che) nessun altro mago possedeva - la cicatrice, e l'abilità che conferiva, forniva una finestra magica nella mente di Voldemort". Alla domanda sul perché la cicatrice sulla fronte di Harry sia a forma di fulmine, la Rowling ha detto, "ad essere onesti, perché è una forma figa", e ha scherzato, "Non potevo avere il mio eroe con una cicatrice a forma di ciambella".

Capacità e interessi

Nei libri, Harry è classificato come un mago "mezzosangue" nella serie, perché anche se entrambi i suoi genitori erano magici, sua madre, Lily Evans, era "nata babbana". Secondo la Rowling, per i personaggi per i quali la purezza del sangue dei maghi è importante, Lily sarebbe considerata "odiosa come un babbano", e sprezzantemente chiamata "Mezzosangue".

Per tutta la serie, la Rowling ha scritto Harry Potter come un apprendista mago dotato. In un'intervista del 2000 a South West News Service ha dichiarato che Harry Potter è "particolarmente dotato" in Difesa contro le Arti Oscure, e anche bravo nel Quidditch. La Rowling ha detto nella stessa intervista che fino a circa metà del terzo libro, la sua buona amica Hermione Granger -scritta come la studentessa più intelligente dell'anno di Harry- avrebbe battuto Harry in un duello magico. Dal quarto libro in poi, la Rowling ammette che Harry è diventato piuttosto talentuoso nella Difesa contro le Arti Oscure e avrebbe battuto la sua amica Hermione in un duello magico. Il suo potere è evidente fin dall'inizio della serie; in particolare, Harry mostra il comando immediato di una scopa, produce un Patronus in tenera età e sopravvive a diversi scontri con Voldemort. Harry è in grado di parlare e capire la Parseltongue, una lingua associata alla Magia Nera, il che, secondo la Rowling, è perché ospita un pezzo dell'anima di Lord Voldemort. Dopo che Voldemort distrugge quel pezzo d'anima nel climax del settimo libro, Harry perde la capacità di parlare la lingua Parseltongue. Harry "è molto contento" di aver perso questo dono.

Secondo la Rowling, il libro preferito di Harry è Quidditch Through the Ages, un vero e proprio libro che la Rowling ha scritto (con lo pseudonimo di Kennilworthy Whisp) per l'ente di beneficenza Comic Relief.

Possedimenti

Quando i genitori di Harry sono stati uccisi da Lord Voldemort, hanno lasciato un grande mucchio di oro dei maghi, usato come moneta nel mondo della magia, in una cassaforte nella banca dei maghi, Gringotts. Questo diventa la fonte di Harry per pagare tutti i suoi libri di testo di Hogwarts, l'abbigliamento da mago e i soldi per le spese.

Come nel caso della maggior parte dei maghi della serie di Harry Potter, la sua bacchetta è tra i suoi oggetti magici più preziosi. Quella di Harry è fatta di agrifoglio, un legno scelto dalla Rowling perché si dice che elimini il male. Forma un contrasto deliberato con la bacchetta della sua nemesi Lord Voldemort, la cui bacchetta è fatta di tasso, che simboleggia la morte. La Rowling afferma di aver appreso in seguito che nel calendario celtico un tipo di legno è assegnato ad ogni mese; e il compleanno fittizio di Harry (31 luglio) è legato all'agrifoglio. Anche Ron Weasley e Hermione Granger hanno ricevuto bacchette fatte con i legni appropriati identificati dal calendario celtico, secondo i loro mesi di nascita fittizi.

Un altro possesso apprezzato e utile è il mantello dell'invisibilità di Harry. Nel suo primo anno alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, lo riceve anonimamente come regalo di Natale. Più tardi viene a sapere che è stato dato da Albus Silente, che l'ha avuto a sua volta dal padre di Harry.

Harry possiede anche la metà di un paio di specchi a due vie, regalati dal suo padrino Sirius Black, come mezzo per mantenere le comunicazioni segrete. Nel Libro 7, Harry Potter e i Doni della Morte, quando Harry e diversi amici vengono catturati a Malfoy Manor, che Lord Voldemort stava usando come suo quartier generale, Harry usa lo specchio per comunicare con Aberforth Silente, che invia soccorso sotto forma di Dobby l'elfo della casa.

Dopo la morte di Sirius, tutti i suoi beni rimanenti furono passati a Harry. Questo includeva la residenza della famiglia Black, situata al numero dodici di Grimmauld Place, e tutto il contenuto e l'arredamento della casa, compreso Kreacher (il vecchio elfo della famiglia Black). Harry ereditò anche il resto della ricchezza di Sirius in oro dei maghi alla Gringotts.

Un altro notevole possesso di Harry è un coltello magico, datogli da Sirius Black. Il coltello ha il potere di aprire la maggior parte delle serrature meccaniche e dei sigilli magici. Il coltello è stato distrutto quando Harry ha tentato di usarlo su una serratura nel Dipartimento dei Misteri, quando invece di aprire la serratura desiderata, un incantesimo ha distrutto la lama del coltello.

Alla fine dei Doni della Morte, Harry possiede tutti e tre i Doni della Morte: il Mantello dell'Invisibilità, la Pietra della Resurrezione e la Bacchetta di Sambuco, che sono tre degli oggetti magici più potenti di tutto il mondo dei maghi. Tuttavia, Harry ha perso la Pietra della Resurrezione nella Foresta Proibita e decide di lasciarla lì. Harry prende anche la Bacchetta di Sambuco e la depone con il corpo di Silente, in modo che il potere della bacchetta possa estinguersi se muore di morte naturale. Tuttavia, il nuovo ritratto di Silente nell'Ufficio del Preside è d'accordo che Harry dovrebbe tenere il Mantello dell'Invisibilità per sé, poiché era di suo padre.

Durante la maggior parte dei libri, Harry ha anche un gufo domestico di nome Edvige, usato per consegnare e ricevere messaggi e pacchetti. Quando Edvige viene uccisa nel settimo libro, l'autrice ha detto che si aspettava la forte reazione emotiva dei suoi lettori: "La perdita di Edvige ha rappresentato una perdita di innocenza e sicurezza. Lei è stata quasi come un giocattolo coccoloso per Harry, a volte. So che quella morte ha sconvolto molte persone!".

Famiglia

Nei romanzi, Harry è l'unico figlio di James e Lily Potter, ma orfano da bambino. La Rowling fece di Harry un orfano fin dalle prime bozze del suo primo libro. Sentiva che un orfano sarebbe stato il personaggio più interessante da scrivere. Tuttavia, dopo la morte di sua madre, la Rowling scrisse Harry come un bambino che desiderava rivedere i suoi genitori morti, incorporando in lui la sua angoscia. La zia e lo zio di Harry tennero nascosta a Harry la verità sulla loro morte, dicendogli che erano morti in un incidente d'auto. Attraverso il suo matrimonio con Ginny Weasley, Harry collega le famiglie Peverell e Casa Nera. Non si sa se ci siano stati altri legami tra la storia delle due famiglie, ma questo è possibile, dato che sono tra le famiglie di maghi più importanti.

Nella cultura popolare

Nel 2002, Harry Potter è stato votato n. 85 tra i "100 migliori personaggi di fantasia" dalla rivista Book e anche votato il 35° "Peggior britannico" nel programma di Channel 4 "100 Worst Britons We Love to Hate". Inoltre, Harry Potter è parodiato nella serie Barry Trotter dallo scrittore americano Michael Gerber, dove un "Barry Trotter" appare come l'antieroe eponimo. Sulla sua homepage, Gerber descrive Trotter come un personaggio sgradevole che "beve troppo, mangia come un maiale, dorme fino a mezzogiorno, e deve soldi a tutti". L'autore ha dichiarato "[s]in quanto mi sono piaciuti molto i libri della Rowling [...] mi sono sentito obbligato a cercare di scrivere una parodia degna degli originali".

Nella vita reale, l'aspetto iconoclasta di Harry è diventato un cult. Secondo halloweenonline.com, i set di Harry Potter sono stati il quinto costume di Halloween più venduto del 2005. Inoltre, gruppi di maghi rock come Harry and the Potters e altri si vestono regolarmente nello stile di Harry Potter, sfoggiando cicatrici dipinte sulla fronte, parrucche nere e occhiali tondi a calice.

Il Wizard rock è un movimento musicale risalente al 2002 che consiste in almeno 200 band composte da giovani musicisti che suonano canzoni su Harry Potter. Il movimento è iniziato nel Massachusetts con la band Harry and the Potters, che fa cosplay come Harry durante le esibizioni dal vivo

Harry Potter appare nell'episodio di Robot Chicken "Nutcracker Sweet" doppiato da Seth Green. Gli viene mostrato di avere Firebolt in un posto delicato su di sé. Quinton Flynn dà voce a Harry Potter nell'episodio "Password: Swordfish". Quando la minaccia della creatura puberale Pubertis è nota, Harry vede Silente a questo proposito e riceve una pietra che potrebbe aiutarlo a combattere Pubertis. Al momento del confronto con Pubertis, egli strofina la pietra due volte, il che evoca dei fantasmi che lo colpiscono. Quando si arriva alla terza volta, (la pietra inizia a "sfregare") appare Silente e dice a Harry che la pietra può essere riscaldata solo tre volte (quattro se si prende una settimana di pausa) e che Pubertis non può essere distrutto poiché vive in tutti.

In Epic Movie, un film parodia del 2007, è interpretato dal comico canadese Kevin McDonald, mentre Harry è ritratto come una sorta di pervertito come si vede quando Harry cerca di toccare il seno di Susan Pevensie.

Gli episodi di The Grim Adventures of Billy and Mandy hanno parodiato Harry come Nigel Planter. A differenza di Harry, Nigel ha una cicatrice a forma di L sulla fronte.

In un episodio di The Adventures of Jimmy Neutron: Boy Genius, Potter è citato trice, una volta quando Jimmy sta guardando una bobina di film rapidamente (Dove Hagrid dice "Sei un mago, Harry") e più tardi nelle riprese per il film di Jimmy, come Jimmy gioca una parodia di Harry, chiamato "Terry Bladder".

Wizards of Waverly Place una volta ha fatto riferimento a Harry, dato che Justin indossava una tunica e occhiali come Harry, a cui Alex commenta cercando di indovinare a chi assomiglia ("Barry qualcosa", "Jerry qualcosa", ecc.)

Harry and the Potters si esibiscono alla Horace Mann School di Riverdale, Bronx, New York. Da notare i capelli neri e gli occhiali degli artisti.
Harry and the Potters si esibiscono alla Horace Mann School di Riverdale, Bronx, New York. Da notare i capelli neri e gli occhiali degli artisti.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3