Enrico II d'Inghilterra

Enrico II d'Inghilterra, noto anche come Enrico II Curtmantle (Le Mans, Francia, 5 marzo 1133 - Chinon, Francia, 6 luglio 1189) fu anche conte d'Anjou, conte del Maine, duca di Normandia, duca di Aquitania, duca di Guascogna, conte di Nantes, signore d'Irlanda e, in vari periodi, controllò parti del Galles, della Scozia e della Francia occidentale. Si preoccupava del suo impero in Francia tanto quanto dell'Inghilterra.

Enrico era figlio di Geoffrey V, conte d'Anjou e dell'imperatrice Matilde. Sposò Eleonora d'Aquitania nel 1152 e fu incoronato re nel 1154. Tra i suoi figli vi erano i futuri re Riccardo, che più tardi avrebbe condotto molte battaglie, e Giovanni. Sebbene fosse re d'Inghilterra, non imparò mai la lingua inglese perché la sua famiglia era arrivata dalla Normandia nel 1066. Parlavano il francese normanno. Enrico era intelligente e ben istruito. Parlava correntemente il latino, che all'epoca era la lingua delle persone istruite in Europa. Tutti i documenti e le leggi erano scritti in latino.

Enrico II combattè contro il fratello Geoffrey a Montsoreau nel 1152. La successione di Enrico II al trono d'Inghilterra fu concordata nel 1153. Egli salì finalmente al trono nel 1154 alla morte di Stefano I. Ridusse il potere dei baroni che erano diventati molto potenti durante il regno di Stefano, e nel 1166 introdusse il processo con la giuria.

Enrico II, Re d'Inghilterra
Enrico II, Re d'Inghilterra

Impatto sull'ordine pubblico

Henry ha avuto un enorme impatto su Law and Order. Enrico era insoddisfatto di come la legge non fosse applicata allo stesso modo in tutta l'Inghilterra, e i suoi cambiamenti contribuirono a sviluppare la common law. Questo era il modo in cui le leggi sarebbero state applicate allo stesso modo in tutte le città e i villaggi, così tutti venivano trattati allo stesso modo e con equità. Per fare questo, Enrico fece una serie di cambiamenti:

  • Creò dei giudici che avrebbero viaggiato per il paese e che avrebbero giudicato i casi di persone accusate di aver infranto la legge. Questo significava che tutti i crimini venivano giudicati dal Re o dai suoi giudici, e non da persone del luogo che potevano essere influenzate o influenzate.
  • Permetteva ai giudici di riscuotere le multe dalle punizioni dei piccoli crimini, che sarebbero poi state date al Re.
  • Ha creato il processo con la giuria. Ciò significava che un certo numero di uomini del posto, di solito 12, avrebbero giudicato il caso di qualcuno accusato di un crimine. Se lo ritenevano colpevole, veniva punito e se lo credevano innocente, veniva messo in libertà.

Il processo per mezzo di una giuria è diventato un'alternativa più sicura ai calvari che potrebbero causare lesioni o morte. Nel 1215, dopo che Papa Innocenzo III proibì ai sacerdoti di sorvegliare i calvari, i processi per giuria divennero il modo più comune di giudicare i criminali.

Uno dei grandi eventi che accadde mentre Enrico governava fu l'uccisione di Thomas Becket. Enrico e Becket erano vecchi amici che si trovarono in disaccordo una volta che Becket divenne arcivescovo di Canterbury. La loro disputa riguardava il ruolo della Chiesa in Inghilterra. Becket stava cercando di aumentare il potere dei tribunali ecclesiastici che avevano perso il potere quando Enrico aveva apportato importanti cambiamenti al sistema legale. Quattro cavalieri uccisero Becket nella cattedrale di Canterbury. La leggenda dice che i cavalieri avevano sentito Enrico dire: "Chi mi libererà da questo prete turbolento (ribelle)?

Il primo figlio di Enrico, Guglielmo, conte di Poitiers, morì da bambino. Nel 1170, il figlio quindicenne di Enrico ed Eleonora, Enrico, fu incoronato re (un altro motivo per cui Enrico litigò con Tommaso Becket, che non era d'accordo con l'incoronazione dell'Enrico). Il giovane Enrico non ha mai regnato e non è nella lista dei re e delle regine d'Inghilterra; divenne noto come Enrico il giovane re per non essere confuso con suo nipote Enrico III.

Enrico e sua moglie, Eleonora d'Aquitania, avevano cinque figli e tre figlie: William, Henry, Richard, Geoffrey, John, Matilda, Eleonora e Giovanna. Enrico cercò di sottrarre a Eleonora le terre di Eleonora (e al loro figlio Riccardo). Questo portò a un conflitto tra Enrico da una parte e sua moglie e i suoi figli dall'altra.

Enrico ebbe anche molti figli al di fuori del suo matrimonio, tra cui William de Longespee, conte di Salisbury, la cui madre era Ida, contessa di Norfolk; Geoffrey, arcivescovo di York, figlio di una donna di nome Ykenai; Morgan, vescovo di Durham; e Matilda, badessa di Barking.

Enrico ebbe costanti lotte e battaglie contro il re francese Luigi VII di Francia, ma anche molti conflitti con la propria moglie e i propri figli. I suoi figli legittimi erano, diceva, "i veri bastardi". Quando non combattevano tra loro, combattevano contro Enrico. Il primo Riccardo e il giovane Enrico combatterono contro il padre per il possesso delle terre che gli erano state promesse. Furono sconfitti e multati pesantemente. Più tardi Eleonora e il giovane Enrico condussero una guerra civile contro il re Enrico (1173/74). Anche questo Enrico vinse, giusto. Riccardo sconfisse infine Enrico in una battaglia per gli Angiò (1189). Riccardo ebbe l'aiuto di Filippo II, che ora era re di Francia.

Debole, malato e abbandonato da tutti tranne che da un figlio illegittimo, Enrico morì in Francia nel 1189 a 56 anni. Regnò per 35 anni e gli successe Riccardo.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3