Scozia

La Scozia (in gaelico scozzese: Alba) è uno dei quattro paesi che compongono il Regno Unito. È la metà settentrionale dell'isola di Gran Bretagna, insieme a molte altre isole, con circa cinque milioni di persone che vi abitano. A sud della Scozia si trova l'Inghilterra, il Mare del Nord a est, l'Oceano Atlantico a ovest e il Mare d'Irlanda a sud-est.

La Scozia era un tempo un paese indipendente e aveva un proprio monarca, ma ora è in unione con l'Inghilterra, il Galles e l'Irlanda del Nord, che si chiama Regno Unito. Nel 1603 anche il re di Scozia, Giacomo VI, divenne re d'Inghilterra, perché la regina Elisabetta I d'Inghilterra morì e non ebbe alcun figlio o figlia per prendere il suo posto come re o regina. Nel 1707 il parlamento di Scozia si unì al parlamento d'Inghilterra per diventare il parlamento della Gran Bretagna.

Anche se la Scozia non è indipendente, nel corso della storia ha avuto un proprio sistema giuridico, una propria chiesa, scuole e cultura. Dal 1999 la Scozia ha un proprio parlamento, il parlamento scozzese. È stato devoluto al parlamento britannico, che controlla ancora molte cose riguardanti la Scozia.

Il 18 settembre 2014 si è svolto il referendum sull'indipendenza dal Regno Unito. La maggioranza (55%) ha votato per rimanere nel Regno Unito.

La bandiera della Scozia è blu con una croce diagonale bianca. Questa è la croce di Sant'Andrea, che è il patrono della Scozia. Altri simboli usati per la Scozia sono un cardo e un leone rampante.

La capitale della Scozia è Edimburgo sulla costa orientale, ma la città più grande è Glasgow sulla costa occidentale. Altre città della Scozia sono Aberdeen, Dundee, Inverness, Perth e Stirling.

Mappa della Scozia
Mappa della Scozia

Geografia

La parte principale della Scozia è costituita da ⅓ della dimensione delle isole britanniche, e si trova a nord-ovest dell'Europa continentale.

La superficie del territorio della Scozia è di 78.772 km² (30.414 mq). L'unico confine terrestre della Scozia è quello con l'Inghilterra e si estende per 96 km (60 miglia). L'Oceano Atlantico confina con la costa occidentale e il Mare del Nord è a est. L'isola d'Irlanda dista solo 30 chilometri (20 miglia) dalla parte meridionale di Kintyre, la Norvegia è a 305 chilometri (190 miglia) a est e le Isole Faroe sono a 270 chilometri (168 miglia) a nord. La terraferma della Scozia comprende anche diverse isole, tra cui le Ebridi interne ed esterne al largo della costa occidentale e gli arcipelaghi delle Orcadi e delle Shetland a nord della terraferma.

Il nord della Scozia ha molte montagne, e poche persone ci vivono. La maggior parte della gente vive nelle pianure (Edimburgo, Glasgow, Aberdeen e Dundee), o intorno alla costa. A sud della cintura centrale si trovano le Highlands meridionali, un altro luogo collinare. Sulla costa occidentale e a nord ci sono molte isole. La montagna più alta della Scozia è Ben Nevis, che è anche la montagna più alta delle isole britanniche.

Storia

La storia della Scozia inizia quando gli esseri umani cominciarono a vivere in Scozia dopo la fine dell'ultima era glaciale. Secondo i miti e le leggende, le madri di Maria della Guisa infestano il Palazzo di Linlithgow, il suo nome è anche la Signora Bianca. Si ritiene che John Brown infesti il castello di Balmoral. Della civiltà dell'età della pietra, dell'età del bronzo e dell'età del ferro che esisteva nel paese, rimangono molti fossili, ma non sono state lasciate tracce scritte. Queste persone non avevano la scrittura.

La storia scritta della Scozia inizia quando l'Impero Romano arrivò in Britannia, e i Romani invasero quella che oggi è l'Inghilterra e il Galles, chiamandola Britannia. A nord c'era la Caledonia, terra non completamente di proprietà dei romani. Solo la Caledonia meridionale fu conquistata dai Romani, che fondarono città come Edimburgo quando crearono le mura Antonine. Il suo popolo erano i Pitti. Questo significava che gli scozzesi non erano influenzati dai Romani come lo erano gli inglesi. Il mare era molto importante per ragioni commerciali.

A causa della posizione della Scozia nel mondo e della sua forte dipendenza dalle rotte commerciali via mare, la nazione aveva stretti legami a sud e ad est con i paesi baltici, e attraverso l'Irlanda con la Francia e l'Europa. In seguito agli Atti di Unione e alla Rivoluzione Industriale, la Scozia è cresciuta fino a diventare uno dei più grandi stati commerciali, intellettuali e industriali d'Europa.

Guerre d'Indipendenza

Le Guerre dell'Indipendenza scozzese furono molte campagne militari combattute tra la Scozia e l'Inghilterra tra la fine del XIII e l'inizio del XIV secolo.

La Prima Guerra (1296-1328) iniziò con l'invasione inglese della Scozia nel 1296, e si concluse con la firma del Trattato di Edimburgo-Northampton nel 1328. La Seconda Guerra (1332-1357) iniziò con l'invasione inglese della Scozia da parte di Edward Balliol e dei "Diseredati" nel 1332, e terminò intorno al 1357 con la firma del Trattato di Berwick.

Le guerre furono parte di una grande crisi nazionale per la Scozia e il periodo divenne uno dei momenti più importanti della storia della nazione. Alla fine di entrambe le guerre, la Scozia era ancora un paese libero e indipendente, che fu il suo obiettivo principale durante tutto il conflitto. Le guerre furono importanti anche per altri motivi, come l'invenzione dell'arco lungo come arma importante nella guerra medievale.

Una serie di morti in linea di successione negli anni Ottanta del XII secolo, seguita dalla morte di re Alessandro III nel 1286, lasciò in crisi la corona scozzese. L'erede era sua nipote, Margherita, la "cameriera di Norvegia", una bambina di quattro anni.

Edoardo I d'Inghilterra, in qualità di prozio di Margherita, suggerì che suo figlio (anch'egli figlio) e Margherita si sposassero, stabilizzando la linea di successione scozzese. Nel 1290 i tutori di Margherita acconsentirono a questo, ma Margherita stessa morì ad Orkney durante il suo viaggio dalla Norvegia alla Scozia a causa del mal di mare, prima di essere nominata regina, o il suo matrimonio potesse avere luogo.

Poiché non c'era più un chiaro erede al trono, il popolo scozzese decise di chiedere a Edoardo I d'Inghilterra di scegliere il proprio re. Il candidato più forte si chiamava Robert Bruce. Robert Bruce aveva castelli in tutto il paese, e aveva un esercito privato. Ma Edoardo voleva invadere la Scozia, così scelse il candidato più debole, che era John Balliol. Aveva il più forte pretendente al trono, e divenne re il 30 novembre 1292. Robert Bruce decise di accettare questa decisione (suo nipote e il suo omonimo salì al trono come Robert I).

Negli anni successivi, Edoardo I continuò a cercare di minare sia l'autorità di re Giovanni che l'indipendenza della Scozia. Nel 1295, Giovanni, su raccomandazione dei suoi consiglieri capo, strinse un'alleanza con la Francia. Questo fu l'inizio dell'Alleanza Auld.

Nel 1296, Edoardo invase la Scozia. Rimosse re Giovanni dal potere e lo mise in prigione. L'anno successivo William Wallace e Andrew de Moray sollevarono un esercito dalle parti meridionali e settentrionali del paese per combattere gli inglesi. Sotto la loro guida congiunta, un esercito inglese fu sconfitto nella battaglia di Stirling Bridge. Per un breve periodo Wallace governò la Scozia in nome di John Balliol come Guardiano del regno.

Edward è venuto di persona a nord e ha sconfitto Wallace nella battaglia di Falkirk nel 1298. Wallace fuggì, ma si dimise da Guardiano della Scozia. John Comyn e Robert the Bruce furono messi al suo posto. Nel 1305 Wallace fu catturato dagli inglesi, che lo giustiziarono per tradimento. Wallace sostenne di non aver commesso tradimento perché non era fedele all'Inghilterra.

Nel febbraio 1306 Robert Bruce uccise John Comyn, uno dei principali rivali, in una chiesa. Bruto continuò a conquistare la corona, ma l'esercito di Edoardo invase ancora una volta il paese dopo aver sconfitto il piccolo esercito di Bruto nella Battaglia di Methven. Nonostante la scomunica di Bruto e dei suoi seguaci da parte di Papa Clemente V, il suo sostegno si rafforzò lentamente; e nel 1314, con l'aiuto di nobili come Sir James Douglas e il Conte di Moray, solo i castelli di Bothwell e Stirling erano ancora sotto il controllo inglese.

Edward I morì a Carlisle nel 1307. Il suo erede, Edoardo II, spostò un esercito a nord per rompere l'assedio del castello di Stirling e riprendere il controllo. Robert sconfisse quell'esercito nella battaglia di Bannockburn nel 1314, assicurandosi l'indipendenza temporanea. Nel 1320, una lettera al Papa da parte dei nobili scozzesi (la Dichiarazione di Arbroath) si avviava a convincere Papa Giovanni XXII a rovesciare la precedente scomunica e ad annullare i vari atti di sottomissione dei re scozzesi a quelli inglesi, in modo che l'indipendenza della Scozia potesse essere riconosciuta da altri paesi europei.

Nel 1326 si riunì il primo Parlamento plenipotenziario della Scozia. Il parlamento fu costituito da un precedente consiglio della nobiltà e del clero intorno al 1235, ma nel 1326 i rappresentanti dei borghesi - i commissari dei borghesi - si unirono a loro per formare le Tre Tenute.

Nel 1328, Edoardo III firmò il Trattato di Northampton che dichiarò l'indipendenza scozzese sotto il governo di Roberto il Bruto. Quattro anni dopo la morte di Roberto nel 1329, l'Inghilterra invase ancora una volta la Scozia, cercando di mettere il "Re Giusto" Edward Balliol, figlio di Giovanni Balliol, sul trono scozzese, dando inizio alla Seconda Guerra d'Indipendenza. Di fronte alla dura resistenza scozzese, guidata da Sir Andrew Murray, i tentativi di assicurare Balliol al trono sono falliti. Edoardo III perse interesse per Balliol dopo lo scoppio della Guerra dei Cent'anni con la Francia. Nel 1341 Davide II, figlio ed erede di re Roberto, poté tornare dall'esilio temporaneo in Francia. Balliol rinunciò infine alla sua vuota pretesa al trono di Edoardo nel 1356, prima di ritirarsi nello Yorkshire, dove morì nel 1364.

Il norreno

La maggior parte delle isole scozzesi è stata governata dai nordici (e poi dai norvegesi e dai danesi) per oltre quattrocento anni. Questo include le Ebridi a ovest e le Orcadi e le Shetland a nord. Le isole hanno ancora una cultura propria. St Kilda, il cuore delleOrcadineolitiche e Skara Brae sono tutti siti patrimonio dell'umanità, così come il Muro di Antonine e New Lanark sulla terraferma.

Dal 1603

Nel 1603 la regina Elisabetta I d'Inghilterra morì e, non avendo figli, Giacomo VI di Scozia (figlio di Maria, regina di Scozia) divenne anche re Giacomo I d'Inghilterra. Nel 1707, la Scozia e l'Inghilterra furono unite nell'Atto di unione per formare un unico grande Regno, il Regno di Gran Bretagna. Quando l'Irlanda aderì nel 1801, fu creato il Regno Unito.

Nel 1997, la maggioranza degli elettori in Scozia ha scelto di avere un proprio parlamento scozzese, che è stato istituito nel 1999. L'ex primo ministro scozzese Alex Salmond ha guidato il Partito nazionale scozzese al governo in Scozia nel 2007 e ha ottenuto la maggioranza assoluta nel 2011, conquistando 69 dei 129 seggi. Il referendum sull'indipendenza scozzese del 2014 si è concluso con una maggioranza (55%) contro l'indipendenza dal Regno Unito. Alex Salmond si è dimesso poco dopo ed è stato sostituito da Nicola Sturgeon il 19 novembre 2014.

Il Partito nazionale scozzese ha vinto 56 dei 59 seggi scozzesi alla Camera dei Comuni del Regno Unito alle elezioni generali del 2015, mentre i conservatori hanno ottenuto la maggioranza assoluta. La Scozia aveva tradizionalmente votato per il Partito laburista alle elezioni generali prima di allora.

Il castello di Stirling si trova da secoli sulla cima di una rupe vulcanica. Difendeva il guado più basso del fiume Forth. Il castello ha subito molti assedi.
Il castello di Stirling si trova da secoli sulla cima di una rupe vulcanica. Difendeva il guado più basso del fiume Forth. Il castello ha subito molti assedi.

Sir William Wallace
Sir William Wallace

Il ponte di Stirling nel 2006
Il ponte di Stirling nel 2006

Robert Bruce
Robert Bruce

Lingua

Le lingue ufficiali della Scozia sono l'inglese, lo scozzese e il gaelico. L'inglese è parlato dalla maggior parte delle persone in Scozia, mentre solo un piccolo numero, per lo più nelle isole occidentali, parla il gaelico. Il gaelico ha cominciato a declinare nel tardo Medioevo, quando i re e i nobili scozzesi preferivano l'inglese.

Sport

Calcio

Il calcio è lo sport più popolare in Scozia. Tre delle grandi città, Glasgow, Edimburgo e Dundee, hanno due o tre grandi squadre di calcio, e la maggior parte delle città ha almeno una squadra. Le due squadre più famose della Scozia sono conosciute come "Old Firm". Si tratta di Celtic e Rangers. Questi due club di Glasgow hanno un sacco di storia, e sono feroci rivali, spesso causando risse, rivolte e persino omicidi tra i tifosi. I Rangers sono detentori del record mondiale, avendo vinto il maggior numero di titoli di campionato di qualsiasi squadra di calcio, attualmente 54.

La Scozia è stata la vincitrice della Coppa del Mondo Homeless nel 2007 ed è la campionessa in carica dopo la vittoria nell'agosto 2011. Hanno sconfitto il Messico per 4-3 a Parigi, in Francia.

Altre squadre di calcio

Gli altri club principali in Scozia sono Aberdeen, Hearts, Hibs e Dundee United. Queste squadre sono in Premier League in questo momento, e di solito occupano il maggior numero di posti nella top six del campionato.

Tra gli altri club scozzesi c'è il Gretna, che ha vinto tre titoli di fila, passando dalla Terza Divisione, all'SPL in sole tre stagioni. Gretna ha finito i soldi, e sono stati chiusi. Anche Raith Rovers, che ha giocato la famosa Coppa UEFA, il Bayern München. Raith Rovers è stato messo KO dal Bayern München, ma è riuscito a condurre 1-0 a metà tempo. La regina del sud ha raggiunto anche la lega dell'europa, dopo aver raggiunto la finale di Coppa di Scozia 2008. hanno perso 3 -2 contro i Rangers.

Premier League scozzese

La divisione superiore del calcio scozzese è chiamata "Scottish Premier League" (o SPL), ed è attualmente sponsorizzata dalla Clydesdale Bank, una grande banca scozzese. Nel 2013, il suo nome è stato cambiato in "Scottish Premier League".

Rugby

Nel 1925, 1984 e 1990, la Scozia ha vinto il Gran Slam delle Cinque Nazioni, avendo battuto tutte le altre quattro squadre - Inghilterra, Galles, Irlanda e Francia.

Golf

Il golf è uno sport popolare in Scozia. È unico, in quanto la Scozia è il luogo di nascita del golf, e ci sono molti campi da golf pubblici dove le persone possono giocare a piccole tariffe. In qualsiasi altra parte del mondo, il golf è un gioco per ricchi.

Sandy Lyle è stato il primo golfista scozzese a vincere un titolo importante in tempi moderni. Colin Montgomery è uno dei migliori giocatori che non ha mai vinto un campionato importante dopo essere arrivato secondo per cinque volte.

Motorsports

Anche la Scozia si occupa di sport motoristici. L'ex pilota di F1 David Coulthard è tredici volte vincitore del Gran Premio. Jackie Stewart è un 3 volte campione del mondo di F1 e considerato uno dei migliori piloti di sempre. Jim Clark è stato 2 volte campione del mondo di F1 e considerato uno dei migliori di sempre con Fangio, Schumacher e Senna. Paul di Resta, nato a Livingston, è attualmente un pilota di F1 per il team Force India. Colin McRae è stato anche il Campione del Mondo Rally 1995.

Polo Elefante

La Scozia è stata la campionessa del mondo dell'insolito sport dell'Elephant Polo nel 2004. L'Elephant Polo, registrato come sport olimpico presso il Comitato Olimpico del Nepal, è stato inventato dallo scozzese Nathan Mochan nel 1983.

Tennis

Andy Murray, originario della Scozia, è attualmente il miglior tennista del Regno Unito, avendo vinto titoli di singolo agli US Open, e a Wimbledon, dove la sua vittoria del 2013 ha concluso un'attesa di 77 anni per la vittoria di un britannico. Ha vinto anche l'oro olimpico nel singolo maschile alle Olimpiadi estive di Londra 2012. Anche suo fratello, Jamie Murray, è un giocatore di doppio di successo.

Entrambi i gruppi di tifosi a una partita della Old Firm al Celtic Park.
Entrambi i gruppi di tifosi a una partita della Old Firm al Celtic Park.

Musica tradizionale

Gli strumenti musicali tradizionali scozzesi comprendono: la cornamusa, la fisarmonica, il violino, l'arpa e il fischietto di latta.




Pagine correlate


AlegsaOnline.com - 2020 / 2021 - License CC3