Xenoturbella

Xenoturbella è un genere di animali bilateriani; contiene due specie marine simili a vermi. La prima specie conosciuta è stata scoperta nel 1915 ma è stata descritta solo nel 1949. Uno studio sul DNA del 2003 ha dimostrato che si tratta di un primitivo deuterostomo phylum. Il genere è stato il primo membro del suo sottofilo (lo Xenoturbellida) ad essere scoperto.

Questo phylum è basale all'interno dei deuterostomi. È imparentato con l'Acoelomorpha, formando una clade sorella degli echinodermi e degli emicordati. Altri membri di questo phylum sono ora noti.

Xenoturbella ha un piano corporeo molto semplice: non ha cervello, non ha l'intestino, non ha un sistema di escrezione, non ha gonadi organizzate (ma ha i gameti), o qualsiasi altro organo ad eccezione di una statocisti contenente cellule flagellate. Ha ciglia e sistema nervoso diffuso. L'animale è lungo fino a 4 centimetri ed è stato trovato al largo delle coste della Svezia, della Scozia e dell'Islanda.

L'associazione di esemplari di Xenoturbella con larve di molluschi ha portato molti a suggerire che si tratta di molluschicidi. Tuttavia, un'altra idea è che lo stadio larvale di Xenoturbella si sviluppa come parassita interno di alcuni molluschi.

Il genere Xenoturbella contiene due specie:


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3