Islanda

Islanda (/ˈaɪslənd/ ( ascolta); islandese: Ísland, pronunciato [ˈistlant]) è un paese insulare nell'Atlantico settentrionale, tra la Groenlandia e la Norvegia, un tempo possedimento della Danimarca. È culturalmente considerata parte dell'Europa. L'Islanda si trova a 301 chilometri a est della Groenlandia e 1001 chilometri a ovest della Norvegia. Ci sono circa 329.100 persone che vivono in Islanda. L'Islanda ha una superficie di 103.000 km².

Storia

Si pensa che i primi a vivere in Islanda siano stati i monaci irlandesi. Arrivarono in Islanda intorno all'anno 800.

Nel IX secolo, i Normanni andarono a vivere in Islanda. Il primo Norseman che visse in Islanda fu Flóki Vilgerðarson. Fu anche colui che diede il nome all'Islanda. Ingólfur Arnarsons fu il primo colonizzatore permanente dell'isola. Questo capo tribù norvegese andò a vivere nel sud-ovest dell'Islanda e fondò la città di Reykjavík.

Nel 930 i governanti islandesi scrissero una costituzione. Crearono l'Althing, una sorta di parlamento in un luogo chiamato Þingvellir. Pertanto, l'Islanda è la più antica repubblica esistente.

Nel 985, Erik il Rosso fu mandato via dall'isola perché aveva ucciso qualcuno. Navigò verso ovest e scoprì la Groenlandia. Il figlio di Eric, Leif Ericson, scoprì l'America nell'anno 1000. La chiamò Vinland. I viaggi di Eric, Leif e altri furono scritti nelle saghe (storie lunghe).

Nel 1262 l'Islanda divenne parte della Norvegia. Questo durò per 400 anni. Nel 1662, divenne parte della Danimarca. Nel XIX secolo, molti islandesi vollero essere indipendenti dalla Danimarca. Nel 1918, l'Islanda ottenne molti poteri propri, ma il re di Danimarca era ancora il re dell'Islanda.

Quando la Germania prese il controllo della Danimarca il 9 aprile 1940, l'Althing decise che gli islandesi avrebbero dovuto governare il paese da soli, ma non dichiararono ancora l'indipendenza. I soldati britannici e poi americani occuparono l'Islanda per evitare che fosse attaccata dai tedeschi. Nel 1944, l'Islanda divenne finalmente completamente indipendente.

Dopo la seconda guerra mondiale, l'Islanda è diventata membro dell'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO), ma non dell'Unione Europea. Tra il 1958 e il 1976, ci sono stati tre dibattiti tra l'Islanda e il Regno Unito sui diritti di pesca del merluzzo. Si chiamavano le Guerre del Merluzzo.

Nel 1980, Vigdís Finnbogadóttir è stato eletto presidente dell'Islanda. È stata la prima donna in assoluto ad essere eletta presidente di un Paese.

Nel 2016, Guðni Th. Jóhannesson diventa presidente dell'Islanda.

Una mappa dell'Islanda pubblicata all'inizio del 17° secolo
Una mappa dell'Islanda pubblicata all'inizio del 17° secolo

Politica

L'Islanda ha un sistema multipartitico. Dalle elezioni del 2013, il Partito Indipendentista di centro-destra e il Partito Progressivo sono i più grandi partiti politici islandesi. Altri partiti potenti in Islanda sono l'Alleanza socialdemocratica di centro-sinistra e il Movimento Verde di sinistra. Vedi anche: Elenco dei partiti politici in Islanda.

L'Islanda è una democrazia rappresentativa e una repubblica parlamentare. L'Islanda ha un presidente (Guðni Th. Jóhannesson) e un primo ministro (Katrín Jakobsdóttir). Il parlamento, Althing, ha 63 membri e ogni membro può stare lì solo per quattro anni. Il presidente è eletto dagli islandesi ed è al governo per quattro anni. Il presidente può essere eletto un numero illimitato di volte.

L'Islanda non ha un esercito permanente. L'Aeronautica Militare degli Stati Uniti aveva una base vicino a Reykjanesbær, ma se ne sono andati nel 2006. Dal 2008, le nazioni della NATO hanno occasionalmente fatto pattugliare l'Islanda dall'aviazione militare. Questo è stato richiesto dal governo islandese.

Divisioni

L'Islanda è divisa in 8 regioni, 6 circoscrizioni e 74 comuni (dal 2013). Le regioni sono utilizzate principalmente per le statistiche. Le circoscrizioni sono utilizzate per selezionare i politici che li rappresenteranno in parlamento. Infine, i comuni forniscono servizi alle persone che vi abitano. Questi servizi includono l'istruzione, la gestione dei rifiuti, il trasporto pubblico e così via.

Prima del 2003, le circoscrizioni erano le stesse delle regioni, ma questo è stato cambiato perché significava che un voto a Reykjavik significava meno di uno in una zona rurale. Anche se questo è stato affrontato, il problema esiste ancora.

·        

·        

Costituzioni dell'Islanda

·        

Islanda i seguenti comuni

Economia

La pesca e la lavorazione del pesce è la principale attività economica in Islanda. Nonostante gli sforzi di diversificazione, in particolare nel settore dei viaggi, le esportazioni di prodotti ittici continuano a rappresentare quasi tre quarti delle esportazioni di merci e circa la metà di tutti i guadagni in valuta estera.

L'energia geotermica produce la maggior parte dell'energia elettrica consumata in Islanda, soprattutto grazie alla posizione dell'isola in cima alla dorsale del Mid-Atlantic Ridge ed espone abbondanti serbatoi di acqua calda e geyser. Questo ha l'effetto di ridurre drasticamente il prezzo dell'elettricità in Islanda, e ha attratto diverse industrie ad alta intensità energetica.

La fusione dell'alluminio (la riduzione dei minerali di alluminio a metallo di alluminio) è il più grande settore manifatturiero ad alta intensità energetica in Islanda, e il paese ha prodotto oltre 800.000 tonnellate metriche all'anno nel 2013, il che lo rende il decimo produttore mondiale di metallo di alluminio.

Geografia

L'Islanda è molto attiva dal punto di vista geologico e, insieme alle grandi quantità di pioggia e neve causate dalle calde acque della corrente della corrente del golfo che scorre verso di essa, si sono sviluppate molte caratteristiche geografiche interessanti e insolite che la rendono diversa da qualsiasi altra isola così vicina al Circolo Polare Artico.

Alcune di queste caratteristiche sono le numerose montagne, i vulcani, le sorgenti termali, i fiumi, i piccoli laghi, le cascate, i ghiacciai e i geyser dell'Islanda. La parola geyser deriva infatti da Geysir, il nome di un geyser particolarmente famoso nella parte meridionale dell'isola. I ghiacciai coprono circa l'11% dell'isola e il più grande, il Vatnajökull, è spesso fino a 1 km e, di gran lunga, il più grande ghiacciaio d'Europa.

L'Islanda, pur essendo considerata un paese europeo, si trova in parte in Nord America poiché si trova a cavallo della dorsale medio-atlantica che segna il confine tra la placca tettonica eurasiatica e quella nordamericana. La dorsale corre direttamente attraverso le aree storiche popolate di Reykjavik e Thingvellir, e l'attività tettonica di queste placche che si separa è la fonte dell'abbondante energia geotermica della regione.

Tre tipi di paesaggi in Islanda.
Tre tipi di paesaggi in Islanda.

Città e paesi

Reykjavík è la capitale dell'Islanda. Reykjavík è anche il porto più importante dell'Islanda. Altre città importanti in Islanda sono Akureyri, Kópavogur, Hafnarfjörður, Keflavík, Seyðisfjörður e Vestmannaeyjar.

Reykjavik.
Reykjavik.

Persone

Le persone in Islanda sono per lo più di origine scandinava. La lingua che parlano è l'islandese. La lingua non è cambiata molto negli ultimi 1000 anni, quindi gli islandesi sono ancora in grado di leggere le saghe sui vichinghi senza molti problemi. La maggior parte delle persone in Islanda sono cristiane. La maggior parte di loro sono luterani.

Gli islandesi sono considerati il popolo più felice della Terra. L'Islanda ha il più alto tasso di natalità in Europa, il più alto tasso di divorzi e la più alta percentuale di donne che lavorano fuori casa.

Nomi

Non ci sono cognomi reali in Islanda. I bambini ricevono il nome di battesimo del padre (a volte della madre) con -s+son se è un maschio, e -s+dóttir se è una femmina. Per esempio, un uomo di nome Jón Stefánsson ha un figlio di nome Fjalar. Il cognome di Fjalar non sarà Stefánsson come quello di suo padre, ma diventerà Fjalar Jónsson. Lo stesso vale per le donne. La figlia di Jón Stefánsson, Kata, non avrà il cognome Stefánsson, ma il nome Jónsdóttir. Nella maggior parte dei paesi si usa chiamare gli altri con il loro cognome, ma in Islanda si chiamano gli altri con il loro nome di battesimo. Così quando la gente parla di Halldór Ásgrímsson non lo chiama Ásgrímsson, ma Halldór.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3