Zakarpattia Oblast [ Oblast di Zakarpattia ]

Zakarpattia Oblast (ucraino: Закарпатська область, translit. Zakarpats'ka oblast'; Rusyn: Подкарпатьска область, translit. Podkarpat'ska oblast; ungherese: Kárpátontúli terület, Kárpátalja; slovacco: Zakarpatská oblasť; detto anche Oblast transcarpatico, transcarpatico, Zakarpattya, o storicamente Subcarpatico Rus) è un oblast amministrativo (provincia) dell'Ucraina occidentale. Il suo centro amministrativo è la città di Uzhhorod. Altre città importanti all'interno dell'oblast sono Mukachevo, Khust, Berehove e Chop, che ospita le infrastrutture di trasporto ferroviario.

L'Oblast di Zakarpattia è stata formalmente istituita il 22 gennaio 1946 dopo l'annessione delle terre della Russia subcarpatica alla Repubblica socialista sovietica ucraina. Durante il referendum sull'indipendenza dell'Ucraina tenutosi nel 1991, agli elettori della Zakarpattia Oblast è stata data un'opzione separata per decidere se favorire o meno l'autonomia della regione. Anche se una larga maggioranza ha favorito l'autonomia, essa non è stata concessa.

L'Oblast di Zakarpattia si trova nel paesaggio dei Carpazi dell'Ucraina occidentale ed è l'unica divisione amministrativa ucraina che confina con quattro paesi: Polonia, Slovacchia, Ungheria e Romania. I Carpazi svolgono un ruolo importante nell'economia dell'Oblast, rendendo la regione un'importante destinazione turistica e di viaggio che ospita molte stazioni sciistiche e termali.

L'oblast si classifica al 23° posto per area e al 17° posto per popolazione. Secondo il censimento ucraino del 2001, la popolazione dell'Oblast di Zakarpattia è di 1.254.614 abitanti. Escludendo gli ucraini, questo totale comprende persone di diverse nazionalità, di cui ungheresi, rumeni e russi costituiscono minoranze significative in alcune città della provincia, mentre in altre costituiscono la maggioranza della popolazione (come nel caso di Berehove).

Geografia

L'Oblast di Zakarpattia ha una superficie totale di 12.800 km² e si trova nella regione dei Carpazi dell'Ucraina occidentale. È l'unica oblast ucraina ad avere confini con quattro paesi: Polonia, Slovacchia, Ungheria e Romania. Ad ovest confina con le regioni di Prešov e Košice in Slovacchia e con le contee di Borsod-Abaúj-Zemplén e Szabolcs-Szatmár-Bereg in Ungheria, a sud con le contee di Satu Mare e Maramureş in Romania, a est e nord-est con l'Oblast di Ivano-Frankivsk, a nord con l'Oblast di Leopoli e il Voivodato dei Carpazi in Polonia.

L'Oblast di Zakarpattia è costituita per lo più da montagne e piccole colline coperte di boschi di latifoglie e conifere, oltre che da prati alpini. Le montagne coprono circa l'80% dell'area dell'oblast e si estendono da nord-est a sud-est. Le faggete primordiali dei Carpazi, parte delle quali si trovano all'interno dell'Oblast di Zakarpattia, sono state riconosciute nel 2007 come patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.

I fiumi più grandi che attraversano l'oblast sono il Tysa, il Borzhava e il Tereblia. Il clima della regione è moderato e continentale con circa 700-1000 millimetri di pioggia all'anno. La temperatura media estiva è di 21°С (70°F) e invernale di -4°С (25°F). Con un'altezza totale di 2.061 metri, Hoverla, parte della catena montuosa di Chornohora, è il punto più alto dell'oblast. Il punto più basso, 101 metri sul livello del mare, si trova nel villaggio di Ruski Heyevtsi nel Uzhhorodskyi Raion.

I quattro siti storico-culturali dell'oblast sono stati nominati per il concorso "Sette meraviglie dell'Ucraina" nel 2007: Il Castello di Palanok, il Museo sul fiume Chorna, la Chiesa ortodossa di Mykhailiv e il Castello di Nevytsky.

Storia

Zakarpattia faceva parte del Regno d'Ungheria, poi dell'Austria-Ungheria fino alla morte di quest'ultima alla fine della prima guerra mondiale. Questa regione ha fatto parte per un breve periodo della Repubblica Nazionale dell'Ucraina occidentale nel 1918 e alla fine di quell'anno è stata occupata dalla Romania. Fu poi riconquistata dall'Ungheria nell'estate del 1919. Infine, si unì alla neonata Cecoslovacchia come Rus' Subcarpatica, di cui costituì una delle quattro regioni principali, le altre sono la Boemia, la Moravia e la Slovacchia.

Durante la seconda guerra mondiale l'occupazione tedesca della Cecoslovacchia, la parte meridionale della regione fu assegnata all'Ungheria con il Primo Premio Vienna nel 1938. La parte rimanente fu costituita come regione autonoma della seconda Repubblica Cecoslovacca, di breve durata. Dopo l'occupazione della Boemia e della Moravia il 15 marzo 1939 e la dichiarazione slovacca di Stato indipendente, Ruthenia dichiarò la propria indipendenza (Repubblica di Carpatho-Ucraina), ma fu immediatamente occupata e successivamente annessa dall'Ungheria.

Durante l'occupazione tedesca dell'Ungheria nel 1944, quasi tutta la popolazione ebraica fu deportata; pochi sopravvissero all'Olocausto. Quando l'esercito sovietico attraversò i confini della Cecoslovacchia prima del 1938, nel 1944, le autorità sovietiche rifiutarono di permettere ai funzionari governativi cecoslovacchi di riprendere il controllo della regione, e nel giugno 1945 il presidente Edvard Beneš firmò formalmente un trattato di cessione della zona all'Unione Sovietica. Fu poi incorporata nella SSR ucraina. Dopo la disgregazione dell'Unione Sovietica, divenne parte dell'Ucraina indipendente come Oblast di Zakarpattia.

La provincia ha una nota unica nella storia come l'unica regione dell'ex Unione Sovietica ad aver avuto un governatore americano: il suo primo governatore fu Gregory Zatkovich, un cittadino americano che in precedenza era emigrato dalla regione e rappresentava la comunità Rusyn negli Stati Uniti. Zatkovich fu nominato governatore dal primo presidente della Cecoslovacchia, Tomáš Masaryk, nel 1920 e servì per circa un anno, finché non si dimise per le divergenze sull'autonomia della regione.

Dopo la caduta dell'Unione Sovietica nel 1991, l'Ucraina ha tenuto un referendum per l'indipendenza in cui i residenti di Zakarpattia sono stati interrogati sulla proposta di autogoverno del Consiglio dell'Oblast di Zakarpattia. Circa il 78% della popolazione dell'Oblast ha votato a favore dell'autonomia, che però non è stata concessa. Ci sono state anche proposte di separazione dall'Ucraina per ricongiungersi alla Cecoslovacchia, ma dopo la dissoluzione della Cecoslovacchia nella Repubblica Ceca e in Slovacchia il 1° gennaio 1993, queste idee sono state rese in gran parte discutibili.

Il 25 ottobre 2008, i delegati al Congresso dei Carpazi hanno dichiarato la formazione della Repubblica dei Carpazi Ruteni. La procura della regione di Zakarpattia ha intentato una causa contro il sacerdote della Chiesa ortodossa russa Dmytro Sidor e Yevhen Zhupan, un deputato della Nostra Ucraina del Consiglio regionale di Zakarpattia e presidente del Consiglio popolare dei Ruteni, con l'accusa di aver violato l'integrità territoriale e l'inviolabilità dell'Ucraina.

Zakarpattia (arancione) come parte del territorio rivendicato dalla Repubblica popolare dell'Ucraina occidentale (1918).
Zakarpattia (arancione) come parte del territorio rivendicato dalla Repubblica popolare dell'Ucraina occidentale (1918).

Zakarpattia (verde chiaro) in Cecoslovacchia (1928-1938)
Zakarpattia (verde chiaro) in Cecoslovacchia (1928-1938)

Politica

L'amministrazione locale dell'Oblast di Zakarpattia è controllata dal Consiglio dell'Oblast di Zakarpattia (rada). Il presidente del Consiglio è Mykhailo Kichkovskyi, eletto dal partito dell'Unione popolare "La nostra Ucraina". Kichkovsky ricopre questa carica dalla sua elezione nell'aprile 2006.

La Zakarpattia Oblast Rada è composta da un totale di 90 deputati. Sulla base dei risultati delle elezioni regionali del 26 marzo 2006, la distribuzione dei mandati del consiglio è la seguente: 30 mandati per l'Unione popolare "La nostra Ucraina"; 25 per il blocco Yulia Tymoshenko; 7 per il blocco Lytvyn; 5 per il Partito degli ungheresi dell'Ucraina "KMKS"; 4 per il Partito democratico degli ungheresi dell'Ucraina e 4 per il Partito socialista ucraino.

Il governatore dell'oblast (attualmente Oleh Havashi) è nominato dal presidente dell'Ucraina.

Divisioni amministrative

L'Oblast di Zakarpattia è amministrativamente suddivisa in 13 raioni (distretti) e 5 città (comuni) che sono direttamente subordinate al governo dell'Oblast: Berehove, Chop, Khust, Mukachevo, e il centro amministrativo della Oblast, Uzhhorod. Ci sono in totale 7 città, 19 città e più di 579 villaggi.

La Zakarpattia Oblast può anche essere suddivisa in quattro regioni storico-geografiche non ufficiali (contee): Ung, Bereg, Ugocsa e Maramuresh settentrionale.

I seguenti dati comprendono il numero di divisioni amministrative di ogni tipo di Zakarpattia Oblast:

  • Centro amministrativo - 1 (Uzhhorod);
  • Raions - 13;
  • Città di raion - 0;
  • Insediamenti - 609, tra cui:
    • Villaggi - 579;
    • Città/abitazioni - 30, tra cui:
      • Insediamenti di tipo urbano - 19;
      • Città - 11, tra cui:
        • 4. Le città di oblast' subordinazione - 5;
        • Città di raion subordinazione - 6;
  • Selsovets - 307.

Raions

Ci sono 13 raioni (distretti) nell'oblast:

  1. Berehivskyi Raion
  2. Irshavskyi Raion
  3. Khustskyi Raion
  4. Mizhhirskyi Raion
  5. Mukachivskyi Raion
  6. Perechynskyi Raion
  7. Rakhivskyi Raion
  8. Svaliavskyi Raion
  9. Tiachivskyi Raion
  10. Uzhhorodskyi Raion
  11. Velykobereznianskyi Raion
  12. Volovetskyi Raion
  13. Vynohradivskyi Raion

Città

Le città e i paesi più grandi della provincia sono (con dati sulla popolazione nel 2007):

  • Uzhhorod (118.231)
  • Mukachevo (81.344)
  • Khust (27.506)
  • Berehove (25.288)
  • Vynohradiv (24.366)
  • Svaliava (16.217)
  • Rakhiv (14.416)
  • Tiachiv (9.256)
  • Mizhhiria (9.133)
  • Irshava (9.000)
  • Velykyy Bychkiv (8.920)
  • Solotvyno (8.774)
  • Dubove (8.745)
  • Velyki Luchky (8.540)
  • Taglia (8.436)
  • Ilnytsia (8.420)
  • Bushtyno (8.091)
Raions e città di Zakarpattia Oblast.
Raions e città di Zakarpattia Oblast.

Demografia

Secondo il censimento ucraino del 2001, la popolazione dell'Oblast di Zakarpattia è di 1.254.614 abitanti. La popolazione attuale stimata è di 1,2 milioni di persone (al 2004).

Sebbene gli ucraini siano in maggioranza (80,5%), altri gruppi etnici sono relativamente numerosi a Zakarpattia. I più numerosi sono ungheresi (12,1%), rumeni (2,6%), russi (2,5%), rom (1,1%), slovacchi (0,5%) e tedeschi (0,3%). Il governo ucraino non riconosce il popolo russo che vive in quel Paese come una nazionalità distinta, ma piuttosto come un gruppo etnico di ucraini. Circa 10.100 persone (0,8%) si identificano come russi secondo l'ultimo censimento.

Le loro lingue e la loro cultura sono rispettate dall'offerta di istruzione, club, ecc. nelle rispettive lingue. Coloro che riconoscono l'ucraino come loro lingua madre ammontano all'81,0% della popolazione, l'ungherese - 12,7%, il russo - 2,9%, il rumeno - 2,6% e il russo - 0,5% I residenti in sette villaggi di Mukachivskyi Raion hanno la possibilità di imparare la lingua ungherese in una scuola o in un ambiente scolastico domestico.

Zakarpattia ospita circa 14.000 rom di etnia Rom (altrimenti noti come zingari), la più grande popolazione di Rom in Ucraina. Il primo Collegio ungherese in Ucraina si trova a Berehovo, il II. Rákoczi Ferenc.

Economia

L'economia della Zakarpattia Oblast dipende soprattutto dal commercio transfrontaliero, dalla viticoltura e dalla silvicoltura. L'oblast è anche sede di una zona economica speciale.

L'industria principale dell'oblast comprende la lavorazione del legno. Altre industrie includono l'industria alimentare, l'industria leggera e l'ingegneria meccanica. Segmento di prodotti alimentari nella struttura della produzione di articoli di consumo nazionale è il 45%. Il numero totale di grandi organizzazioni industriali è di 319, rispetto alle 733 piccole organizzazioni industriali.

Le colture più comuni coltivate all'interno della regione sono i cereali, le patate e altri ortaggi. Nel 1999, la quantità totale di grano prodotto è stata di 175.800 tonnellate, di semi di girasole - 1.300 tonnellate, e di patate - 378.200 tonnellate. La regione ha prodotto anche 76.100 tonnellate di carne, 363.400 tonnellate di latte e 241.900.000 uova. Il totale delle aziende agricole registrate nella regione era di 1.400 nel 1999.

Una miniera di sale nella città di Solotvyno.
Una miniera di sale nella città di Solotvyno.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3