Dirigere

Dirigere nella musica significa battere il tempo per aiutare un gruppo di musicisti a cantare o suonare bene insieme.

Se un'orchestra suona, è importante che tutti suonino esattamente insieme. Devono sapere esattamente quando iniziare, che tempo (velocità) andare, quanto forte o piano suonare, e quale dovrebbe essere l'atmosfera della musica. Se un piccolo numero di persone suona insieme (come in un'orchestra da camera), possono parlare di questo tra di loro. Una persona può fare un cenno con la testa o con l'archetto di uno strumento a corda per aiutare il gruppo a iniziare e finire insieme.

Con le orchestre più grandi, come un'orchestra sinfonica, ci sono così tante persone (quasi un centinaio in alcuni casi) che hanno bisogno di una persona separata per dirigere. Questa persona si chiama il direttore d'orchestra.

Lorin Maazel, un direttore d'orchestra
Lorin Maazel, un direttore d'orchestra

Storia

Nel XVII secolo, le orchestre erano di solito abbastanza piccole da non aver bisogno di un direttore. Spesso erano dirette dal tastierista o dal violinista principale. Ma quando le orchestre crebbero di dimensioni e cominciarono ad usare una più ampia varietà di strumenti, divenne una convenzione avere qualcuno che non suonava nessuno strumento in piedi, di fronte all'orchestra, come direttore o conduttore. Uno dei primi direttori fu il compositore francese Jean-Baptiste Lully (1632-1687), che batteva il tempo battendo un grosso bastone (come un bastone da passeggio) sul pavimento a tempo di musica. Un giorno sbatté il suo bastone così forte che gli attraversò il piede e morì di cancrena.

La direzione d'orchestra come la conosciamo oggi era diventata normale nel XIX secolo. Anche il compositore Felix Mendelssohn (1809-1847) era noto per essere un ottimo direttore d'orchestra. Alcuni direttori d'orchestra in epoca vittoriana si comportavano come se volessero mettersi in mostra. Più o meno nello stesso periodo, Louis Antoine Jullien (1812-1860) era un direttore d'orchestra francese che indossava guanti bianchi, che gli venivano presentati su un vassoio d'argento all'inizio del concerto. Vestiva con abiti costosi e i suoi lunghi capelli neri ondeggiavano dappertutto mentre dirigeva. Ebbe molto successo, prima in Francia, poi nel Regno Unito, e poi anche negli Stati Uniti, dove lavorò con lo showman P.T. Barnum. I suoi concerti erano un mix di danza e musica "classica", sempre con i migliori musicisti. La sua vita fu così strana che è stata pubblicata una biografia (in francese) ([1]).

Il direttore d'orchestra britannico Sir Henry Wood (1869-1944), famoso per aver diretto The Proms, era un uomo benvoluto, rispettato e amato dalle orchestre e dal pubblico.

Tecnica di conduzione

I direttori d'orchestra di solito battono il tempo con la mano destra. Questo lascia la mano sinistra libera per mostrare i vari strumenti quando entrano (quando iniziano a suonare) e per dare gesti interpretativi, come indicare quando suonare più forte o più piano, o più velocemente o più lentamente. La maggior parte dei direttori d'orchestra ha un bastone chiamato "bacchetta". Essa rende più facile per le persone in fondo a grandi orchestre o cori vedere il ritmo. Altri direttori, come quelli che guidano i cantanti, preferiscono non usare la bacchetta. Un direttore d'orchestra sta in piedi su una piccola piattaforma chiamata "rostro".

Essere un buon direttore d'orchestra non è facile. Non si tratta solo di dare un ritmo costante. Un buon direttore conoscerà la musica estremamente bene, capirà come il compositore voleva che la musica suonasse, sarà in grado di capire i dettagli tecnici, e saprà essere in grado di lavorare con l'orchestra per creare grande musica che tutti vorrebbero ascoltare. Avere buone capacità di comunicazione aiuterebbe molto, ma alcuni direttori parlano molto poco durante le prove. Rendono tutto chiaro attraverso il modo in cui dirigono.

Conduttori famosi

Alcuni dei più famosi direttori d'orchestra del passato furono: Gustav Mahler, Hans Richter, Arthur Nikisch, Arturo Toscanini, Bruno Walter, Wilhelm Furtwängler, Herbert von Karajan, Leopold Stokowski, Georg Solti, John Barbirolli, Otto Klemperer, George Szell e Leonard Bernstein.

Alcuni dei direttori d'orchestra più famosi oggi sono: Marin Alsop, Riccardo Chailly, Gustavo Dudamel, Sir Simon Rattle, Andris Nelsons, Valery Gergiev e Bernard Haitink.

Titoli

Al direttore principale che si occupa di un'orchestra viene spesso dato il titolo di "direttore musicale". Questo di solito significa che lui o lei ha molto potere nell'organizzazione dell'orchestra, come scegliere la musica che sarà eseguita in ogni concerto o invitare solisti ad esibirsi con l'orchestra. Le orchestre possono dare titoli onorifici al loro direttore, come "direttore laureato".

Un "direttore ospite" è uno che dirige regolarmente un'orchestra, ma non è il direttore principale. In genere, lui o lei viene invitato dal direttore principale a dirigere una performance di tanto in tanto. Un "direttore assistente" sarà spesso un giovane direttore che aiuta il direttore principale e ha la possibilità di dirigere alcuni concerti. Leonard Bernstein divenne famoso nel 1953 come assistente direttore della New York Philharmonic quando condusse un concerto, che veniva trasmesso a livello nazionale su CBS Radio, senza avere il tempo di prepararlo. Sarebbe stato il direttore principale di quell'orchestra dal 1958 al 1969.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3