Franklin D. Roosevelt

Franklin Delano Roosevelt (30 gennaio 1882 - 12 aprile 1945) è stato il 32º presidente degli Stati Uniti dal 1933 fino alla sua morte nel 1945. Ha servito 12 anni come presidente, morendo poco dopo l'inizio del suo quarto mandato, il più lungo mai trascorso in carica. Dopo la sua morte, entrò in vigore il ventiduesimo emendamento. Esso limitava il tempo in cui una persona poteva essere presidente. Prima di diventare presidente, fu governatore di New York dal 1929 al 1932, assistente del segretario della marina degli Stati Uniti dal 1913 al 1920 e senatore dello stato di New York.



Famiglia

Suo padre, James Roosevelt, e sua madre, Sara Delano, provenivano entrambi da antiche e ricche famiglie di New York, rispettivamente di origine olandese e francese. Franklin era il loro unico figlio. La sua nonna paterna, Mary Rebecca Aspinwall, era cugina di primo grado di Elizabeth Monroe, moglie del quinto presidente degli Stati Uniti, James Monroe.

Uno dei suoi antenati era John Lothropp, anche un antenato di Benedict Arnold e Joseph Smith, Jr. Uno dei suoi lontani parenti da parte di sua madre è l'autrice Laura Ingalls Wilder. Suo nonno materno Warren Delano II, discendente dei passeggeri della Mayflower Richard Warren, Isaac Allerton, Degory Priest e Francis Cooke, durante un periodo di dodici anni in Cina guadagnò più di un milione di dollari nel commercio del tè a Macao, Canton e Hong Kong, ma al suo ritorno negli Stati Uniti, perse tutto nel Panico del 1857.

Nel 1860, tornò in Cina e fece una fortuna nel famigerato ma altamente redditizio commercio dell'oppio, fornendo medicine a base di oppio al Dipartimento della Guerra degli Stati Uniti durante la guerra civile americana. È cugino di quinto grado e nipote di un altro presidente degli Stati Uniti, Theodore Roosevelt. La sua cugina di quinto grado, una volta rimossa, era Eleanor Roosevelt, che era anche la sua vedova. Roosevelt una volta ebbe una relazione con la segretaria di sua moglie e in seguito evitò di vederla per proteggere la sua carriera politica.



Prima vita

Franklin Delano Roosevelt nacque il 30 gennaio 1882 nella città di Hyde Park, New York, nella Hudson Valley. Quando Roosevelt aveva cinque anni, suo padre lo portò a visitare il presidente Grover Cleveland. Il presidente gli disse: "Mio piccolo uomo, sto esprimendo uno strano desiderio per te. È che tu non possa mai essere presidente degli Stati Uniti". Roosevelt divenne il presidente più longevo della storia americana.



Inizio della carriera politica

Roosevelt fu l'assistente del Segretario della Marina degli Stati Uniti sotto Woodrow Wilson. Fu nominato candidato alla vicepresidenza sotto James M. Cox nel 1920. Cox e Roosevelt persero contro Warren Harding e Calvin Coolidge.

Nel 1921, Roosevelt si ammalò di poliomielite, una malattia che paralizza le persone. Non camminò mai più, ma Roosevelt rimase fisicamente in forma, diventando un appassionato nuotatore. Roosevelt divenne un campione della ricerca medica e del trattamento delle malattie invalidanti, ma tenne la sua malattia il più possibile nascosta al pubblico, temendo la discriminazione. La sua disabilità non limitò la sua carriera politica; Roosevelt fu eletto governatore di New York nel 1928. Sua moglie, Eleanor Roosevelt, aiutò la sua carriera viaggiando e incontrando persone quando Roosevelt non poteva. Divenne famosa come i suoi occhi e le sue orecchie, incontrando migliaia di persone comuni e portando le loro preoccupazioni a Roosevelt.



Presidenza

Roosevelt vinse le elezioni contro l'impopolare presidente in carica Herbert Hoover e divenne presidente all'inizio del 1933.

Iniziò una serie di programmi popolari conosciuti come New Deal per combattere la Grande Depressione. Il New Deal diede lavoro alle persone costruendo strade, ponti, dighe, parchi, scuole e altri servizi pubblici. Inoltre, creò la previdenza sociale, fece in modo che le banche assicurassero i loro clienti, diede aiuti diretti ai bisognosi e fece molte regolazioni all'economia. Grazie a questo, fu rieletto con una grande vittoria nel 1936 e continuò il New Deal. Gli Stati Uniti non si ripresero completamente dalla Grande Depressione finché non entrarono nella Seconda Guerra Mondiale.

Nel 1939, Roosevelt divenne il primo presidente degli Stati Uniti ad apparire in televisione. Roosevelt fu eletto per un terzo mandato nel 1940. In questo periodo diede armi e denaro agli alleati che combattevano nella Seconda Guerra Mondiale come parte del programma Lend-Lease, ma gli Stati Uniti erano ancora tecnicamente neutrali nella guerra.

Guerra

Il 7 dicembre 1941, il Giappone lanciò il suo attacco alla base militare di Pearl Harbor nelle Hawaii. L'8 dicembre, il Congresso degli Stati Uniti dichiarò guerra all'Impero del Giappone. Fu formulata un'ora dopo il famoso discorso dell'infamia di Roosevelt. Dopo la dichiarazione, gli alleati del Giappone, Germania e Italia, dichiararono guerra agli Stati Uniti. Questo portò gli Stati Uniti pienamente nella Seconda Guerra Mondiale.

Roosevelt firmò anche un ordine che permetteva ai giapponesi americani di essere mandati nei campi di internamento contro la loro volontà. Mentre era ancora presidente, morì il 12 aprile 1945. Il vicepresidente Harry Truman divenne presidente. La Seconda Guerra Mondiale continuò per quasi altri quattro mesi, ma la vittoria degli Alleati era già assicurata.

Per aver superato le difficili sfide di una depressione e di una guerra mondiale, gli storici generalmente lo considerano uno dei migliori presidenti degli Stati Uniti.

"Una data che vivrà nell'infamia"

Sezione di discorso con frase famosa. (168 KB, formato ogg/Vorbis).


Problemi ad ascoltare questo file? Vedi aiuto per i media.



Galleria

·        

Ritratto formale, 18 anni, a Groton, Massachusetts

·        

Conferenza di Yalta febbraio 1945 Scattata dal fotografo ufficiale del War Office, Regno Unito

·        

Dagli archivi nazionali degli Stati Uniti.



Pagine correlate




AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3