Islam

L'Islam (/ˈɪslɑːm/; in arabo: ٱلْإِسْلَام, romanizzato: al-Islām, [alʔɪsˈlaːm] ( ascolta)) è una religione monoteistica abramitica. Tutti i suoi insegnamenti e le sue credenze sono scritti nel Corano (anche scritto Corano o Corano), la sacra scrittura dell'Islam. I credenti dell'Islam sono chiamati musulmani, che significa "sottomessi a Dio". Essi credono che il Corano sia stato pronunciato a Maometto dall'angelo Jibril e che sia la parola di Allah. Essi considerano Maometto come un profeta e un messaggero di Dio. Altre credenze e regole su ciò che i musulmani dovrebbero fare provengono da resoconti di ciò che Maometto ha insegnato o ha insegnato.

I musulmani credono che ci siano stati molti altri profeti prima di Maometto fin dall'alba dell'umanità, a cominciare dal profeta Adamo e includendo il profeta Noè (Nuh), il profeta Abramo (Ibrahim), il profeta Mosè (Musa) e il profeta Gesù (Isa). Essi credono che tutti questi profeti abbiano ricevuto da Dio messaggi dell'unità di Dio alle loro comunità in diversi momenti della storia dell'umanità, ma Satana (in arabo "Shaytan") ha fatto sì che le comunità del passato si allontanassero dal messaggio dell'unità e da altri codici sociali. I musulmani credono che il contenuto del Corano (scritto in arabo) sia protetto da Allah, come menzionato nel Corano, e che sia il messaggio finale di Dio per tutta l'umanità fino al giorno del giudizio.

La maggior parte dei musulmani appartiene a uno dei due gruppi. Il più comune è l'Islam sunnita (il 75-90% di tutti i musulmani sono musulmani sunniti). Il secondo è l'Islam sciita (il 10-20% di tutti i musulmani è sciita - chiamato anche sciita). Ma ci sono molti altri gruppi come gli aleviti in Turchia.

Con circa 1,75 miliardi di seguaci (24% della popolazione mondiale), l'Islam è la seconda religione al mondo. L'Islam è anche la religione che cresce più velocemente nel mondo. L'Islam è anche la seconda religione più grande e in più rapida crescita in Europa.

Credenze e pratiche

I Cinque Pilastri dell'Islam

Secondo la tradizione islamica, ci sono cinque cose fondamentali che i musulmani dovrebbero fare. Si chiamano "I cinque pilastri dell'Islam":

  1. Tawheed: La Testimonianza (fede in inglese) è il nucleo della credenza musulmana che non c'è altro dio che Allah stesso, e che Maometto è il suo ultimo messaggero.
  2. Salaat: I musulmani pregano cinque volte al giorno, in momenti speciali della giornata. Quando pregano, si trovano di fronte alla Kaaba, una grande struttura cubica situata nella città santa della Mecca. Salat è namaz in persiano, turco e urdu. I musulmani sciiti possono pregare le preghiere del pomeriggio e della sera uno dopo l'altro.
  3. Zakat: I musulmani che hanno soldi devono dare una percentuale del denaro che è ancora con loro per un anno 1/40 del loro denaro (carità in inglese) per aiutare le persone che non hanno soldi o che hanno bisogno di aiuto.
  4. Sawm o Siyam: Digiuno durante il Ramadan, il nono mese dell'anno islamico. I musulmani non mangiano o bevono dall'alba al tramonto per un mese lunare. Dopo il Ramadan, c'è una festa chiamata Eid al-Fitr (che in inglese significa "festival of end-fast"). Su Eid al-Fitr, i musulmani di solito si recano alla moschea al mattino per una funzione religiosa speciale, e poi fanno una festa con le famiglie e gli amici.
  5. Hajj (Pellegrinaggio in inglese): Durante il mese di Zulhejja, il 12° mese del Calendario Islamico è la stagione dei pellegrinaggi dove molti musulmani si recano alla Mecca, la città più sacra dell'Islam. Tuttavia, se un musulmano non è finanziariamente in grado di eseguire l'Hajj, non è necessario che lo faccia. I più obbligati ad eseguire l'Hajj sono quelli che hanno una grande capacità finanziaria.

Nota: I Cinque Pilastri dell'Islam è un termine secondo l'opinione dell'Islam sunnita che si è raccolto dall'hadith. C'è un altro termine Osul al-Din (Principi di religione in inglese) nell'Islam sciita. Contiene cinque credenze: Tawheed, Adl, Nabovah, Imamah, Maad.

Corano

Nella credenza islamica, il Corano è il libro sacro dell'Islam e contenuto nelle parole di Allah (Dio) ed è trasmesso al Profeta Maometto dall'arcangelo Jibraeel, che era stato incaricato fin da Adamo di trasmettere le parole di Dio come guida per l'umanità. Il Corano è il punto di riferimento centrale ed è un collegamento che collega l'umanità a Dio.

Il Corano contiene molti passaggi e capitoli che coprono l'intero aspetto dell'umanità, fino al più piccolo dettaglio. Dalla creazione e dal concepimento del bambino umano ai dettagli della Terra e oltre. Nell'aspetto della vita umana contiene storie e racconti di antiche civiltà e di profeti del passato e le loro cronache della vita. Il Corano contiene anche la legge della Siaria o hudud, ed enfatizza la parità di diritti tra uomo e donna, con madri a cui è peccaminoso anche solo abbagliarle.

Il Corano ha un totale di 30 juzuks. In ogni juzuk, contiene molte sura o versi, con 114 sura che inizia con Surah al-Fatehah (L'Inizio) e termina con Surah an-Naas (Umanità). Un afesio è un musulmano che ha impegnato il Corano nella memoria e può recitare accuratamente ogni parola del Corano senza capovolgere una singola pagina e applicarle alla vita quotidiana.

Altri importanti insegnamenti dell'Islam sono la Sunnah (che racconta la vita di Maometto) e l'Hadith (che sono raccolte di dialoghi di conversazione che i musulmani credono che Maometto abbia detto).

Il Corano è considerato nell'Islam come un manuale per tutta l'umanità e i suoi insegnamenti devono essere implementati e condivisi dai suoi lettori.

Luogo di culto / Letture del Corano

I musulmani pregano in un luogo di culto chiamato moschea. Una moschea è chiamata masjid in arabo. La maggior parte delle moschee sono state per lo più riconosciute con almeno una singola cupola, e alcune hanno una o più torri. Tuttavia molte moschee sono state costruite senza cupole o torri.

I musulmani si tolgono le scarpe prima di entrare nella masjid per pregare. La preghiera è una delle cose più importanti che un musulmano fa.

Preghiera

Il musulmano è chiamato alla preghiera o al solah cinque volte al giorno. Questa chiamata alla preghiera si chiama Adhan. Il muezzin, un uomo scelto per fare la chiamata alla preghiera, usa un altoparlante, che porta la sua voce alle persone vicine. L'appello alla preghiera è spesso fatto ad alta voce, in pubblico, nei paesi musulmani. Essere chiamati a solah è una parte normale della vita quotidiana per la maggior parte delle persone nei paesi musulmani.

I musulmani pregano su un tappeto, che in inglese si chiama tappeto di preghiera o tappeto di preghiera. I nomi arabi comuni per il tappeto di preghiera sono sajjāda e namazlık.

Quando è il momento di pregare, i musulmani affrontano la direzione di Qibla - la direzione in cui dovrebbero pregare, verso la Mecca. Poi stendono il loro tappeto di preghiera e recitano le loro preghiere a Dio.

La pace sia con lui

Secondo gli insegnamenti islamici, i musulmani devono dire "La pace sia con lui" (PBUH o pbuh) ogni volta che sentono il nome del Profeta. In questo modo, mostrano rispetto a Maometto e agli altri profeti.

Uomini che pregano in una moschea.
Uomini che pregano in una moschea.

Il Corano è il libro sacro per i musulmani. Essi credono che contenga la parola di Dio rivelata
Il Corano è il libro sacro per i musulmani. Essi credono che contenga la parola di Dio rivelata

I musulmani pregano in una moschea, come questa situata a Gerusalemme.
I musulmani pregano in una moschea, come questa situata a Gerusalemme.

Un tappeto di preghiera
Un tappeto di preghiera

L'Islam nel mondo

Nel 2009 è stato condotto uno studio in 232 paesi e territori. Questo studio ha rilevato che il 23% della popolazione globale, ovvero 1,57 miliardi di persone, è musulmana. Di questi, tra il 75% e il 90% sono sunniti e tra il dieci e il venticinque per cento sono sciiti. Una piccola parte appartiene ad altre sette islamiche. In circa cinquanta Paesi, più della metà della popolazione è musulmana. Gli arabi rappresentano circa il venti per cento di tutti i musulmani del mondo. L'Islam ha tre luoghi santi: Gerusalemme, La Mecca e Medina.

La maggior parte dei musulmani vive in Asia e in Africa. Circa il 62% dei musulmani del mondo vive in Asia, con oltre 683 milioni di seguaci in Indonesia, Pakistan, India e Bangladesh. In Medio Oriente, i Paesi non arabi come la Turchia e l'Iran sono i più grandi paesi a maggioranza musulmana; in Africa, Egitto e Nigeria hanno le più grandi comunità musulmane.

La maggior parte delle stime indicano che la Repubblica Popolare Cinese ha circa 20-30 milioni di musulmani (1,5-2% della popolazione). Tuttavia, i dati forniti dall'International Population Center dell'Università Statale di San Diego a U.S. News & World Report suggeriscono che la Cina ha 65,3 milioni di musulmani. L'Islam è la seconda religione dopo il cristianesimo in molti Paesi europei, e sta lentamente raggiungendo questo status nelle Americhe.

Paesi in cui più della metà della popolazione è musulmana
Paesi in cui più della metà della popolazione è musulmana

Diverse denominazioni

Come per altre religioni, nel corso del tempo si sono sviluppati nell'Islam diversi movimenti. Questi movimenti si basano su diverse interpretazioni delle Scritture. Le sezioni seguenti elencano i movimenti più comuni.

  • I musulmani non confessionali sono musulmani che non seguono alcun ramo e si definiscono semplicemente musulmani. Sono anche chiamati Ghayr Muqallids.
  • I muwahidin o musulmani muwahidin sono un movimento di restaurazione musulmano che accetta l'Islam tradizionale, ma preferisce orientarsi verso un primato dei comandi di Dio sulle questioni relative alla sharia. I muwahidisti credono che l'Islam moderno sia stato mescolato con molte tradizioni culturali e vogliono cambiare questa situazione.
  • Gli sciiti credono che, come solo Dio può nominare un profeta, così solo Dio può nominare un secondo leader dopo il profeta. I musulmani sciiti credono che Dio abbia scelto Ali come leader dopo Maometto. Circa il 10-20% dei musulmani sono sciiti, il che significa che ci sono circa 120 milioni di persone in tutto il mondo. I musulmani sciiti costituiscono la maggioranza dei musulmani in Iran, Azerbaigian, Bahrain, Iraq e Libano. L'adhab più grande dello Yemen è lo sciita Zaydi. Gli sciiti si riuniscono comunemente per la Giornata dell'Ashura a Karbala. Accettano quattro hadith.
  • Il sunnismo considera Abu Bakr il successore di Maometto. I sunniti costituiscono circa il 75% dei musulmani. I sunniti credono che i leader dell'Islam debbano essere scelti dal popolo del mondo musulmano. Dopo la morte di Abu Bakr, Omar ha preso il suo posto, poi Uthman, e poi Ali. Tutti loro erano compagni di Maometto e vivevano a Medina. Le credenze sunnite sono tipicamente basate sul Corano e sul Kutub al-Sittah (sei hadith). I sunniti sono talvolta chiamati bukharisti.
  • I Sufi sono un ramo dell'Islam che si concentra maggiormente sugli elementi spirituali e mistici dell'Islam. I sufi di solito concludono le loro preghiere con recitazioni dhikr.
  • Il Quraniyoon generalmente rifiuta l'autorità degli hadith. Tali musulmani, conosciuti anche come coranisti e Ahle Quran, credono che il Corano sia l'unica fonte di guida. Dicono che gli hadith non sono avallati dal Corano, e alcuni li chiamano un bid'ah innovativo.
  • Gli Ibadis sono musulmani originari dei Kharijiti. Gli Ibadisti oggi hanno riformato le credenze dei Kharijiti originari.
  • Gli ahmadiyya sono musulmani che seguono Mirza Ghulam Ahmed, che considerano il mahdi. Sono divisi in due sottogruppi: la Comunità musulmana Ahmadiyya e il Movimento Lahore Ahmadiyya.
  • La Nazione dell'Islam è una denominazione dell'Islam orientata principalmente verso gli afroamericani.
  • La Nazione del Cinque per cento, una denominazione composta prevalentemente da afroamericani, conosciuta anche come Nazione degli Dei e della Terra.
Dervisci vorticosi sufi in Turchia
Dervisci vorticosi sufi in Turchia

Pagine correlate


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3