Lingua cinese

La lingua cinese è il gruppo di lingue utilizzate dai cinesi in Cina e altrove. Fa parte di una famiglia linguistica chiamata famiglia delle lingue sino-tibetane.

Il cinese comprende molte varietà di lingue regionali, tra cui le principali sono il mandarino, il wu, lo yue e il min. Queste non sono reciprocamente comprensibili e molte delle varietà regionali sono a loro volta una serie di sottovarietà non comprensibili. Di conseguenza, molti linguisti si riferiscono a queste varietà come a lingue separate.

Il "cinese" può riferirsi alle lingue scritte o parlate. Sebbene ci siano molte lingue cinesi parlate, esse utilizzano lo stesso sistema di scrittura. Le differenze nel parlare si riflettono nelle differenze nella scrittura. La Cina ufficiale adotta una politica simile a quella dell'Unione Sovietica, utilizzando una sola lingua ufficiale in modo che le persone possano capirsi. La lingua cinese standard è indicata come il mandarino in inglese, "Pǔtōnghuà" o "linguaggio comune a tutti" nella Cina continentale e "Guóyǔ" o "lingua di tutto il Paese" a Taiwan. Tutti i documenti ufficiali sono scritti in mandarino e il mandarino è insegnato in tutta la Cina. È anche uno standard per l'insegnamento delle lingue in alcuni altri Paesi.

Il cinese è usato dal popolo Han in Cina e da altri gruppi etnici in Cina che sono dichiarati cinesi dal governo cinese. Il cinese è quasi sempre scritto in caratteri cinesi. Sono simboli che hanno un significato, chiamati logogrammi. Danno anche qualche indicazione sulla pronuncia, ma lo stesso carattere può avere pronunce molto diverse tra i diversi tipi di cinese. Dato che i caratteri cinesi esistono da almeno 3500 anni, le persone in luoghi lontani tra loro li pronunciano in modo diverso, così come "1, 2, 3" possono essere letti in modo diverso in lingue diverse.

I cinesi avevano bisogno di scrivere le pronunce nei dizionari. Il cinese non ha un alfabeto, quindi come scrivere i suoni è stato un grosso problema all'inizio. Oggi la lingua mandarina usa l'Hanyu Pinyin per rappresentare i suoni in lettere romane.

Tutte le lingue cinesi (o i dialetti) utilizzano i toni. Ciò significa che usano tonalità alte e basse per aiutare a rendere chiare le differenze di significato.

Imágenes principales

La lingua cinese è come un grande albero. La base dell'albero è iniziata migliaia di anni fa. Ora ha diversi arti principali. Alcuni chiamano "solo un ramo" ciò che altri chiamano un arto principale, quindi si può dire che ci sono sei o sette arti principali. Ognuno di questi arti principali si divide in rami per il modo in cui ci sono rami di inglese parlato in Gran Bretagna, Stati Uniti, Australia, India e così via. Così come le lingue romanze provengono tutte dalla zona intorno a Roma e sono basate sul latino, le lingue cinesi hanno tutte una fonte comune, quindi hanno molte cose in comune tra loro.

Ecco i sette principali gruppi principali di lingue/dialetti del cinese per dimensione:

  • Guan ("Nord" o mandarino), 北方話/北方话 o 官話/官话 (circa 850 milioni di altoparlanti),
  • Wu, 吳/吴, che include Shanghainese (circa 90 milioni di oratori),
  • Yue (cantonese), 粵/粤 (circa 80 milioni di relatori),
  • Min (Hokkien, che comprende i taiwanesi), 閩/闽 (circa 50 milioni di altoparlanti),
  • Xiang, (circa 35 milioni di altoparlanti),
  • Hakka, 客家 o o discorso "famiglia ospite" (circa 35 milioni di oratori),
  • Gan, 贛/赣 (circa 20 milioni di altoparlanti)


[{
[16057-16057]}]


I rami in tempi moderni sono indicati solo per il "Guan" (Lingua dei funzionari. Mandarino).

Caratteri tradizionali e semplificati

Nel 1956 il governo della Repubblica Popolare Cinese rese pubblica una serie di caratteri cinesi semplificati per facilitare l'apprendimento, la lettura e la scrittura della lingua cinese. Nella Cina continentale e a Singapore, la gente usa questi caratteri più semplici. A Hong Kong, Taiwan e in altri luoghi dove si parla cinese, la gente usa ancora i caratteri più tradizionali. Anche la lingua coreana usa i caratteri cinesi per rappresentare determinate parole. La lingua giapponese li usa ancora più spesso. Questi caratteri sono conosciuti in coreano come Hanja e in giapponese come Kanji.

Un cinese con una buona educazione oggi conosce 6.000-7.000 caratteri. Per leggere un giornale del continente sono necessari circa 3.000 caratteri cinesi. Tuttavia, le persone che hanno imparato solo i 400 caratteri più usati possono leggere un giornale, ma dovranno indovinare alcune parole meno usate.

Esempi

Ecco alcuni esempi di alcune parole e frasi in cinese mandarino. I caratteri semplificati sono a sinistra, mentre i caratteri tradizionali sono a destra. La pronuncia è data nel sistema pinyin, che può non essere sempre così semplice come sembra per chi non l'ha studiato.

I personaggi tradizionali sono ora utilizzati a Hong Kong e Taiwan. I cinesi della Cina continentale utilizzano i caratteri semplificati, ma possono riconoscere i caratteri tradizionali.

Prima del 1956, il cinese era scritto utilizzando solo caratteri tradizionali. A quel tempo la maggior parte dei cinesi non sapeva leggere o scrivere. Il governo della Repubblica Popolare Cinese pensava che i caratteri tradizionali fossero molto difficili da capire. Pensava anche che se avessero reso i caratteri più semplici, più persone avrebbero potuto imparare a leggere e scrivere. Oggi, molte persone in Cina sanno leggere e scrivere con i nuovi caratteri semplificati.

Parola

Pinyin

Semplificato

Tradizionale

Come stai?

Nǐ hǎo ma?

你好吗?

你好嗎?

Come ti chiami?

Nǐ jiào shénme míngzi?

Come ti chiami?

Come ti chiami?

America

Měiguó

美国

美國

Francia

Fǎguó

法国

法國

Gran Bretagna

Yīngguó

英国

英國

Germania

Déguó

德国

德國

Russia

Éguó

俄国

俄國

Thailandia

Tàiguó

泰国

泰國

Polonia

Bōlán

波兰

波蘭

Giappone

Rìbĕn

日本

日本

Pakistan

Bājīsītǎn

Pakistan

Pakistan



Pagine correlate


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3