Turchia

La Turchia (turco: Türkiye) è un paese sia in Europa che in Asia. L'area della Turchia è di circa 780.000 chilometri quadrati (300.000 mq).

La Turchia è una repubblica. Ci sono 81 province in Turchia. Il denaro della Turchia si chiama Lira Turca. La capitale è Ankara, una città della regione centrale, chiamata Anatolia. Il centro culturale ed economico si trova nella parte europea di Istanbul. In passato Istanbul si chiamava Costantinopoli. La repubblica fu fondata nel 1923, dopo la prima guerra mondiale e la guerra d'indipendenza (Kurtuluş Savaşı). Prima di allora la Turchia era il nucleo dell'Impero Ottomano.

Molte civiltà si trovavano nella zona che oggi è la Turchia, come gli Ittiti, l'Impero Romano e l'Impero Bizantino. Molti eventi importanti nella storia del cristianesimo sono avvenuti in luoghi che oggi si trovano in Turchia. Poiché si trova sia in Europa che in Asia, alcuni vedono la Turchia come la "porta" tra di loro.

Il clima caldo e variegato della Turchia moderna permette la crescita di molti tipi di colture alimentari, e il bestiame e la silvicoltura sono industrie importanti. La Turchia produce abbastanza cibo da potersi nutrire da sola. Le produzioni turche comprendono aerei, elettronica, automobili, abbigliamento e tessuti per la casa e per altri paesi.

La Turchia è un luogo popolare da visitare per i turisti. Ha centinaia di chilometri di bellissime spiagge sulle sue coste dell'Egeo e del Mediterraneo, e molti importanti luoghi storici.

Persone

Antica Anatolia

La gente ha vissuto in Anatolia (la parte asiatica della Turchia - chiamata anche Asia Minore) più a lungo che in qualsiasi altra parte del mondo, tranne che in Africa.

Il primo grande impero della zona fu quello degli Ittiti (dal XVIII secolo al XIII secolo a.C.). Gli Ittiti, che parlavano una delle lingue indoeuropee, svilupparono un'alta cultura nell'Anatolia centrale. Il loro regno fu distrutto dai Cimmeriani nel VII secolo a.C. e gli stati successori furono la Lidia, la Caria e la Licia.

Dal 1950 a.C., Greci e Assiri abitavano parti della Turchia sudorientale. La capitale assira fu chiamata Tushhan (900-600 a.C.). Gli Assiri regnarono sulla Turchia sudorientale fino a quando l'Impero Assiro fu conquistato da Babilonia nell'anno 612 a.C.. In seguito l'Anatolia divenne la sede di vari regni, tra cui l'Impero Achemenide, i regni ellenistici, l'Impero Romano, l'Impero Bizantino (Impero Romano d'Oriente), l'Impero Selgiuchide e l'Impero Mongolo.

L'Impero Ottomano

Nel corso del XIV secolo, dopo la caduta dell'Impero Mongolo, Lord Osman costruì un nuovo impero che porta il suo nome: l'Impero Ottomano. Divenne uno dei più lunghi imperi esistenti di tutti i tempi. L'Impero si estendeva anche attraverso i Balcani, (Jugoslavia e Bulgaria) in Europa. Il Regno era governato dalla legge musulmana, ma altre religioni avevano alcuni diritti di minoranza.

Nella Prima Guerra Mondiale l'Impero Ottomano era una delle potenze centrali. Durante la guerra, 500.000 armeni dell'Impero Ottomano furono massacrati nel cosiddetto Genocidio Armeno. La Turchia nega che l'evento sia stato un genocidio. Le potenze centrali persero la guerra e l'Impero Ottomano fu distrutto, ma dopo di che Atatürk guidò l'esercito per sbarazzarsi dei nemici stranieri, come i greci.

Repubblica di Turchia

Mustafa Kemal Atatürk è stato il primo presidente della Turchia. Ha fatto molti cambiamenti che hanno reso la Turchia più moderna. Ma ad alcuni non piacciono alcuni dei cambiamenti che hanno reso la vita in Turchia più laica. Le scuole secondarie religiose, per esempio, sono state eliminate. Gli oppositori di Atatürk sentivano che egli indeboliva l'islam nel Paese. Le successive dispute politiche portarono al colpo di Stato nel 1960, 1971 e 1980, e a diversi tentativi falliti.

Da molti anni i guerriglieri curdi del Partito dei lavoratori del Kurdistan (noto come PKK; turco: Partiya Karkerên Kurdistan) combattono contro il governo turco. Il PKK è un movimento nazionalista e separatista guidato da Abdullah Öcalan. Il loro obiettivo è l'autonomia dei curdi nel sud-est della Turchia, con un proprio governo. Il governo turco li chiama terroristi perché si servono di conflitti armati. Anche l'Unione Europea e gli Stati Uniti li chiamano terroristi.

Il 15 luglio 2016 è stato tentato un colpo di stato.


[{
[102095-79985]}]


In Turchia vivono circa 80 milioni di persone. La maggior parte di loro sono di etnia turca. Circa il 15% è di etnia curda. Molti rifugiati siriani (oltre 2 milioni) vivono in Turchia perché sono fuggiti dalla guerra civile siriana. Molti romaní vivono a Istanbul e a Edirne (parte europea della Turchia).

La stragrande maggioranza dei turchi sono musulmani e la circoncisione maschile è un grande festival. La città più grande della Turchia è Istanbul, che ha la più grande popolazione di qualsiasi altra città in Europa.

I turchi hanno molti cibi etnici e famosi, come mantı (ravioli turchi), döner, kebab, delizia turca, baklava, börek, köfte e altri cibi.

Gran parte della popolazione turca è composta da adolescenti e giovani adulti.

Secondo uno studio, l'Anatolia è geneticamente più legata alle popolazioni dei Balcani che a quelle dell'Asia centrale. I turchi dell'Anatolia (parte asiatica della Turchia) hanno solo il 13% dei geni delle popolazioni dell'Asia centrale. La popolazione proviene principalmente da greci, armeni e curdi.

Lotta in olio a Kırkpınar
Lotta in olio a Kırkpınar

Unione Europea

La Turchia sta cercando di entrare nell'Unione Europea (UE) dagli anni '90.

Economia

La Turchia fa parte dell'OCSE e del G-20 ed è una delle 20 maggiori economie. La moneta turca si chiama Lira. Le prime monete sono state fatte in Turchia.

Negli anni '70, molti turchi si trasferirono in altri paesi, come la Germania, per sfuggire alla cattiva economia dell'epoca e per ottenere posti di lavoro migliori. Spesso tornano in Turchia per le vacanze estive. Oggi, molte delle persone che se ne sono andate negli anni Settanta vogliono tornare in Turchia.

Fino agli anni '80 il governo possedeva la maggior parte delle aziende, ma poi il primo ministro Turgut Özal le ha vendute. Prima gli stranieri di solito non potevano acquistare aziende, terreni o proprietà. Il commercio internazionale della Turchia è per lo più con l'UE, gli Stati Uniti, la Federazione Russa e il Giappone. La Turchia e l'UE hanno concordato di non applicare molte tasse su ciò che comprano e vendono l'uno all'altro. Dopo di che è stato più facile per le fabbriche turche vendere prodotti all'UE e per gli uomini d'affari dell'UE acquistare aziende in Turchia.

Le esportazioni della Turchia nel 2010 sono state pari a 117 miliardi di dollari.

I terremoti del 1994, 1999 e 2001 hanno rallentato un po' la crescita economica. La Turchia non ha petrolio o gas naturale, quindi li compra da altri paesi, come la Russia. Nel 2010, il petrolio è stato trovato nella città turca di Diyarbakir, ma non c'era abbastanza petrolio da estrarre. La Turchia è alla ricerca di gas naturale nella Cipro settentrionale turca.

Province

La capitale e la seconda città più grande della Turchia è Ankara. La città più grande e più affollata è Istanbul che è l'unica città al mondo ad avere terreni in due continenti diversi. La terza città più grande è la città costiera di Smirne che è il porto principale del paese. La Turchia è divisa in 81 province. Ogni provincia ha il suo piccolo governo, ma può prendere decisioni solo su piccole cose: il governo di Ankara decide su questioni importanti. Le province sono in 7 regioni. Ogni provincia è divisa in distretti. Ci sono 923 distretti in tutto.

Cultura

Lingua

La maggior parte delle persone in Turchia parla turco. Appartiene al gruppo linguistico turco, che comprende anche molte altre lingue parlate in tutta l'Asia, come l'azerbaigiano e il tartaro. La lingua turca proveniva dall'Asia centrale, ma ora è un po' diversa dalle lingue parlate in Asia centrale. I turchi che vivono nel Mediterraneo hanno accenti meridionali, molto più spessi e maschili rispetto alla Turchia occidentale. I turchi del nord, vicino al Mar Nero, hanno accenti più morbidi.

In Turchia ci sono anche minoranze che parlano lingue come l'arabo, il curdo, l'armeno, il greco, il ladino e molte altre.

Molti dei giovani adulti sanno anche parlare l'inglese, che viene insegnato in tutte le scuole elementari, medie e superiori.

Stile di vita

La cultura turca è una cultura islamica moderna, con una certa influenza europea.

Diverse parti della Turchia hanno stili di vita simili, ma non esattamente gli stessi. La Turchia centrale è un po' più tradizionale. La Turchia occidentale, soprattutto le città costiere, sono più moderne e laiche. La Turchia orientale e sudorientale è composta per lo più da curdi. Generalmente hanno stili di vita meno moderni e più islamici.

Le città ricche della Turchia includono Istanbul, İzmir, Konya, Ankara, Mersin (conosciuta anche come İçel), e Antalya.

Maggioranza e minoranze

La maggior parte della Turchia è costituita da turchi. La minoranza più numerosa è quella curda. I curdi vivono per lo più nel sud-est e nell'est della Turchia. La seconda minoranza più numerosa è quella araba.

Educazione

Il tasso di alfabetizzazione della Turchia è attualmente del 95%. La gente in Turchia deve andare a scuola per 12 anni.

İstanbul L'Università è stata la prima università in Turchia. Fu fondata nel 1453. L'Università di Ankara fu la prima università iniziata dopo che la Turchia divenne una repubblica. Fu fondata nel 1946.

Secondo il Ministero dell'Educazione Nazionale, nel 2002 in Turchia c'erano 6065 scuole superiori. Nel 2011, in Turchia c'erano 166 università.

Terremoti

Il terremoto del 1999 İzmit è stato un terremoto di circa 7,4 gradi di magnitudo che ha colpito la Turchia nord-occidentale il 17 agosto 1999, alle 3:02 circa del mattino, ora locale. 18.000 persone sono morte nel terremoto. Molte persone sono state uccise dai terremoti in Turchia.

Il New York Times ha stimato che oltre 570 persone sono morte nel terremoto di Erzincan del 13 marzo 1992. Il terremoto è stato un 6,8 sulla Scala Richter.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3