Moschea

Una moschea è un luogo dove i popoli adorano. La parola moschea deriva dalla parola araba masjid. Una moschea più grande, "collettiva", è chiamata masjid jāmi. Le moschee più grandi offrono più servizi alla loro comunità.

Per molti musulmani, una moschea è più di un luogo di culto. I musulmani adorano, studiano e discutono l'Islam e fanno molte altre cose in una moschea e nei suoi complessi. Nel Regno Unito, molte moschee sono usate come centri comunitari. Sono anche usate per insegnare l'Islam. Nelle moschee si tengono feste e raduni religiosi. I matrimoni sono un esempio. Le moschee hanno delle regole per controllare ciò che le persone fanno all'interno. Una di queste è che è considerato scortese disturbare un'altra persona che sta pregando.

Molte moschee sono note per la loro architettura islamica. Le prime moschee, aperte nel 7° secolo, erano spazi all'aperto. Sono la Moschea Quba e Masjid al-Nabawi. Le moschee successive erano edifici progettati appositamente. Al giorno d'oggi, le moschee si trovano in ogni continente, eccetto l'Antartide.

Moschea; Assuan, Egitto
Moschea; Assuan, Egitto

Architettura

Molte moschee sono opere famose di architettura. Sono spesso costruite in uno stile che è rimasto lo stesso per molti secoli. Molte moschee hanno sale di preghiera, cupole e minareti. Possono anche avere un cortile. Le moschee sono spesso costruite con pareti decorate.

Le moschee furono costruite per la prima volta nella penisola araba. I musulmani che le costruirono usarono vecchi stili architettonici. Hanno anche combinato questi stili in modi nuovi. Una grande influenza fu quella dei palazzi costruiti durante le dinastie persiane dei Parti e dei Sassanidi. Il palazzo Sarvestan dell'epoca sasanide è un buon esempio di questo. Ha un ingresso ad arco e una cupola centrale. Queste caratteristiche esistevano già in Persia prima dell'Islam.

Dopo l'invasione araba della Persia, il nuovo stile, con la sua influenza sasanide, fu usato per il nuovo mondo islamico. Molte forme di moschee si sono sviluppate in diverse regioni del mondo islamico. Importanti tipi di moschee includono le prime moschee abbasidi, le moschee di tipo T e le moschee a cupola centrale dell'Anatolia. Nel 20° secolo, molti paesi che si sono arricchiti grazie al petrolio hanno pagato la costruzione di molte nuove moschee. I governanti di questi paesi spesso assunsero importanti architetti per progettare queste moschee. Essi includevano i non musulmani.

Piano arabo

Molte delle prime moschee hanno una pianta quadrata o rettangolare. Hanno anche una sala di preghiera e un cortile chiuso. Questo è conosciuto come piano arabo. Le prime moschee di questo tipo furono costruite durante la dinastia degli Omayyadi.

Il tetto piatto della sala di preghiera era sostenuto da colonne. Molte file di colonne erano necessarie per sostenere tali tetti; questa è chiamata "architettura ipostila". Una delle moschee ipostili più famose è la Mezquita di Cordova in Spagna. È sostenuta da più di 850 colonne.

Nei climi caldi del Mediterraneo e del Medio Oriente, il cortile serviva a contenere il gran numero di fedeli durante la preghiera del venerdì. Spesso, le moschee ipostili hanno portici esterni. Esse permettono ai visitatori di godere dell'ombra. Le moschee a pianta araba furono costruite soprattutto durante le dinastie degli Omayyadi e degli Abbasidi. La pianta araba era molto semplice, il che non permetteva un grande sviluppo. Ciò ha fatto sì che questo stile di moschea cadesse in disgrazia.

Cupola centrale

Gli ottomani iniziarono a costruire moschee a cupola centrale nel XV secolo. Queste moschee hanno una grande cupola centrata sulla sala di preghiera. Ci possono essere anche cupole più piccole, che sono decentrate sulla sala di preghiera o sul resto della moschea. Questo stile è stato fortemente influenzato dall'architettura religiosa bizantina con il suo uso di cupole centrali.

Iwan

Le moschee Iwan sono famose per le loro stanze a cupola e gli iwan. Gli iwan sono spazi con un tetto ad arco. Hanno un'apertura ad un'estremità. Uno o più iwan si affacciano su un cortile centrale che funge da sala di preghiera. Lo stile prende in prestito dall'architettura iraniana pre-islamica. La maggior parte delle moschee con questo stile sono in Iran.

La moschea Jami Ul Alfar a Colombo, Sri Lanka, ha una sorprendente architettura moresca e coloniale con una facciata a strisce caramellate.
La moschea Jami Ul Alfar a Colombo, Sri Lanka, ha una sorprendente architettura moresca e coloniale con una facciata a strisce caramellate.

La moschea Al Azhar al Cairo, in Egitto, ha una sala ipostila
La moschea Al Azhar al Cairo, in Egitto, ha una sala ipostila

Parti di moschee

Minareti

La maggior parte delle moschee hanno minareti. I minareti sono torri alte. Di solito si trovano in uno degli angoli della moschea. La cima del minareto è il punto più alto della moschea, e di solito il punto più alto nell'area intorno alla moschea. Il minareto più alto del mondo si trova nella Moschea Hassan II a Casablanca, in Marocco.

Le prime moschee non avevano minareti. I gruppi islamici più conservatori, come i wahhabiti, evitano ancora di costruire minareti. Li considerano semplicemente una decorazione elegante e non necessaria. Il primo minareto fu costruito nel 665 a Bassora durante il regno del califfo omayyade Muawiyah I. Muawiyah incoraggiò la costruzione di minareti, in quanto dovevano essere uguali ai campanili delle chiese cristiane. Per questo motivo, gli architetti delle moschee usavano la forma del campanile per i loro minareti. Sia il minareto che il campanile hanno lo stesso scopo: chiamare i fedeli alla preghiera.

Prima delle cinque preghiere quotidiane richieste, un muezzin chiama i fedeli alla preghiera dal minareto. In molti paesi come Singapore, dove i musulmani non sono la maggioranza, alle moschee viene impedito di suonare ad alto volume il richiamo alla preghiera. Il problema principale è l'uso dell'amplificazione elettronica della chiamata, che è ora ampiamente utilizzata dalle moschee.

Cupole

Le cupole erano spesso collocate direttamente sopra la sala di preghiera principale. Esse rappresentano l'universo che Allah ha creato. All'inizio, queste cupole erano piccole. Occupavano solo una piccola parte del tetto vicino al mihrab. Più tardi, presero tutto il tetto sopra la sala di preghiera. Le cupole hanno normalmente la forma di una semisfera. I Mughal in India hanno reso popolari le cupole a forma di cipolla nell'Asia meridionale e in Persia. Alcune moschee hanno diverse cupole, oltre alla grande cupola principale. Le altre cupole sono spesso più piccole.

Le cupole aiuterebbero l'imam a farsi sentire, poiché le onde sonore rimbalzerebbero dentro e fuori la cupola rendendo la voce più forte.

Sala di preghiera

Tutte le moschee hanno una sala di preghiera, chiamata anche musalla. Normalmente, non ci sono mobili in essa, tranne le stuoie di preghiera o i tappeti. Questi sono necessari, poiché la preghiera islamica si fa di solito in ginocchio.

Alcune moschee hanno calligrafie arabe e versetti coranici sui muri per aiutare i fedeli a concentrarsi sulla bellezza dell'Islam e del suo libro più sacro, il Corano, oltre che per decorazione.

Il muro della qiblah è di solito dall'altra parte dell'entrata della sala di preghiera. Questo muro è appositamente decorato. In una moschea ben posizionata, sarà perpendicolare alla linea che porta alla Mecca. La gente prega in file parallele al muro della qiblah. Si dispongono in modo da guardare la Mecca. Nel muro della qiblah, di solito al suo centro, si trova il mihrab, una nicchia o depressione che mostra la direzione della Mecca. Il mihrab serve come luogo dove l'imam conduce le cinque preghiere quotidiane.

Lavaggio (wudhu)

Tutte le persone devono lavarsi prima di pregare. Le moschee hanno spesso fontane o altre strutture per lavarsi nei loro ingressi o cortili, in modo che le persone possano eseguire il rituale del lavaggio prima della preghiera. Nelle moschee molto piccole, i fedeli possono usare i bagni per il loro lavaggio rituale, o wu'du. Nelle moschee tradizionali, c'è spesso un edificio appositamente per il lavaggio. Questo è spesso al centro del cortile. Nelle sale di preghiera, le persone non devono indossare scarpe per lo stesso motivo.

Caratteristiche moderne

Le moschee moderne dovrebbero attrarre la comunità che servono. Per questo motivo, nella moschea possono essere disponibili anche altre strutture, come ambulatori, biblioteche e palestre.

L'interno delle moschee

·        

All'interno della moschea Shah Faisal a Islamabad, Pakistan

·        

All'interno della Moschea Sulayman Pasha al Cairo, Egitto

·        

La moschea Nasr ol Molk a Shiraz, Iran

Ci possono essere piastrelle decorative, intonaco o mosaici colorati sulle pareti. Non ci sono quadri o statue.

La Grande Moschea di Aleppo, Siria. La struttura a forma di torre è il minareto.
La Grande Moschea di Aleppo, Siria. La struttura a forma di torre è il minareto.

Le cupole della moschea Khatem Al Anbiyaa a Beirut, Libano
Le cupole della moschea Khatem Al Anbiyaa a Beirut, Libano

Una semplice moschea nell'outback australiano è diversa dai grandi progetti delle comunità islamiche più antiche. Cimitero di Bourke, Nuovo Galles del Sud.
Una semplice moschea nell'outback australiano è diversa dai grandi progetti delle comunità islamiche più antiche. Cimitero di Bourke, Nuovo Galles del Sud.

Funzioni religiose

Preghiere

I musulmani adulti sono tenuti a pregare cinque volte al giorno. La maggior parte delle moschee hanno preghiere formali per ognuno di questi momenti. Se eseguire la preghiera è difficile, per esempio per le persone malate, allora si fanno delle eccezioni.

Le moschee tengono anche un servizio di preghiera speciale, chiamato jumuah. Questo viene fatto una volta alla settimana. È una forma di sabbath e sostituisce le preghiere del venerdì in moschea. Le preghiere quotidiane possono essere fatte ovunque. Tuttavia, i musulmani sono tenuti a fare la loro preghiera del venerdì in moschea.

Quando un musulmano muore, si tiene normalmente una preghiera funebre. Si tiene all'aperto in un cortile o in una piazza vicino alla moschea. Alle preghiere partecipano tutti i fedeli presenti, compreso l'imam. Durante le eclissi, le moschee ospitano preghiere speciali chiamate preghiere di eclissi.

Ci sono due grandi feste (Eids) nel calendario islamico. Durante questi giorni, ci sono preghiere speciali nelle moschee al mattino. Le moschee più grandi normalmente le tengono per le loro comunità e per le persone delle piccole moschee locali. Le moschee, specialmente quelle nei paesi in cui i musulmani sono la maggioranza, ospiteranno anche le preghiere di Eid all'esterno nei cortili o nelle piazze delle città.

Eventi Rodman

Ci sono molti eventi nel Ramadan, il mese più sacro dell'Islam. Durante il Ramadan, i musulmani devono digiunare durante il giorno. Le moschee organizzano cene iftar dopo il tramonto. Queste vengono fatte dopo la quarta preghiera obbligatoria del giorno. Parte del cibo è dato dai membri della comunità, il che crea cene serali a base di cibo. Il contributo della comunità a queste cene è richiesto. Per questo motivo, le moschee con comunità più piccole possono non essere in grado di tenere le cene iftar quotidianamente.

Alcune moschee terranno anche dei pasti al mattino prima dell'alba. Le moschee invitano spesso i membri più poveri della comunità a questi pasti. L'Islam considera la carità durante il Ramadan come una buona azione.

Le moschee più grandi a volte offrono preghiere speciali e facoltative. Sono fatte dopo l'ultima preghiera richiesta del giorno. Durante ogni notte di preghiera, un membro della comunità che ha memorizzato l'intero Corano reciterà una parte del libro. Può durare fino a due ore. A volte, diverse persone di questo tipo (non necessariamente della comunità locale) fanno a turno per farlo. Durante gli ultimi dieci giorni di Ramadan, le moschee più grandi ospitano programmi di tutta la notte per osservare Laylat al-Qadr. È la notte in cui i musulmani credono che il profeta islamico Maometto abbia ricevuto per la prima volta le rivelazioni del Corano. In quella notte, tra il tramonto e l'alba, le moschee impiegano oratori per insegnare ai fedeli l'Islam. Le moschee o la comunità di solito forniscono pasti a volte durante la notte.

Musulmani che eseguono il salat nella moschea degli Omayyadi
Musulmani che eseguono il salat nella moschea degli Omayyadi

Una moschea in Afghanistan
Una moschea in Afghanistan

La moschea di Al-'Abbas a Karbala, in Iraq, è visitata ogni anno da milioni di pellegrini sciiti.
La moschea di Al-'Abbas a Karbala, in Iraq, è visitata ogni anno da milioni di pellegrini sciiti.

Funzioni politiche

Durante il tardo ventesimo secolo, sempre più moschee sono state usate per scopi politici. Le moschee moderne nel mondo occidentale vogliono educare buoni cittadini. I dettagli differiscono molto da moschea a moschea e da paese a paese.

Advocacy

I paesi con piccole popolazioni musulmane usano le moschee come un modo per sostenere la partecipazione civica. Sono più propensi a farlo rispetto ai paesi a maggioranza musulmana del Grande Medio Oriente. Le moschee americane ospitano campagne di registrazione degli elettori e di partecipazione civica. Negli Stati Uniti, i musulmani sono spesso immigrati o figli di immigrati. Le moschee vogliono interessare queste persone alla politica. Vogliono anche tenerle informate sulle questioni che riguardano la comunità musulmana. Le persone che frequentano regolarmente i servizi della moschea sono più propense a partecipare a proteste, a firmare petizioni e a coinvolgersi in questioni politiche.

Un legame tra le opinioni politiche e la frequentazione delle moschee può ancora essere visto in altre parti del mondo. Dopo l'attentato alla moschea dial-Askari nel febbraio 2006, gli imam e altri leader islamici hanno usato le moschee e le preghiere del venerdì per invitare alla calma e alla pace durante la violenza diffusa.

A partire dalla fine del ventesimo secolo e continuando all'inizio del ventunesimo, un piccolo numero di moschee sono diventate anche una base per gli imam estremisti per sostenere il terrorismo e gli ideali islamici estremi. La moschea di Finsbury Park a Londra è una moschea che è stata usata in questo modo.

Conflitto sociale

Come altri luoghi di culto, le moschee possono essere al centro di conflitti sociali.

La moschea di Babri è stata il centro di un tale conflitto fino ai primi anni '90, quando è stata demolita. Prima che si potesse trovare una soluzione, la moschea fu distrutta da circa 200.000 indù. Questo avvenne il 6 dicembre 1992. La moschea fu costruita da Babur per segnare il luogo di nascita di Ram. Si credeva che fosse sul sito di un precedente tempio indù. Il conflitto sulla moschea era direttamente collegato ai disordini a Bombay (l'attuale Mumbai) e agli attentati del 1993 che uccisero 257 persone.

Nel febbraio 2006, un bombardamento ha seriamente danneggiato la moschea irachena di al-Askari. Questo ha aumentato le tensioni esistenti. Il conflitto tra due gruppi musulmani in Iraq aveva già portato ad altri attentati. Tuttavia gli attentati alle moschee non sono limitati all'Iraq. Nel giugno 2005, un attentatore suicida ha ucciso almeno 19 persone in una moschea afgana. Nell'aprile 2006, ci sono state due esplosioni alla Jama Masjid in India.

Dopo gli attacchi dell'11 settembre, diverse moschee americane sono state bersaglio di attacchi. Questi andavano dal semplice vandalismo all'incendio doloso.

La Jewish Defense League era sospettata di aver complottato per bombardare la moschea King Fahd a Culver City, California. Ci sono stati attacchi simili nel Regno Unito dopo gli attentati di Londra del 7 luglio 2005. Fuori dal mondo occidentale, nel giugno 2001, la moschea di Hassan Bek è stata il bersaglio di attacchi. Gli attacchi hanno coinvolto centinaia di israeliani arrabbiati con gli arabi per un attacco precedente.

Influenza saudita

Il coinvolgimento saudita nella costruzione di moschee in tutto il mondo risale solo agli anni '60. Negli anni '80, il governo dell'Arabia Saudita ha iniziato a pagare per la costruzione di moschee in paesi di tutto il mondo. Si stima che 45 miliardi di dollari siano stati spesi dal governo dell'Arabia Saudita per moschee e scuole islamiche in paesi stranieri. Ain al-Yaqeen, un giornale saudita, ha riportato nel 2002 che il denaro saudita potrebbe aver aiutato a costruire ben 1.500 moschee e 2.000 altri centri islamici. I cittadini sauditi hanno anche dato molto denaro alle moschee nel mondo islamico, specialmente nei paesi dove vedono i musulmani come poveri e oppressi. Dopo la caduta dell'Unione Sovietica, nel 1992, le moschee in Afghanistan hanno ricevuto denaro dai cittadini sauditi. La moschea King Fahd a Culver City, in California, e il Centro Culturale Islamico d'Italia a Roma sono due dei maggiori investimenti dell'Arabia Saudita in moschee straniere, poiché l'ex re saudita Fahd bin Abdul Aziz al-Saud ha dato rispettivamente 8 milioni di dollari e 50 milioni di dollari alle due moschee.

Moschea di Cuiabá, Brasile
Moschea di Cuiabá, Brasile

Regole e comportamento nelle moschee

In una moschea, le persone dovrebbero concentrarsi sull'adorazione di Allah. Per questo motivo, ci sono una serie di regole sul comportamento corretto in una moschea. Alcune di queste regole sono le stesse in tutto il mondo, come il divieto di indossare scarpe nella sala di preghiera. Altre regole sono diverse da moschea a moschea.

Leader della preghiera

Generalmente è considerato un bene avere qualcuno che guida le preghiere, anche se questo non è strettamente necessario. La persona che di solito guida le preghiere è chiamata imam. Deve essere un uomo libero e onesto. Deve anche essere un'autorità quando si tratta di rispondere alle domande sulla religione. Nelle moschee che sono state costruite o che sono tenute in piedi dal governo, l'imam è selezionato dal sovrano. Nelle moschee private, la comunità sceglie l'imam, attraverso il voto della maggioranza.

Solo gli uomini possono guidare le preghiere per gli uomini. Le donne sono autorizzate a guidare le preghiere per le congregazioni in cui ci sono solo donne.

Frequentare una moschea

Oltre al lavaggio, ci sono altre regole che si applicano anche a coloro che entrano nella moschea, anche se non vogliono pregare lì. È vietato indossare scarpe nella zona della moquette della sala di preghiera. Alcune moschee non permettono anche di indossare scarpe in altre parti, anche se queste non sono dedicate alla preghiera.

L'Islam richiede che i suoi credenti indossino abiti che mostrino modestia. Di conseguenza, sia gli uomini che le donne devono seguire questa regola quando frequentano una moschea (anche se le moschee non sempre fanno rispettare le regole). Gli uomini devono venire in moschea indossando abiti larghi e puliti che non mostrino le forme del corpo. Allo stesso modo, le donne che vengono in moschea devono indossare abiti larghi, camicie, pantaloni che coprano i polsi e le caviglie e coprire la testa, ad esempio con un hijab. Molti musulmani, indipendentemente dalla loro origine etnica, indossano abiti mediorientali associati all'Islam arabo per le occasioni speciali e le preghiere in moschea.

Le moschee sono luoghi di culto. Per questo motivo, coloro che si trovano all'interno della moschea devono essere rispettosi verso coloro che stanno pregando. Parlare ad alta voce o discutere di argomenti che potrebbero essere irrispettosi, è proibito nelle aree dove le persone stanno pregando. È anche considerato scortese camminare davanti ai musulmani in preghiera o disturbarli in altro modo.

Uomini e donne pregano in parti diverse

La legge islamica richiede che uomini e donne siano separati nella sala di preghiera. Idealmente, le donne dovrebbero pregare dietro gli uomini. Il secondo califfo Umar una volta impedì alle donne di frequentare le moschee, specialmente di notte, perché temeva che potessero essere prese in giro dai maschi, così le fece pregare a casa. A volte una parte speciale della moschea era recintata per le donne; per esempio, il governatore della Mecca nell'870 fece legare delle corde tra le colonne per creare un posto separato per le donne.

Molte moschee oggi mettono le donne dietro una barriera o un divisorio o in un'altra stanza. Le moschee nell'Asia meridionale e sudorientale mettono uomini e donne in stanze separate, poiché le divisioni sono state costruite in esse secoli fa. In quasi due terzi delle moschee americane, le donne pregano dietro divisori o in aree separate, non nella sala di preghiera principale; alcune moschee non ammettono affatto le donne. Anche se ci sono sezioni solo per donne e bambini, la Grande Moschea della Mecca è desegregata.

Non musulmani nelle moschee

Alcuni studiosi della legge islamica credono che i non musulmani possano essere ammessi nelle moschee, purché non vi dormano o mangino. I seguaci della scuola Maliki della giurisprudenza islamica non sono d'accordo. Essi dicono che i non musulmani non possono essere ammessi nelle moschee.

Diversi paesi hanno opinioni diverse sulla questione. Quasi tutte le moschee della penisola arabica e del Marocco non ammettono i non musulmani. La moschea Hassan II di Casablanca è una delle due sole moschee del Marocco attualmente aperte ai non musulmani.

Nell'odierna Arabia Saudita, la Grande Moschea e tutta la Mecca sono aperte solo ai musulmani. Allo stesso modo, anche la Masjid al-Nabawi e la città di Medina che la circonda sono off-limits per coloro che non praticano l'Islam. Per le moschee in altre aree, è stato più comunemente preso che i non musulmani possono entrare nelle moschee solo se viene loro concesso il permesso di farlo dai musulmani e se hanno una ragione adeguata.

Nella Turchia moderna i turisti non musulmani possono entrare in qualsiasi moschea, ma devono rispettare le regole del decoro. La visita di una moschea è permessa solo tra una preghiera e l'altra; i visitatori devono indossare pantaloni lunghi e togliersi le scarpe; le donne devono coprirsi la testa; non sono permesse foto; non è permesso parlare ad alta voce. Non sono ammessi riferimenti ad altre religioni (niente croci sulle collane, niente gesti di croce, ecc.)

Tuttavia, ci sono anche molti altri luoghi in Occidente, così come nel mondo islamico, dove i non musulmani sono i benvenuti nelle moschee. La maggior parte delle moschee negli Stati Uniti, per esempio, riferisce di ricevere visitatori non musulmani ogni mese. Molte moschee negli Stati Uniti accolgono i non musulmani come segno di apertura al resto della comunità e per incoraggiare le conversioni all'Islam.

Cani

Di solito ai cani è vietato entrare nelle moschee, ma il 24 settembre 2008, il Muslim Law Council UK ha emesso una sentenza speciale, chiamata fatwa, che ha concesso a un musulmano cieco il permesso di portare il suo cane guida nella moschea.

Baitul Mukarram (Dhaka), la moschea nazionale del Bangladesh La struttura assomiglia alla Kaaba della Mecca.
Baitul Mukarram (Dhaka), la moschea nazionale del Bangladesh La struttura assomiglia alla Kaaba della Mecca.

Interno della Mezquita, un'antica moschea ipostila con colonne disposte a griglia, a Córdoba, Spagna.
Interno della Mezquita, un'antica moschea ipostila con colonne disposte a griglia, a Córdoba, Spagna.

Musulmani che pregano nella sezione maschile di una moschea a Srinagar, Jammu e Kashmir, India
Musulmani che pregano nella sezione maschile di una moschea a Srinagar, Jammu e Kashmir, India

Moschee come ostelli

È comune che una moschea più piccola serva da ostello per i musulmani in haj (pellegrinaggio alla Mecca). A volte le moschee sono usate per i rifugiati, o come case temporanee per i senzatetto. Gli obblighi verso i vicini nell'Islam sono molto severi e specifici. Nel Corano, Maometto (pbuh) ha detto che una persona che aiuta gli altri nell'ora del bisogno, e che aiuta gli oppressi, quella persona sarà aiutata da Dio nel giorno del travaglio (agonia). Ci sono altri comandi, come aiutare i poveri ed essere gentili con le persone. Una parte importante dell'essere musulmano, o semplicemente dell'essere parte della moschea, è prendersi cura delle persone che hanno bisogno di aiuto. Una moschea è un gruppo sociale, oltre che religioso.

Una madrassa è un po' diversa da una moschea. Una madrassa si concentra sull'insegnamento dell'Islam, di solito ai bambini e ai giovani.

Moschee in Spagna

Quando la Spagna era sotto il controllo musulmano, alcuni degli edifici più belli erano moschee. Dopo il 1491, la Spagna fu sotto il controllo cristiano. Tuttavia, i cristiani non abbatterono le moschee. Semplicemente vi misero un crocifisso per trasformarle in chiese. Queste moschee influenzarono l'architettura rinascimentale (modo di costruire) in Europa.

La Mezquita de Córdoba era una moschea. Oggi è la cattedrale di Cordoba.
La Mezquita de Córdoba era una moschea. Oggi è la cattedrale di Cordoba.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3