Cristianesimo

Il cristianesimo è la religione più grande del mondo per numero di aderenti (circa 2,4 miliardi). I membri della religione sono chiamati cristiani. I cristiani generalmente credono che Gesù sia figlio di Dio, la seconda persona della Trinità. È una religione monoteista, nel senso che ha un solo Dio... Si basa sulla vita e sugli insegnamenti di Gesù di Nazareth.

Anche se ci sono molte persone religiose e sette che si definiscono cristiane, la vera fede cristiana è radicata nella Salvezza per Fede, attraverso la Grazia Sola. La Trinità, la divinità di Cristo, ecc. sono verità fondamentali.

Per la maggior parte della gente del suo tempo Gesù era un predicatore, un maestro, un guaritore e un profeta dell'antica Giudea. Tuttavia, i suoi discepoli lo credevano molto di più: credevano che Gesù fosse l'unico figlio di Dio mandato sulla terra a morire in croce per i loro peccati. L'uomo che si diceva fosse suo padre, Giuseppe, era un falegname. Gesù fu giustiziato inchiodato ad una croce (o crocifisso) sotto Ponzio Pilato, il governatore romano locale dell'epoca. La sua vita e i suoi seguaci sono scritti nel Nuovo Testamento, parte della Bibbia. I cristiani considerano sacra la Bibbia, sia l'Antico che il Nuovo Testamento. I Vangeli o "La Buona Novella" sono i primi quattro libri del Nuovo Testamento e parlano della vita di Gesù, della sua morte e della sua resurrezione dai morti.

Dio ha creato il mondo. Gesù è il nome di Dio Figlio. I cristiani credono che Lui sia il Figlio di Dio. Credono che Egli sia il figlio umano della Vergine Maria e il divino Figlio di Dio. Credono che abbia sofferto e sia morto per liberare gli uomini dal loro peccato e che in seguito sia stato risuscitato dai morti. Poi è salito in cielo. Alla fine dei tempi, Gesù tornerà sulla terra per giudicare tutta l'umanità, sia viva che morta, dando la vita eterna a coloro che credono in lui. Lo Spirito Santo è lo spirito di Dio sulla terra che ha parlato attraverso i profeti.

I profeti hanno predetto nell'Antico Testamento di Gesù come Salvatore. I cristiani pensano a Gesù Cristo come a un maestro, a un modello, a qualcuno che ha rivelato chi era il Dio cristiano.

Proprio come l'ebraismo e l'islam, il cristianesimo è una religione abramitica. Il cristianesimo è nato come setta ebraica nel Mediterraneo orientale. Nel corso di alcuni decenni è cresciuto rapidamente in numero di credenti e influenza, e nel IV secolo è diventato la religione dominante nell'Impero Romano. Il Regno di Aksum divenne il primo impero ad adottare il cristianesimo. Durante il Medioevo, il resto dell'Europa fu cristianizzato. A quel tempo, i cristiani erano per lo più una minoranza religiosa nel Medio Oriente, nel Nord Africa e in alcune parti dell'India. Dopo l'Età della Scoperta, attraverso il lavoro missionario e la colonizzazione, il cristianesimo si diffuse in Africa, nelle Americhe e nel resto del mondo.

Il cristianesimo è stato una parte importante nella formazione del mondo. All'inizio del XXI secolo, il cristianesimo ha circa 2,2 miliardi di seguaci.

Gesù Cristo

La parte più fondamentale del cristianesimo è la fede in Gesù come Figlio di Dio e Messia (Cristo). Il titolo "Messia" deriva dalla parola ebraica מָשִׁיחַ (māšiáħ) che significa unto. La traduzione greca Χριστός (Christos) è la fonte della parola inglese "Christ". Joshua è inglese per la parola ebraica Yeshua.

I cristiani credono che, come il Messia, Gesù sia stato unto da Dio come sovrano e salvatore di tutti gli uomini. I cristiani credono anche che la venuta di Gesù sia stata il compimento delle profezie dell'Antico Testamento. Il credo cristiano del Messia è molto diverso dal concettoebraico contemporaneo. La principale credenza cristiana è che, attraverso la morte e la resurrezione di Gesù, gli uomini peccatori possono essere riconciliati con Dio. Attraverso questo, essi credono di ricevere la salvezza e la vita eterna.

Ci sono stati molti disaccordi teologici sulla natura di Gesù nei primi secoli della storia cristiana. Ma i cristiani generalmente credono che Gesù sia Dio incarnato e "vero Dio e vero uomo". Gesù, essendo diventato pienamente umano, ha sofferto il dolore e le tentazioni di un uomo mortale, ma non ha peccato. Come pienamente Dio, ha sconfitto la morte ed è tornato in vita. Secondo la Bibbia, "Dio lo ha risuscitato dai morti", è salito al cielo, è "seduto alla destra del Padre" e ritornerà di nuovo per compiere il resto della profezia messianica, come la risurrezione dei morti, il Giudizio Universale e la creazione finale del Regno di Dio.

I Vangeli di Matteo e di Luca dicono che Gesù è stato concepito dallo Spirito Santo e che è nato dalla Vergine Maria. Solo un po' dell'infanzia di Gesù è scritto nei vangeli canonici, ma i vangeli dell'infanzia erano popolari nell'antichità. Tuttavia, il tempo dell'età adulta di Gesù la settimana prima della sua morte è scritto molto nei vangeli. Alcuni degli scritti biblici del ministero di Gesù sono: il suo battesimo, i miracoli, la predicazione, l'insegnamento e le opere.

Una rappresentazione di Gesù e Maria, la Theotokos di Vladimir (XII secolo).
Una rappresentazione di Gesù e Maria, la Theotokos di Vladimir (XII secolo).

Morte e risurrezione di Gesù

I cristiani credono che la risurrezione di Gesù sia la parte principale della loro fede (cfr. 1 Corinzi 15) e l'evento più importante della storia umana perché dimostrerebbe che Gesù ha potere sulla morte e ha l'autorità di dare alle persone la vita eterna.

Tra le credenze cristiane, la morte e la resurrezione di Gesù sono due eventi principali della dottrina e della teologia cristiana. Da quanto dice il Nuovo Testamento, Gesù è stato crocifisso, è morto di morte fisica, è stato sepolto in una tomba, ed è risorto dai morti il terzo giorno dopo. La maggior parte dei cristiani colloca la sua morte il venerdì di ogni anno, che è il primo giorno della sua morte. Il sabato è il secondo giorno, e la domenica è il terzo giorno. Il Nuovo Testamento scrive che più volte Gesù è apparso molte volte davanti ai suoi Dodici Apostoli e discepoli, e una volta davanti a "più di cinquecento fratelli contemporaneamente", prima dell'Ascensione al cielo di Gesù. La morte e la risurrezione di Gesù sono ricordate dai cristiani nei loro servizi di culto, e più comunemente durante la Settimana Santa, che ha il Venerdì Santo e la Domenica di Pasqua nella settimana

Gesù aiutato da Simone di Cirene, rappresentazione brasiliana del XIX secolo
Gesù aiutato da Simone di Cirene, rappresentazione brasiliana del XIX secolo

Salvezza di Cristo

Il protestantesimo insegna che la salvezza eterna è un dono che viene dato a una persona per grazia di Dio. A volte viene chiamato "favore immeritato". Ciò significa che la Salvezza è Dio che porta gli uomini in un giusto rapporto con Dio attraverso la fede in Gesù Cristo. È la convinzione che si può essere salvati (salvati) dal peccato e dalla morte eterna. Molti protestanti credono nella "garanzia della salvezza" - che Dio può mettere fiducia in un credente che ha veramente ricevuto la salvezza da Gesù Cristo.

Il cattolicesimo insegna che anche se nella maggior parte dei casi qualcuno deve essere battezzato come cattolico per essere salvato, a volte è possibile per le persone che non hanno aderito pienamente alla Chiesa cattolica. I cattolici normalmente credono nell'importanza della "fede che opera attraverso l'amore" e dei sacramenti per ricevere la salvezza. La Chiesa cattolica insegna che le buone opere e la pietà, come l'obbedienza ai comandi, prendere i sacramenti, andare in chiesa, fare penitenza facendo l'elemosina, dire preghiere e altre cose, sono importanti per diventare santi, ma sottolinea fortemente che la salvezza è solo attraverso la grazia di Dio, e tutto ciò che possiamo fare è riceverla.

Diverse denominazioni e tradizioni del cristianesimo credono nelle forme della grazia divina. Il cattolicesimo romano e l'ortodossia orientale insegnano la completa importanza della libera volontà di lavorare insieme con la grazia. La teologia riformata insegna l'importanza della grazia insegnando che una persona è completamente incapace di redenzione, ma la grazia di Dio supera anche il cuore riluttante. L'arminianesimo crede in una visione sinergica, mentre i luterani e la maggior parte delle altre confessioni protestanti insegnano la giustificazione per grazia attraverso la sola fede.

Scritture

Il cristianesimo usa la Bibbia, una raccolta di molti libri canonici in due parti, l'Antico e il Nuovo Testamento. I cristiani credono che siano stati scritti da persone che si sono ispirate allo Spirito Santo, e quindi il più delle volte si crede che sia la parola di Dio. La Bibbia è stata tradotta in oltre 600 lingue. I traduttori sono in grado di verificarne l'esattezza utilizzando migliaia di copie manoscritte delle Scritture, che sono nelle lingue originali dell'ebraico aramaico e del greco.

Il sermone sul monte di Carl Heinrich Bloch, pittore danese morto nel 1890
Il sermone sul monte di Carl Heinrich Bloch, pittore danese morto nel 1890

Creeds

I credo (dal latino credo che significa "credo") sono affermazioni dottrinali dirette o confessioni, di solito di credenze religiose. Sono iniziati come formule usate quando qualcuno è stato battezzato. Durante le controversie cristologiche del IV e V secolo divennero dichiarazioni di fede.

Alcuni dei principali credi cristiani sono:

Molti cristiani accettano l'uso dei credo, e spesso usano almeno uno dei credi sopra indicati. Un numero minore di protestanti, in particolare i Restauratori, un movimento formatosi sulla scia del Secondo Grande Risveglio nel XIX secolo negli Stati Uniti, si oppongono all'uso dei credo.

Trinitarismo

La Bibbia menziona Dio Padre, Dio Figlio e lo Spirito Santo, eppure i cristiani credono che ci sia un solo Dio. Questa idea, chiamata Trinità, è nata nel primo Concilio di Nicea, nel 325, e si è sviluppata durante diverse riunioni o concili della chiesa. Oggi, molti gruppi cristiani sono d'accordo con questa idea. Le Chiese ortodosse orientali non erano d'accordo con l'idea, e si sono divise dopo il Concilio. La più grande delle Chiese ortodosse orientali è la Chiesa copta ortodossa. Le Chiese ortodosse orientali sono d'accordo con le idee del Primo Concilio di Nicea, ma non sono d'accordo con gli altri concili. Il trinitarismo è l'insegnamento che Dio è tre persone diverse, o ha tre relazioni diverse, all'interno di un unico Dio: il Padre, il Figlio (Gesù Cristo) e lo Spirito Santo. Secondo le parole del Credo atanasiano, "il Padre è Dio, il Figlio è Dio e lo Spirito Santo è Dio, eppure non ci sono tre Dei, ma un solo Dio".

Il trinitarismo è il gruppo di cristiani che crede nella dottrina della Trinità. Oggi, la maggior parte delle denominazioni e delle Chiese cristiane ci crede. Le Chiese hanno diversi insegnamenti sulla formula trinitaria. Alcuni dicono che lo Spirito viene solo dal Padre. Altri dicono che lo Spirito viene sia dal Padre che dal Figlio. Questo è noto come filioque. Il non trinitarismo (chiamato anche Unità) è il sistema di credenze che rifiuta la Trinità. Nel cristianesimo primitivo sono esistite molte diverse visioni non trinitarie, come l'adozionismo o il modalismo, che hanno portato alle dispute sulla cristologia.

Un esempio di un movimento cristiano più recente che rifiuta il trinitarismo è la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. I Santi degli Ultimi Giorni iniziarono nella prima metà del XIX secolo, negli Stati Uniti. Ci sono altri gruppi cristiani più piccoli che rifiutano il trinitarismo.

Gruppo scultoreo della Colonna della Santissima Trinità di Olomouc, Repubblica Ceca, XVIII secolo
Gruppo scultoreo della Colonna della Santissima Trinità di Olomouc, Repubblica Ceca, XVIII secolo

L'aldilà e la fine dei tempi

I cristiani credono che gli esseri umani riceveranno il giudizio di Dio e riceveranno la vita eterna o la dannazione eterna. Questo include il "Giudizio Universale" e la convinzione di un giudizio particolare per l'anima dopo la morte.

Ci sono anche alcune differenze tra i cristiani in questo credo. Per esempio, nel cattolicesimo romano, coloro che muoiono in stato di grazia, vanno in purgatorio, dove vengono purificati prima di poter andare in cielo.

I cristiani credono che alla seconda venuta di Cristo alla fine dei tempi, tutti coloro che sono morti saranno risuscitati dai morti per il Giudizio Universale, quando Gesù stabilirà il Regno di Dio. C'è anche la credenza della Riconciliazione Universale. Questa è la credenza che tutte le persone un giorno saranno salvate, e che l'inferno non è per sempre. I cristiani che credono in questa visione sono conosciuti come Universalisti.

I cristiani hanno modi diversi di parlare dello scopo della venuta di Gesù:

  • per imparare il modo migliore di vivere e per seguire il suo esempio
  • pagare il prezzo del peccato nella nostra vita essendo il sacrificio perfetto, senza peccato. (Giovanni 3:16)
  • dire alla gente che i loro errori e i loro peccati saranno perdonati e saranno salvati se crederanno e avranno fede nel Signore Gesù e confesseranno di aver peccato (1 Giovanni 1:9) (Giovanni 3:16) (Efesini 1:7) (Romani 10:9).
  • insegnare alle persone a perdonarsi l'un l'altro e a pentirsi del proprio peccato attraverso la grazia. (Matteo 6:14)
  • per "distruggere l'opera del diavolo" (1 Giovanni 3 contro 8)
  • per aiutare le persone a condividere la sua vita attraverso il dono dello Spirito di Dio.

Culto

Il culto è considerato dalla maggior parte dei cristiani una parte molto importante del cristianesimo lungo tutta la sua storia. Molti teologi cristiani hanno chiamato l'umanità homo adorans, che significa "adorare", e quindi il culto di Dio è al centro di ciò che significa essere umani. Questo significherebbe che, poiché Dio ha creato tutta l'umanità, i cristiani dovrebbero adorare e rendere lode a Dio.

La maggior parte del culto cristiano fa leggere le Scritture, parla delle Scritture da una guida, canta, prega insieme e ha un piccolo tempo per il lavoro della Chiesa. I cristiani possono incontrarsi in edifici speciali, chiamati anche Chiese, o all'aperto, o nelle scuole, o ovunque i cristiani sentano di averne bisogno.

Il servizio di culto principale nelle Chiese cattoliche è la Messa e il servizio di culto principale in molte Chiese ortodosse è chiamato la Divina Liturgia. In entrambe queste Chiese, insieme alle altre parti del culto, l'Eucaristia o Comunione è centrale. Qui un sacerdote con la preghiera chiede a Dio di cambiare una piccola quantità di pane e di vino in quello che i cattolici e gli ortodossi credono sia il vero corpo e il vero sangue di Gesù, ma senza cambiare gli incidenti (aspetto, sapore, colore, ecc.) del pane e del vino. Poi il popolo può riceverne una porzione ciascuno. Molte chiese protestanti hanno servizi di culto simili alla Messa, alcuni ogni settimana, altri qualche volta all'anno. Alcuni protestanti credono che Gesù sia realmente presente alla funzione della Comunione, e alcuni credono che il pane e il vino siano simboli che li aiutano a ricordare ciò che Gesù ha fatto

La Chiesa cattolica ha sviluppato una breve cerimonia, la benedizione eucaristica, per adorare Gesù presente nell'Eucaristia. Possono anche visitare un edificio della Chiesa per pregare alla presenza dell'Eucaristia, l'adorazione eucaristica.

La spiritualità della Chiesa ortodossa e cattolica dà importanza all'uso dei sensi umani, come la vista, e all'uso delle cose belle. La spiritualità cattolica spesso implica l'uso di statue e altre rappresentazioni artistiche, candele, incenso e altri oggetti fisici come promemoria o aiuto alla preghiera. Anche le Chiese ortodosse usano candele, incenso, campane e icone, ma non statue. Anche il culto ortodosso e cattolico fa uso di movimenti, come il Segno della Croce, fatti da ogni persona che tocca prima la fronte, poi il petto, una spalla, poi l'altra spalla. C'è anche l'inchino, l'inginocchiamento e la prostrazione nel culto cattolico e ortodosso.

Sacramenti

Nella credenza e nella pratica cattolica, un sacramento è un simbolo religioso o spesso un rito che mostra la grazia divina, la benedizione o la santità per il cristiano che lo riceve. Esempi di sacramenti sono il Battesimo e la Messa". La parola è tratta dal latino sacramentum, che è stato usato per tradurre la parola greca per il mistero.

I due sacramenti più usati regolarmente sono il Battesimo e l'Eucaristia (comunione). La maggior parte dei cattolici usa sette sacramenti: Il Battesimo, l'immersione rituale di un candidato per accoglierlo nella chiesa; la Cresima, il suggellamento dell'Alleanza; l'Eucaristia, un rituale in cui si consumano il pane consacrato (dischi di pane azzimo e tostato) e il vino che rappresenta il corpo e il sangue di Gesù; l'Ordine Sacro, la Riconciliazione di un penitente (confessione), l'Unzione degli infermi e il Matrimonio. Alcune denominazioni cristiane preferiscono chiamarle ordinanze. Questi sono gli Ordini da Cristo a tutti i credenti che si trovano nel Nuovo Testamento.

Calendario liturgico

Cattolici romani, anglicani, cristiani orientali e gruppi tradizionali protestanti concentrano il loro culto intorno a un calendario liturgico. Alcuni eventi che fanno parte di questo calendario sono i "giorni santi", come le solennità che onorano un evento della vita di Gesù o dei santi, i tempi di digiuno come la Quaresima, e altri eventi, come la memoria. I gruppi cristiani che non seguono una tradizione liturgica tengono spesso alcune celebrazioni, come il Natale, la Pasqua e la Pentecoste. Alcune chiese non usano un calendario liturgico.

Simboli

Questi sono alcuni simboli che alcune denominazioni o singole chiese possono utilizzare:

  • Alfa e Omega - Le lettere greche Alfa e Omega sono la prima e l'ultima lettera dell'alfabeto greco. Alfa e Omega è un riferimento a Dio, che si definisce "Alfa e Omega" (la prima e l'ultima lettera dell'alfabeto greco) nel Libro dell'Apocalisse.
  • Chi - La lettera greca Chi è la prima lettera di "Cristo" (in greco: Χριστός "Christos").
  • Chi Rho - Le lettere greche Chi e Rho sono le prime due lettere di 'Cristo' in greco: Christos. Di solito, il lungo stelo di Rho (ρ) corre su e giù attraverso la croce del Chi (χ).
  • Croce cristiana - La croce è il simbolo più comune del cristianesimo. I cristiani credono che il loro salvatore Gesù Cristo fu crocifisso dai Romani. La croce è importante perché Gesù è morto come sacrificio per i peccati dei credenti. Rappresenta l'amore di Dio per l'umanità.
  • Crocifisso - Il crocifisso è una croce con il corpo di Gesù ancora appeso. È un simbolo più popolare tra i cattolici e gli ortodossi orientali. Ha lo stesso significato della croce.
  • Colomba - La colomba è un uccello e un simbolo dello Spirito Santo. Quando Gesù fu battezzato, lo Spirito Santo venne a lui sotto forma di colomba e si posò su di lui.
  • Ichthys - In greco, la parola ichthys /iktheews/ significa 'pesce', e forma un acronimo, "Ίησοῦς Χριστός, Θεοῦ Υἱός, Σωτήρ", che significa "Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore" in greco.
  • Agnello - Un agnello può essere un simbolo di Gesù stesso, rappresentato come il sacrificio per gli umani.
  • Pastore - Un pastore è anche un simbolo di Gesù stesso e viene utilizzato nella prima arte cristiana. Nella Bibbia, Gesù si definisce il buon pastore che si prende cura delle sue pecore.
  • INRI - INRI è un acronimo in latino "Içsus Nazarēnus, Rēx Iūdaeōrum" che significa "Gesù il Nazareno, Re dei Giudei". Questo è il messaggio che è stato messo in croce come il crimine per il quale veniva punito. I cristiani ora lo usano come simbolo che Gesù è il Messia, o Re di tutti i re.
  • Anelli ad incastro - Tre anelli ad incastro sono un simbolo della Trinità. Ogni anello è un cerchio completo, che rappresenta ogni persona completa della Trinità. Ma ogni anello è bloccato con gli altri due anelli, a dimostrazione che ogni persona divina non può essere separata dalla Trinità.
Monumento che onora il diritto al culto, Washington, D.C.
Monumento che onora il diritto al culto, Washington, D.C.

L'Eucaristia
L'Eucaristia

La croce cristiana è un simbolo del cristianesimo
La croce cristiana è un simbolo del cristianesimo

L'"ittio", o "pesce di Gesù", era usato da alcuni primi cristiani, ed è usato ancora oggi.
L'"ittio", o "pesce di Gesù", era usato da alcuni primi cristiani, ed è usato ancora oggi.

Storia

Il cristianesimo ha avuto una grande storia dai tempi di Gesù e dei suoi apostoli fino ai giorni nostri. Il cristianesimo iniziò nel I secolo d.C. come setta ebraica, ma si diffuse rapidamente in tutto il mondo greco-romano. Anche se in origine fu perseguitato sotto l'Impero Romano, in seguito divenne la religione di stato. Nel Medioevo si diffuse nel Nord Europa e in Russia. Durante l'Era dell'Esplorazione, il Cristianesimo si espanse in tutto il mondo, ed è oggi la religione più grande del mondo.

La religione aveva scismi e dispute teologiche che avevano come risultato dieci rami o raggruppamenti principali: Cattolicesimo, Ortodossia orientale, Chiesa d'Oriente (Nestorianesimo), Ortodossia orientale (Miafisismo), Luteranesimo, Chiese riformate (Calvinismo), Anglicanesimo, Anabattismo, Evangelicalismo - questi ultimi cinque spesso raggruppati ed etichettati come protestanti - e Nontrinitarismo.

Tipi di cristianesimo

I principali rami del cristianesimo

Questa scatola:

·         vedi

·         parlare

·         modifica

Il primitivismo cristiano

Anabattesimo

Protestantesimo

Anglicanesimo

("Via Media")

(rito latino)

Cattolicesimo

(Riti orientali)

Ortodossia orientale

Ortodossia orientale

Chiesa assira

Riforma

(XVI secolo)

Grande Scisma

(XI secolo)

Consiglio di Efeso 431

Consiglio di Calcedonia 451

Il primo cristianesimo

Unione

Le persone che si definiscono cristiane possono mostrare o vivere la loro fede in modi diversi. Possono anche credere in cose diverse. Nella storia i dieci principali gruppi o "denominazioni" del cristianesimo sono stati gli ortodossi (orientali), la Chiesa d'Oriente (nestoriana), gli ortodossi orientali (mifisei), i cattolici, gli anglicani, i luterani, i riformati, gli anabattisti, gli evangelici e le chiese non trinitarie. Queste ultime sei sono spesso raggruppate come protestanti, ma i Nontrinitari sono anche più comunemente raggruppati separatamente. Non tutti i cristiani usano questi titoli. Alcuni credono che il cristianesimo sia più grande e comprende altri. Alcuni credono che il cristianesimo sia più piccolo e non include tutte queste chiese.

Disaccordi

Alcuni di questi gruppi non erano d'accordo su alcuni punti dell'insegnamento cristiano (chiamati "dottrina") o della pratica. La prima scissione avvenne nel V secolo dopo il Concilio ecclesiastico di Efeso. Il Concilio concordò che il nestorianesimo era sbagliato. La Chiesa assira d'Oriente non era d'accordo e si separò dal resto. La discussione riguardava la natura di Gesù. Doveva essere considerato come Dio e umano in un'unica natura combinata, o in due nature separate? La maggior parte dei vescovi, seguendo il Papa (il Vescovo di Roma), rifiutarono di rimanere in comunione con qualsiasi vescovo che non avrebbe detto "due nature separate". Di questo si è discusso anche al Concilio di Calcedonia, circa 20 anni dopo. I cristiani che non erano d'accordo con la decisione del Concilio di scomunicarli, divennero ortodossi non Calcedoniani. Le Chiese non calcedoniane più grandi sono quelle copte ortodosse in Egitto, quelle ortodosse etiopi, quelle armene e alcune chiese ortodosse libanesi. In generale, queste chiese sono conosciute come Chiese Ortodosse Orientali. Le recenti discussioni tra il Papa cattolico romano Giovanni Paolo II e il Papa copto ortodosso Shenouda III hanno concluso che, dopo tutto, credono molte delle stesse cose, anche se la Chiesa copta non riconosce il Papa di Roma come suo leader.

La terza scissione avvenne nell'XI secolo. Si chiama il Grande Scisma. Si basava per lo più sul credo tradotto in modo errato dal greco in latino. I disaccordi furono aggravati dal fatto che le due culture spesso non si capivano l'una con l'altra. Inoltre, molti crociati dell'Europa occidentale si comportarono male. I cristiani dell'Europa occidentale erano guidati dal vescovo di Roma, noto anche come il Papa. Essi sono chiamati Chiesa cattolica. La maggior parte dei cristiani dell'Europa orientale, della Russia, del Medio Oriente e dell'Asia meridionale e dell'Africa nord-orientale appartengono al cristianesimo ortodosso, nestoriano e mifisita, guidati dai vescovi di altre città o aree.

Nel XV secolo l'invenzione della macchina da stampa ha reso più facile la lettura e lo studio della Bibbia per un maggior numero di persone. Questo portò molti pensatori nel corso degli anni a ritornare alle idee bibliche e a staccarsi dalla Chiesa cattolica. Iniziarono la Riforma protestante. I leader protestanti più importanti erano Jan Hus, Martin Lutero e John Calvino. In seguito alcuni di questi gruppi non erano d'accordo tra loro, così che queste confessioni si divisero di nuovo in gruppi più piccoli. Le più grandi denominazioni protestanti oggi sono all'interno del cristianesimo evangelico, luterano e riformato. In Inghilterra, una protesta simile contro il Papa, prima politico e poi religioso, ha portato alla Chiesa d'Inghilterra che ha vescovi e si definisce ufficialmente cattolica riformata, ma spesso viene chiamata protestante. La comunione anglicana delle chiese comprende diverse chiese chiamate "Episcopaliane" o "Episcopaliane" perché hanno dei vescovi. Alcune chiese anglicane hanno uno stile di culto che è più vicino alle funzioni protestanti, altre invece si dedicano al culto più simile a quello dei cattolici, ma nessuna di esse accetta il Papa, o è da lui accettata. Gli anabattisti sono nati anche da disaccordi con i protestanti luterani e riformati durante quella che viene spesso chiamata la Riforma radicale. Le chiese evangeliche sono nate in reazione a ciò che considerano una necessità di riforma all'interno del protestantesimo tradizionale. Questo può essere visto nell'ascesa di movimenti anticonformisti contro la chiesa anglicana in Gran Bretagna e durante i movimenti revivalisti, in particolare nei diversi Grandi Risveglii in Gran Bretagna e in Nord America. Le denominazioni che sono sorte o sono sorte come risultato di questi movimenti evangelici di riforma, rinnovamento e rinascita includono quaccheri, battisti, moravi, metodisti, il movimento della Restaurazione (Stone-Campbell), avventisti, il movimento della Santità, pentecostali, il movimento fondamentalista, il movimento carismatico, il giudaismo messianico, tra gli altri, tra cui molte chiese indipendenti e non confessionali. In generale, alcune denominazioni protestanti, soprattutto nell'ambito dell'Anabattismo e dell'Evangelicalismo, si differenziano dalle chiese cattolica, ortodossa, nestoriana e mifisita per aver rinunciato ad alcuni dei sacramenti tradizionali, per non aver ordinato il sacerdozio e per non avere la stessa predilezione per Maria, la madre di Gesù, che hanno le chiese cattolica e orientale.

  • I gruppi hanno idee diverse sulla natura di Dio.
  • I gruppi hanno idee diverse sulla natura e l'opera dello Spirito Santo nella vita del credente.
  • Il papa è il leader di tutti i cattolici. Altre chiese hanno leader simili al papa. Per esempio, nella Chiesa ortodossa orientale, questi si chiamano patriarchi. Ancora altri gruppi lasciano che ogni chiesa decida le cose.
  • Alcuni cristiani dicono che le donne non possono diventare sacerdoti o pastori.
  • Alcuni cristiani dicono che le persone sposate non possono diventare sacerdoti.
  • Alcuni cristiani dicono che i sacerdoti possono perdonare i peccati perdonando il perdono di Dio, altri dicono che solo Dio può farlo.
  • In tempi moderni, l'ascesa dell'ateismo e le sfide scientifiche alla tradizionale storia cristiana della creazione hanno fatto sì che alcuni credessero nel "Creazionismo della giovane terra", o in un'interpretazione letterale dei primi capitoli della Bibbia, e altri sostenessero che quelle parti della Bibbia non sono letteralmente vere, ma più simili alla poesia.
  • La maggior parte dei cristiani adorano la domenica, ma alcuni credono che il sabato sia il vero "Sabbath" e che debba essere rispettato.
  • Alcuni cristiani credono che il battesimo debba significare andare a fondo sott'acqua, altri mettono un po' d'acqua in testa.
  • Alcuni gruppi cristiani battezzano i bambini, mentre i battisti battezzano solo le persone che hanno scelto di seguire Gesù.
Set di immagini per alcuni famosi cristiani di vari settori
Set di immagini per alcuni famosi cristiani di vari settori

Demografia

Con un numero stimato di cristiani che si aggira intorno ai 2,2 miliardi, suddivisi in circa 34.000 diverse confessioni, il cristianesimo è la religione più grande del mondo. La quota cristiana della popolazione mondiale si aggira intorno al 33% negli ultimi cento anni. Questo ha fatto sì che il cristianesimo si sia diffuso in tutto il mondo, soprattutto in Europa e in Nord America. È ancora la religione principale in Europa, nelle Americhe, nelle Filippine e nell'Africa meridionale. Tuttavia sta diventando sempre più piccolo in alcune aree, alcune di esse sono: Oceania (Australia e Nuova Zelanda), Nord Europa (con Gran Bretagna, Scandinavia e altre località), Francia, Germania, le province canadesi dell'Ontario, British Columbia, e Quebec, le parti occidentali e settentrionali degli Stati Uniti, e parti dell'Asia (specialmente il Medio Oriente, la Corea del Sud, Taiwan e Macao).

Nella maggior parte dei Paesi del mondo sviluppato, il numero di persone che vanno in chiesa e si dichiarano cristiani è diminuito negli ultimi decenni. Alcuni ritengono che ciò sia dovuto al fatto che molti non usano più l'iscrizione regolare in luoghi, per esempio le chiese, mentre altri credono che sia dovuto al fatto che la gente potrebbe pensare che la religione non sia più importante.

Ecumenismo

La maggior parte delle chiese ha dimostrato per lungo tempo di voler essere tollerante con altri sistemi di credenza, e nel XX secolo l'ecumenismo cristiano (l'unione di cristiani di diversa provenienza), è progredito in due modi. Un modo è stata una maggiore cooperazione tra gruppi, come la Conferenza missionaria dei protestanti di Edimburgo nel 1910, la Commissione per la giustizia, la pace e la creazione del Consiglio mondiale delle chiese iniziata nel 1948 dalle chiese protestanti e ortodosse, e consigli nazionali simili, per esempio il Consiglio nazionale delle chiese in Australia con i cattolici romani.

L'altro modo è stato quello di creare unioni per le diverse chiese per unirsi. Le chiese congregazionaliste, metodiste e presbiteriane si unirono nel 1925 per formare la Chiesa Unita del Canada e nel 1977 per formare la Chiesa Unitaria in Australia. La Chiesa dell'India del Sud fu formata nel 1947 dall'unione di chiese anglicane, metodiste, congregazionaliste, presbiteriane e riformate. E altre formazioni di questo tipo sono state fatte da diversi gruppi cristiani nel corso degli anni.

Pagine correlate


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3