Bielorussia

La Bielorussia (ufficialmente chiamata Repubblica di Bielorussia) è un paese dell'Europa orientale. Vi vivono circa nove milioni di persone. La sua capitale è Minsk. Fino al 1991 faceva parte dell'Unione Sovietica. Il presidente della Bielorussia è Alexander Lukashenko dal 1994. Confina con la Russia, l'Ucraina, la Polonia, la Lituania e la Lettonia. Oltre il quaranta per cento dei suoi 207.600 chilometri quadrati (80.200 chilometri quadrati) è coperto da boschi.

Lo Stato è membro dell'ONU, della CSI, dell'Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva, della Comunità Economica Eurasiatica, dello Stato dell'Unione di Russia e Bielorussia (dal 2 aprile 1997), nonché membro di altre organizzazioni internazionali.

Fino al XX secolo, le terre della Bielorussia moderna appartenevano a diversi paesi. Tra questi il Principato di Polotsk, il Granducato di Lituania, il Commonwealth polacco-lituano e l'Impero russo. Dopo la rivoluzione russa, la Bielorussia è diventata parte dell'Unione Sovietica. Fu ribattezzata Repubblica Socialista Sovietica Sovietica Bielorussa (BSSR). I confini della Bielorussia hanno preso la loro forma moderna nel 1939. Alcune terre della Seconda Repubblica Polacca vi furono aggiunte dopo l'invasione sovietica della Polonia. La nazione e il suo territorio furono devastate durante la Seconda Guerra Mondiale. La Bielorussia perse circa un terzo della sua popolazione e più della metà delle sue risorse economiche. Nel 1945 la SSR bielorussa divenne membro fondatore delle Nazioni Unite, insieme all'Unione Sovietica e all'SSR ucraina.

Il 27 luglio 1990 il parlamento della repubblica ha dichiarato la sovranità della Bielorussia. Durante lo scioglimento dell'Unione Sovietica, la Bielorussia divenne indipendente il 25 agosto 1991.

Oltre il 70% della popolazione bielorussa di 9,49 milioni di abitanti vive nelle aree urbane. Più dell'80% della popolazione è di etnia bielorussa. La maggior parte del resto sono russi, polacchi e ucraini. Il Paese ha due lingue ufficiali: bielorusso e russo. La religione principale del Paese è il cristianesimo ortodosso russo. La seconda più popolare, il cattolicesimo romano, ha un seguito molto più piccolo.

Storia

Prima della Prima Guerra Mondiale

Nella regione sono stati trovati sia resti di Homo erectus che di Neanderthal. Dal 5.000 al 2.000 a.C., le culture di Bandkeramik hanno vissuto qui. I Cimmeriani erano presenti nella zona dal 1000 a.C. Nel 500 a.C. gli Slavi si trasferirono qui. Gli Unni e gli Avari arrivarono intorno al 400-600 a.C. Non erano in grado di spostare gli Slavi.

La regione che oggi è la Bielorussia fu abitata per la prima volta da tribù slave nel VI secolo. Essi entrarono in contatto con i Varangi, che erano bande di guerrieri e commercianti scandinavi. Essi formarono la "Rus' di Kiev" nell'862.

Quando il sovrano della Rus' di Kiev, Yaroslav I il Saggio, morì, lo Stato si divise. In seguito alcuni furono aggiunti al Granducato di Lituania. La Lituania si unì alla Polonia. L'unione terminò nel 1795. La terra di Bielorussia passò all'Impero russo. La terra rimase con la Russia fino a quando non andò all'Impero tedesco durante la prima guerra mondiale.

Dall'indipendenza iniziale

La Bielorussia ha detto di essere libera dalla Germania il 25 marzo 1918. Hanno formato la Repubblica Popolare Bielorussa. Poi iniziò la guerra tra Polonia e Unione Sovietica. Una parte della Bielorussia sotto il dominio russo divenne la Repubblica Socialista Sovietica Sovietica Bielorussa nel 1919. Poi si aggiunse alla Repubblica socialista sovietica sovietica lituano-belorussa. Altre terre furono divise tra la Polonia e l'Unione Sovietica dopo la fine della guerra nel 1921. La SSR bielorussa divenne membro fondatore dell'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche Sovietiche nel 1922. La parte occidentale della Bielorussia moderna rimase parte della Polonia.

Nel 1939 la Germania nazista e l'Unione Sovietica invasero la Polonia. Questo fu l'inizio della seconda guerra mondiale. Alla Repubblica Socialista Sovietica Sovietica Bielorussa furono aggiunte parti della Polonia. Ora sono la Bielorussia occidentale.

La Germania nazista invase l'Unione Sovietica nel 1941. La BSSR fu la repubblica sovietica più duramente colpita nella seconda guerra mondiale. In quel periodo la Germania distrusse 209 delle 290 città della repubblica, l'85% dell'industria della repubblica e più di un milione di edifici. Le vittime sono state tra i due e i tre milioni. La popolazione della Bielorussia non è tornata al livello precedente la guerra fino al 1971.

Joseph Stalin voleva che la SSR bielorussa fosse più russa. I russi furono inviati da altre parti dell'Unione Sovietica per far parte del governo. L'uso della lingua bielorussa era limitato. Dopo la morte di Stalin nel 1953, Nikita Krusciov continuò il piano.

Nel 1986, la SSR bielorussa ha subito una ricaduta nucleare a causa dell'esplosione della centrale di Chernobyl nella vicina SSR ucraina.

La Bielorussia ha detto che era libera il 27 luglio 1990. Con l'appoggio del Partito comunista, il 25 agosto 1991 il nome del paese è stato cambiato in Repubblica di Bielorussia.

Geografia

La Bielorussia è senza sbocco sul mare e per lo più piatta. Ha un sacco di terra paludosa. In Bielorussia ci sono molti ruscelli e 11.000 laghi. Tre grandi fiumi attraversano il paese: il Neman, il Pripyat e il Dnieper.

Il punto più alto è Dzyarzhynskaya Hara a 345 metri. La Bielorussia ha un clima continentale umido emiboreale (Dfb nella classificazione climatica di Koeppen).

Le risorse naturali comprendono depositi di torba, piccole quantità di petrolio e gas naturale, granito, dolomia (calcare), marna, gesso, sabbia, ghiaia e argilla. Circa il 70% delle radiazioni provenienti dal disastro nucleare di Chernobyl, avvenuto nel 1986 a Chernobyl, è entrato in territorio bielorusso. I terreni agricoli continuano ad essere colpiti dalle radiazioni.

Lago di Strusta nella provincia di Vitebsk
Lago di Strusta nella provincia di Vitebsk

Politica

La Bielorussia è una repubblica presidenziale. È governata da un presidente e dall'Assemblea nazionale.

Diritti umani

Lukashenko si è descritto come uno "stile di governo autoritario". I Paesi occidentali hanno descritto la Bielorussia sotto Lukashenko come una dittatura. Il Consiglio d'Europa ha bloccato l'adesione della Bielorussia dal 1997 per un voto antidemocratico.

Militare

Le Forze Armate della Bielorussia hanno tre rami: l'Esercito, l'Aeronautica Militare e il personale congiunto del Ministero della Difesa. Il tenente generale Yuri Zhadobin è a capo del Ministero della Difesa. Alexander Lukashenko (come presidente) è il comandante in capo.

Divisioni

La Bielorussia è divisa in sei regioni. Esse prendono il nome dalle città che sono i loro centri amministrativi.

Regioni (con centri amministrativi):

  1. Regione di Brest (Brest)
  2. Regione di Gomel (Gomel)
  3. Regione di Grodno (Grodno)
  4. Regione di Mogilev (Mogilev)
  5. Regione di Minsk (Minsk)
  6. Regione di Vitebsk (Vitebsk)

Distretto amministrativo speciale:

  1. Minsk Città
Regioni della Bielorussia
Regioni della Bielorussia

Economia

La maggior parte dell'economia bielorussa è controllata dallo Stato. È stata descritta come "stile sovietico". Il paese si affida alla Russia per alcune importazioni, compreso il petrolio. Dal 1994, le principali esportazioni bielorusse comprendono macchinari pesanti (specialmente trattori), prodotti agricoli e prodotti energetici.

Demografia

Secondo il censimento del 2009, la popolazione è di 9.503.807 abitanti. I bielorussi etnici sono l'83,7% della popolazione totale della Bielorussia. I gruppi etnici più numerosi sono i seguenti: Russi (8,3%), polacchi (3,1%) e ucraini (1,7%). Minsk, la capitale della nazione e la città più grande, ospita 1.836.808 residenti a partire dal 2009. Gomel, con 481.000 abitanti, è la seconda città più grande ed è la capitale dell'Homiel Voblast. Altre grandi città sono Mogilev (365.100), Vitebsk (342.400), Hrodna (314.800) e Brest (298.300). Per altre località in Bielorussia vedi Elenco degli insediamenti in Bielorussia.

Cultura

Letteratura

La letteratura bielorussa è iniziata con le scritture religiose dell'XI-XIII secolo. Nel XVI secolo, il polaccaro Francysk Skaryna, residente a Polotsk, tradusse la Bibbia in bielorusso. L'era moderna della letteratura bielorussa iniziò alla fine del XIX secolo. Uno scrittore importante fu Yanka Kupala. Diversi poeti e autori andarono in esilio dopo l'occupazione nazista della Bielorussia. Non sarebbero tornati fino agli anni '60. L'ultima grande rinascita della letteratura bielorussa risale agli anni Sessanta con i romanzi pubblicati da Vasil Bykaŭ e Uladzimir Karatkievich.

Musica

Nel XIX secolo il compositore polacco Stanisław Moniuszko ha realizzato opere e brani di musica da camera durante la sua permanenza a Minsk. Alla fine del XIX secolo, le principali città bielorusse formarono le proprie compagnie di opera e balletto.

Il Teatro Accademico Nazionale di Balletto, a Minsk, è stato insignito del Premio Benois de la Dance nel 1996 come prima compagnia di balletto al mondo. La musica rock è diventata più popolare negli ultimi anni, anche se il governo bielorusso ha cercato di limitare la quantità di musica straniera in onda alla radio. Dal 2004, la Bielorussia ha inviato artisti al concorso Eurovision Song Contest.

Vestito

L'abito tradizionale bielorusso è del periodo della Rus' di Kiev. A causa del clima fresco, i vestiti erano fatti per mantenere il calore corporeo e di solito erano fatti di lino o lana.

Cucina

La cucina bielorussa è composta principalmente da verdure, carne (soprattutto maiale) e pane. I cibi sono di solito o cotti lentamente o stufati. Un tipico bielorusso mangia una colazione leggera e due pasti abbondanti, con la cena che è il pasto più abbondante della giornata. In Bielorussia si mangia pane di frumento e segale. La segale è più abbondante perché le condizioni sono troppo dure per la coltivazione del grano. Per mostrare ospitalità, un padrone di casa offre un'offerta di pane e sale quando saluta un ospite o un visitatore. Le bevande più popolari in Bielorussia sono la vodka di frumento russa e il kvass, il kvass è una bevanda a base di pane marrone fermentato al malto o di farina di segale. Il kvass può anche essere aggiunto con verdure a fette per creare una zuppa fredda chiamata okroshka.

Siti Patrimonio dell'Umanità

La Bielorussia ha quattro siti patrimonio dell'umanità: il complesso del castello di Mir, il castello di Nesvizh, il Belovezhskaya Pushcha (condiviso con la Polonia) e l'Arco geodetico di Struve (condiviso con altri nove paesi).


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3