Wenedyk

Wenedyk (in inglese: Venedic) è una lingua inventata. Jan van Steenbergen, linguista e traduttore dai Paesi Bassi, l'ha fatta nel 2002. L'idea alla base è questa: cosa sarebbe successo se la lingua polacca si fosse sviluppata dal latino invece che dal vecchio slavo? Wenedyk è una possibile risposta a questa domanda. È una lingua romanza, quindi quasi tutte le parole sono una famiglia di parole in francese, italiano, rumeno e così via. Ma hanno un aspetto molto diverso e assomigliano molto di più al polacco. Le regole per l'ortografia e la pronuncia sono completamente basate sul polacco. Altre parti della lingua, come la grammatica e la struttura delle frasi, sono un misto di polacco e romancio.

Insieme ad altre lingue inventate come il Brithenig (che fa la stessa cosa con il gallese), Wenedyk fa parte del gruppo delle cosiddette "lingue alternative", lingue che avrebbero potuto esistere se la storia fosse stata diversa. Con il Brithenig, è l'esempio più noto di questo tipo di lingue. Wenedyk è diventato noto in Polonia dopo che è stato scritto su Internet e nel mensile Wiedza i Życie ("Conoscenza e vita").

Wenedyk è usato nell'Ill Bethisad, un mondo inventato in cui l'Impero Romano era più forte che nella storia reale. È la lingua più importante della Repubblica delle Due Corone, un paese simile al Commonwealth polacco-lituano, ma non diviso da partizioni come lo era la Polonia.

Ortografia e pronuncia

Wenedyk usa le stesse lettere del polacco:

A Ą B C Ć D E Ę F G H I J K L Ł M N Ń O Ó P R S Ś T U W Y Z Ź Ż

Inoltre, ci sono sette suoni scritti da due lettere:

Ch Cz Dz Dz Dź Dż Rz Sz

Wenedyk si pronuncia proprio come il polacco. Lo stress cade quasi sempre sulla penultima sillaba. Una preposizione e un pronome sono trattati come una sola parola, quindi quando il pronome ha una sola sillaba, la preposizione è stressata.

Grammatica

Wenedyk non ha articoli, parole come "a" e "il". Questa è una differenza importante con le altre lingue romanze e anche con lingue inventate come l'esperanto e l'ido. Il motivo è che il polacco e la maggior parte delle altre lingue slave non hanno queste parole, e anche nel latino volgare non erano ancora così forti.

Le parole in Wenedyk possono avere molte forme. Le parole inglesi ne hanno poche (cat, cat's, cats; work, working, works, works, worked), ma a Wenedyk esistono molte forme in cui l'inglese avrebbe usato altre parole, come preposizioni o verbi modali. Nel caso di sostantivi, pronomi e aggettivi queste forme sono chiamate "casi". Wenedyk ha tre casi:

  • il caso diretto: utilizzato sia per il soggetto che per l'oggetto diretto di una frase. Nella frase: Miej poterz leże libier "Mio padre legge un libro", Miej poterz "mio padre" e libier "un libro" sono entrambi nel caso diretto.
  • il genitivo: usato quando l'inglese usa 's o di, per esempio: siedź potrze "la sedia di mio padre", rzejna Anglie "la regina d'Inghilterra".
  • il dativo: usato quando l'inglese usa (o può usare) per, ad esempio: Da mi ił libier "Dammi quel libro", Da mi łu "Dammelo".

Wenedyk ha anche un vocativo (usato per chiamare qualcuno). Spesso ha la stessa forma del caso diretto, ma non sempre: O potrze! "O padre!

Ci sono tre generi e quattro declinazioni (diversi modi di fare le forme). Sono molto simili alle declinazioni in latino:

  • la prima declinazione sono tutte parole su -a, quasi tutte femminili;
  • la seconda declinazione sono per lo più parole maschili e neutre che terminano con una consonante. È un misto di seconda e quarta declinazione in latino;
  • la terza declinazione sono per lo più parole femminili che terminano con una consonante morbida;
  • la quarta declinazione sono parole su -ej, corrisponde alla quinta declinazione latina.

Ecco un grafico dei pronomi (parole come Io, tu, noi, loro e così via) di Wenedyk:

Pronomi

singolare (uno)

plurale (più di uno)

 

prima

secondo

terzo

prima

secondo

terzo

 

uomini

donne

cose

uomini

donne

cose

 

Italiano


Imemineto
me

tu (vecchio), tu (moderno), tu (moderno),
giovane, tu (moderno),
a te, a te, a te

hehimhisto
lui

le spalle a
lei

itititsto
it

visita a
noi

vieni a
trovarti

Loro
li hanno fermati

 

Wenedyk

jomiemiejmi

tycieciejci

iłłułuli

łałąlejlej

łułułułuli

nunosznosznosznów

wuwoszwoszwów

liloszłórlew

lełaszłarlew

lelełórlew

 

Anche i verbi hanno molte forme. Ogni pronome ha la sua forma:

jemu - Io amo

jemasz - tu ami

jema - lui/lei ama

jemamy - noi amiamo

jemacie - che ami

jemą - amano

La maggior parte dei tempi hanno forme speciali:

jemar - amare

jemu - Io amo, sono amorevole

jemawa - Ho amato

jemie - Ho amato

joru jemar - Io amerò, sarò amorevole

jemaru - avrò amato

jemarsi - Mi sarebbe piaciuto, mi sarebbe piaciuto

jem - amore!

jemęć - amorevole

jematy - amato

Elenco delle parole

La lista delle parole di Wenedyk, resa pubblica su Internet, ha più di 4000 parole. Questo grafico di 30 parole mostra l'aspetto di Wenedyk rispetto alle altre lingue romanze:

Dieci lingue romanze a confronto

Italiano

Latino

Portoghese

Spagnolo

Francese

Italiano

Rhaeto-Romance

Rumeno

Brithenig

Wenedyk

braccio

brachio

braço

brazo

reggiseni

braccio

bratsch

braţ

breich

brocz

nero

nĭger

negro

negro

noir

nero

nair

negru

nîr

niegry

città, città

cīvĭtas

cidade

ciudad

cité

città

cittadella

oraş

ciwdad

czytać

morte

mŏrs

morte

muerte

malta

morte

malta

moarte

morth

mroć

cane

canis

cão

perro

chien

canna

chaun

cîine

può

kań

orecchio

auris

orelha

oreja

oreille

orecchio

ureglia

ureche

origl

urzykła

uovo

ovulo

ovo

huevo

œuf

uovo

ov

ou

ew

ów

occhio

ŏcŭlus

olho

ojo

œil

occhio

egl

ochi

ogl

okieł

padre

pater

pai

padre

père

padre

bab

tată

padr

poterz

incendio

ignis, fŏcus

fogo

fuego

feu

fuoco

fieu

focus

nebbia

fok

pesce

pĭscis

peixe

pez, pescado

Poisson

pesce

pesch

peşte

pisc

pieszcz

piede

pĕs

torta

piedistallo

piede

pe

picior

pedd

piedź

amico

amīcus

amigo

amigo

ami

amico

ami

prieten, amic

efig

omik

verde

vĭrĭdis

verde

verde

vert

verde

verd

verde

gwirdd

wierdzi

cavallo

ĕquus, cabăllus

cavalo

caballo

cheval

cavallo

chaval

cal

cafall

kawał

I

ĕgo

eu

yo

je

io

jau

eu

eo

jo

isola

īnsŭla

ilha

isla

île

isola

insla

insulă

ysl

izła

lingua, lingua

lĭngua

língua

lengua

langue

lingua

linguatg, lieunga

limbă

llinghedig, llingw

lęgwa

vita

vīta

vida

vida

vedi

vita

vita

viaţă

gwid

wita

latte

lac

leite

leche

lait

latte

latg

lapte

llaeth

łoc

nome

nōmen

nome

nombre

nom

nome

num

nume

nôn

numię

notte

nŏx

noite

noche

nuit

notte

notg

noapte

noeth

noc

vecchio

vĕtus

velho

viejo

vieux

vecchio

vegl

vechi

gwegl

wiekły

scuola

schŏla

escola

escuela

école

scuola

scola

şcoală

yscol

szkoła

cielo

caelum

céu

cielo

ciel

cielo

tschiel

cer

cel

czał

stella

stēlla

estrela

estrella

étoile

stella

staila

stea

ystuil

ścioła

dente

dĕns

dente

diente

ammaccatura

dente

ammaccatura

dinte

ammaccatura

dzięć

voce

vōx

voz

voz

voix

voce

vusch

voce

gwg

wucz

acqua

aqua

água

agua

eau

acqua

aua

apă

ag

jekwa

vento

vĕntus

vento

viento

Sfogo

vento

Sfogo

vînt

gwent

więt

Campioni

Il Padre Nostro:

Potrze nostry, kwały yesz en czałór, sciewkaty si twej numię.

Ove la tua gola.

Foca si twa turn on, commode en czału szyk e sur cierze.

Da nów odej odej nostry pań kocidzany.

I dziemieć nów nostrze dziewta, komód i nu dziemiećmy swór dziewtorzór.

E non finire per tagliarti.

Nąk twie są rzeń i pocieść i głurza, o siąprz. Amen.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3