Winston Churchill

Sir Winston Leonard Leonard Spencer-Churchill KG OM CH TD FRS PC (30 novembre 1874 - 24 gennaio 1965) era un politico inglese. È stato Primo Ministro del Regno Unito due volte, una volta durante la Seconda Guerra Mondiale, e di nuovo nei primi anni Cinquanta.

Churchill è l'unica persona ad essere stata membro del governo britannico durante entrambe le guerre mondiali e l'ultima persona comune (non reale) a cui è stato concesso un funerale di Stato. È stato anche un soldato, giornalista e autore. Ha vinto il premio Nobel per la letteratura nel 1953.

Churchill è apparso in due sondaggi dei media. È stato classificato come il più grande primo ministro britannico del ventesimo secolo da 20 importanti storici, politici e commentatori. A loro è stato chiesto da The Westminster Hour di BBC Radio 4 di classificare i 19 primi ministri da Lord Salisbury all'inizio del secolo a John Major negli anni Novanta. In un sondaggio televisivo del 2002 della BBC2, Churchill è stato classificato come il più grande britannico della storia. Sono stati espressi un milione di voti, e il voto è stato fortemente influenzato dalle campagne pubbliche per i vari candidati.

È l'unico Primo Ministro britannico ad aver ricevuto il premio Nobel.

Churchill in uniforme militare nel 1895
Churchill in uniforme militare nel 1895

Un giovane Winston Churchill in un tour di conferenze negli Stati Uniti nel 1900
Un giovane Winston Churchill in un tour di conferenze negli Stati Uniti nel 1900

Vita personale

Winston Churchill nacque il 30 novembre 1874 a Blenheim Palace, nell'Oxfordshire, Inghilterra, la casa dei duchi di Marlborough. Suo padre, Lord Randolph Churchill, era un figlio minore del 7° duca e un importante politico Tory. Sua madre (nata Jenny Jerome) era americana.

Da ragazzo, Churchill andò alla famosa Harrow School. Non ottenne buoni risultati, ma disse che era bravo a combattere.

Si arruolò nell'esercito britannico nel 1893. Nel 1896 fu trasferito a Bombay, in quello che era l'Impero indiano (l'India britannica). Ha combattuto in quello che oggi è il Pakistan. Dopo questo, ha combattuto in una guerra in Sudan, nel 1898 come ufficiale di cavalleria. Nel 1899 andò alla seconda guerra boera in Sudafrica, per fare il giornalista di un giornale. Fu catturato dai boeri, ma riuscì a fuggire.

Nel 1900 divenne un politico del Partito Conservatore, e fu eletto in Parlamento. Nel 1904 cambiò partito e si unì al Partito Liberale, ma poi tornò al Partito Conservatore. Nel 1908 sposò Clementine Hozier e ebbe 5 figli di nome Diana, Randolph, Sarah, Marigold e Mary.

Prima guerra mondiale

Nel 1910 Churchill divenne ministro degli Interni, uno dei membri più importanti del governo. Nel 1911 è stato nominato Primo Signore dell'Ammiragliato, che lo ha messo al comando della Royal Navy. Quando scoppiò la Prima Guerra Mondiale, rimase in quel posto. Organizzò un'invasione a Gallipoli che andò male, e per questo fu costretto a lasciare il governo. Si arruolò nell'esercito e fu mandato a combattere in Francia, anche se era ancora deputato al Parlamento. Nel 1917 fu nominato ministro delle forniture militari (ministro delle munizioni).

Tra le guerre

Dopo la prima guerra mondiale, nel 1919, Churchill fu nominato segretario di Stato per la guerra e segretario di Stato per l'aviazione (aerei). Nel 1920 ordinò il primo bombardamento aereo in Africa, quando bombardò lo Stato di Darwiish (chiamato anche Stato di Daraawiish).

Nel 1921 era responsabile delle colonie come segretario di Stato. Poco dopo, nel 1922, perde alle elezioni. Nel 1924 divenne di nuovo membro del Parlamento, questa volta non come membro di nessun partito. Nel 1925 si ricongiunge al Partito conservatore. Nel 1924 divenne Cancelliere dello Scacchiere (Ministro delle Finanze).

Dopo il 1929, Churchill non era d'accordo su molte cose in cui il partito conservatore credeva. Non gli fu dato alcun lavoro nel governo. Invece scrisse libri. Uno si chiamava Marlborough: la sua vita e i suoi tempi, sul suo famoso antenato John Churchill, primo duca di Marlborough; un altro era Una storia dei popoli di lingua inglese, che fu pubblicato solo dopo la seconda guerra mondiale.

Quando Adolf Hitler salì al potere in Germania, Churchill avvertì che la Gran Bretagna avrebbe dovuto rafforzare il suo esercito e opporsi a Hitler. Tuttavia, pochissimi leader erano d'accordo con lui.

Seconda Guerra Mondiale

All'inizio della seconda guerra mondiale, Churchill fu di nuovo messo al comando della Marina Militare. Nel 1940 la guerra stava andando male per la Gran Bretagna. Il primo ministro Neville Chamberlain si dimette il 10 maggio e Churchill riceve l'incarico. Alcuni pensavano che la Gran Bretagna non potesse vincere la guerra, e che il governo britannico dovesse fare pace con Hitler. Churchill era sicuro che la Gran Bretagna potesse vincere, e promise di continuare la lotta. Fece discorsi famosi che sono ancora oggi ricordati.

Era amico del presidente degli Stati Uniti, Franklin D. Roosevelt. Convinse Roosevelt a fornire forniture alla Gran Bretagna e ad aiutarla. Ha avuto molti incontri con Roosevelt e con Joseph Stalin, il leader dell'Unione Sovietica, dopo che sono entrati in guerra. Erano chiamati i Tre Grandi.

Dopo la guerra

Nel 1945 il suo partito conservatore perse le elezioni e smise di essere Primo Ministro. Tuttavia, nel 1951 divenne di nuovo Primo Ministro, cosa che fu fino al 1955.

Fu nominato cavaliere nel 1953, divenne Sir Winston e vinse anche il premio Nobel per la letteratura.

Nel 1955 si ritirò dalla carica di primo ministro. Nel 1964 si ritirò dal Parlamento.

Nel 1963, il presidente John F. Kennedy lo nominò "Cittadino onorario degli Stati Uniti", ma troppo malato per partecipare a una cerimonia della Casa Bianca, suo figlio e suo nipote accettarono il premio.

Sir Winston morì di ictus a 90 anni, nel 1965. Quando morì, sua moglie Lady Clementine Churchill e altri membri della famiglia erano al suo capezzale.

Il documento di identificazione di Winston Churchill come cittadino onorario degli Stati Uniti, fornito in dono dal presidente John F. Kennedy.
Il documento di identificazione di Winston Churchill come cittadino onorario degli Stati Uniti, fornito in dono dal presidente John F. Kennedy.

Libri

Titolo (Titolo USA) (Anno di pubblicazione)

  • La storia della forza di campo di Malakand (1898)
  • La guerra del fiume (1899): sulla riconquista del Sudan, dopo la rivoluzione dell'autoproclamato Mahdi, Muhammed Ahmed.
  • Savrola (1900; serializzato 1899 e pubblicato USA 1899): un romanzo
  • Da Londra a Ladysmith via Pretoria (1900): la seconda guerra boera e il soccorso di Ladysmith
  • La Marcia di Ian Hamilton (1900): La seconda guerra boera continua
  • Esercito di Brodrick (1903)
  • Lord Randolph Churchill (1906): biografia in due volumi di suo padre
  • Per il libero scambio (1906)
  • Il mio viaggio in Africa (1908)
  • Il liberalismo e il problema sociale (1909)
  • I diritti dei cittadini (1910)
  • La crisi mondiale (1923-1931)
  • La mia prima vita: A Roving Commission (1930): autobiografia
  • India (1931)
  • Pensieri e avventure (in mezzo a queste tempeste) (1932)
  • Marlborough: La sua vita e i suoi tempi (1933-1938): biografia in quattro volumi sul suo più grande predecessore
  • Grandi Contemporanei (1937): brevi biografie
  • Armi e Patto o Mentre l'Inghilterra dorme: un'indagine sugli affari mondiali, 1932-1938 (1938): una chiamata alle armi, un avvertimento su Hitler, un invito al riarmo
  • Passo dopo passo 1936-1939 (1939)
  • Indirizzi Consegnati nell'anno 1940 (1940)
  • Indirizzi di trasmissione (1941)
  • Into Battle (Sudore e lacrime di sangue) (1941)
  • La lotta senza quartiere (1942)
  • La fine dell'inizio (1943)
  • Verso la vittoria (1944)
  • L'alba della liberazione (1945)
  • Vittoria (1946)
  • Discorsi delle sessioni segrete (1946)
  • Discorsi di guerra 1940-1945 (1946)
  • La seconda guerra mondiale (1948-1954): sei volumi (12 in brossura)
  • I tendini della pace (1948)
  • La pittura come passatempo (1948)
  • Europa Unite (1950)
  • Nel bilancio (1951)
  • I discorsi di guerra 1939-1945 (1952)
  • Il controllo della marea (1953)
  • Una storia dei popoli di lingua inglese (1956-1958): quattro volumi
  • L'Alleanza non scritta (1961)

Saggi e racconti

  • "Uomo in mare!" (1899). Stampato per la prima volta su The Harmsworth Magazine, gennaio 1899
  • "Se Lee non avesse vinto la battaglia di Gettysburg" (1930). Pubblicato per la prima volta su Scribner's Magazine, dicembre 1930.

AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3