Václav Havel

Václav Havel (pronuncia ceca: ˈvaːtslaf ˈɦavɛl] ( ascoltare)), 5 ottobre 1936-18 dicembre 2011, era un drammaturgo, saggista, dissidente e politico ceco. È stato il decimo e ultimo presidente della Cecoslovacchia (1989-92). È poi diventato il primo presidente della Repubblica Ceca (1993-2003). Ha scritto più di venti opere teatrali e molte opere di saggistica. Molte di queste sono state tradotte in più lingue.

A partire dagli anni Sessanta, Havel ha scritto soprattutto sulla politica della Cecoslovacchia. Dopo la Primavera di Praga, divenne sempre più attivo contro il governo. Nel 1977 divenne famoso a livello internazionale per il suo lavoro sul manifesto dei diritti umani, la Carta 77. Divenne noto come leader dell'opposizione in Cecoslovacchia. È stato anche mandato in prigione per queste attività. Nel 1989, Havel divenne presidente durante la "Rivoluzione di velluto". Come presidente, ha guidato la Cecoslovacchia e più tardi la Repubblica Ceca verso una democrazia aperta con diversi partiti politici. Il suo Paese è cambiato molto durante i tredici anni in cui è stato presidente. La Repubblica Ceca si separò dalla Slovacchia, anche se Havel era contrario alla separazione. La Repubblica Ceca entrò anche nella NATO e iniziò a negoziare l'adesione all'Unione Europea. Il paese è diventato membro dell'UE nel 2004. È stato uno dei primi a firmare la Dichiarazione di Praga sulla coscienza europea e il comunismo.

La prima vita

Václav Havel è nato a Praga, in Cecoslovacchia, il 5 ottobre 1936. È cresciuto in una nota e ricca famiglia imprenditoriale e intellettuale. La sua famiglia è stata attiva nella cultura e nella politica in Cecoslovacchia dagli anni Venti agli anni Quaranta. Suo padre possedeva una parte del sobborgo di Barrandov. Questa è la parte più alta di Praga. La madre di Havel proveniva da una famiglia molto conosciuta. Suo padre era ambasciatore e giornalista. Havel ha completato la sua formazione richiesta nel 1951. Tuttavia, il governo comunista non gli permise di continuare a studiare formalmente a causa del suo background familiare borghese.

All'inizio degli anni '50, il giovane Havel ha iniziato un apprendistato di quattro anni come assistente di laboratorio chimico. Contemporaneamente frequentava i corsi serali e completava la scuola secondaria nel 1954. Nessuno dei college o delle università con programmi umanistici avrebbe accettato Havel per motivi politici. Così, ha scelto di studiare alla Facoltà di Economia dell'Università Tecnica Ceca di Praga. Dopo due anni ha abbandonato gli studi. Nel 1964 Havel sposò Olga Šplíchalová. Sua madre era contraria al matrimonio.

Presidenza

Havel era già leader del Forum civico e il 29 dicembre 1989 è diventato presidente. Ha lasciato il suo incarico dopo la fine del suo secondo mandato come presidente ceco, il 2 febbraio 2003. Ogni membro dell'Assemblea federale ha votato per farne il presidente. Questo fu un cambiamento sorprendente perché Havel aveva sempre detto di non essere interessato alla politica. Lui e altri dissidenti avevano detto che il cambiamento doveva venire da gruppi di persone direttamente, non dal governo.

La Cecoslovacchia ha avuto libere elezioni nel 1990. Havel ha vinto e ha continuato ad essere presidente. Havel voleva tenere insieme la federazione dei cechi e degli slovacchi durante la dissoluzione della Cecoslovacchia. Ha sostenuto il mantenimento del Paese anche se questo era difficile e c'era molta pressione. Il 3 luglio 1992 il parlamento federale non ha eletto Havel - l'unico candidato - perché i deputati slovacchi non lo sostenevano. Havel si dimise da presidente il 20 luglio dopo che gli slovacchi rilasciarono la loro Dichiarazione d'indipendenza. Si presentò alle elezioni come presidente della nuova Repubblica Ceca nel 1993. Ha vinto ed è diventato presidente di questo nuovo paese separato.

Havel è stato molto popolare nel corso della sua carriera. Tuttavia, alcune delle sue azioni hanno suscitato polemiche e critiche. Uno dei suoi primi atti come presidente fu quello di perdonare molte persone. Voleva ridurre il numero di persone nelle prigioni sovraffollate e liberare le persone che erano state messe in prigione durante l'era comunista, anche se erano innocenti. Non si fidava delle decisioni di un tribunale corrotto del governo precedente. Pensava che i tribunali fossero stati ingiusti nei confronti della maggior parte delle persone in carcere. I critici hanno detto che questa amnistia ha causato più crimini. Nel suo libro di memorie, To the Castle and Back, Havel ha scritto che la maggior parte delle persone che ha rilasciato avevano meno di un anno di tempo per restare in prigione. Le statistiche su questo non sono chiare. []

Havel ha detto che la cosa più importante che ha fatto come presidente è stata la rottura del Patto di Varsavia. La fine di questo gruppo di paesi è stata molto complicata perché l'associazione era una parte profonda di come i paesi lavoravano. Ci sono voluti due anni prima che le truppe sovietiche lasciassero definitivamente la Cecoslovacchia.

Havel era molto importante per cambiare la NATO. Ha contribuito a farla passare da un'alleanza contro il Patto di Varsavia ad un gruppo che comprende ex membri del Patto di Varsavia. Havel ha parlato molto fortemente per l'espansione dell'alleanza militare nell'Europa dell'Est, compresa la Repubblica Ceca.

Václav Havel e Karol Sidon (a sinistra), il suo amico e poi rabbino capo ceco
Václav Havel e Karol Sidon (a sinistra), il suo amico e poi rabbino capo ceco

Bandiera del presidente della Repubblica Ceca
Bandiera del presidente della Repubblica Ceca




Premi

Ha ricevuto molti premi, tra cui:

  • La Medaglia della Libertà di Philadelphia
  • La medaglia della libertà del Premio Quattro Libertà
  • Premio Ambasciatore della Coscienza

Premi di Stato

Paese

Premi

Data

Posto

 Argentina

Ordine del Collare del Liberatore San Martin

09/1996

Buenos Aires

 Austria

Decorazione per la scienza e l'arte

11/2005

Vienna

 Brasile

Ordine della Croce del Sud Gran CollareOrdine
della Gran Croce di
Rio Branco

10/199009/1996

PragaBrasilia

 Canada

Ordine del Canada Compagno Onorario

03/2004

Praga

 Repubblica Ceca

Ordine del Leone Bianco 1° Classe (Divisione Civile) con Collare ChainOrdine
di Tomáš Garrigue Masaryk 1° Classe

10/2003

Praga

 Estonia

Ordine della Croce di Terra Mariana Il Collare della Croce

04/1996

Tallinn

 Francia

Légion d'honneur Grand Cross
Comandante dell'Ordine delle Arti e delle Lettere

03/199002/2001

Parigi

 Germania

Ordine al Merito dellaRepubblica Federale di Germania Classe speciale della Gran Croce

05/2000

Berlino

 Ungheria

Ordine al Merito di Ungheria Gran Croce con Catena

09/2001

Praga

 India

Premio Gandhi per la Pace

08/2003

Delhi

 Italia

Ordine al Merito della Repubblica Italiana Gran Croce con Cordone

04/2002

Roma

 Giordania

Ordine di Hussein ibn' Ali Collar

09/1997

Amman

 Lettonia

Ordine delle Tre Stelle Gran Croce con Collare

08/1999

Praga

 Lituania

Ordine di Vytautas la Grande Croce

09/1999

Praga

 Polonia

Ordine dell'Aquila Bianca

10/1993

Varsavia

 Portogallo

Gran Collare dell'Ordine della Libertà

12/1990

Lisbona

 Repubblica di Cina

Ordine della Stella Brillante con Gran Cordone Speciale

11/2004

Taipei

 Slovacchia

Ordine della doppia croce bianca

01/2003

Bratislava

 Slovenia

La Medaglia d'oro onoraria della libertà

11/1993

Lubiana

 Spagna

Ordine di Isabella la Gran Croce cattolica con collare

07/1995

Praga

 Turchia

Decorazione nazionale della Repubblica di Turchia

10/2000

Ankara

 Ucraina

Ordine di Yaroslav il Saggio

10/2006

Praga

 Regno Unito

Ordine del Cavaliere del Bagno Gran Croce (Divisione Civile)

03/1996

Praga

 USA

Medaglia presidenziale della libertà

07/2003

Washington D.C.

 Uruguay

Medaglia della Repubblica

09/1996

Montevideo

Opere

Raccolte di poesie

  • Čtyři rané básně
  • Záchvěvy I & II, 1954
  • První úpisy, 1955
  • Prostory a časy (poesie), 1956
  • Na okraji jara (cyklus básní), 1956
  • Anticodici, (Antikódy)

Riproduce

  • Motormorfosi 1960
  • Una serata in famiglia, 1960, (Rodinný večer)
  • Il Garden Party (Zahradní slavnost), 1963
  • Il Memorandum, 1965, (Vyrozumění)
  • L'aumento della difficoltà di concentrazione, 1968, (Ztížená možnost soustředění)
  • Farfalla sull'antenna, 1968, (Motýl na anténě)
  • Angelo Custode, 1968, (Strážný anděl)
  • Cospiratori, 1971, (Spiklenci)
  • L'Opera del mendicante, 1975, (Žebrácká opera)
  • Svelamento, 1975, (Vernisáž)
  • Audience, 1975, (Audience) - uno spettacolo teatrale su Vanӗk
  • Hotel di montagna 1976, (Horský hotel)
  • Protesta, 1978, (Protesta) - uno spettacolo teatrale su Vanӗk
  • Mistake, 1983, (Chyba) - uno spettacolo teatrale su Vanӗk
  • Largo desolato 1984, (Largo desolato)
  • Tentazione, 1985, (Pokoušení)
  • Ristrutturazione, 1987, (Asanace)
  • Domani, 1988, (Zítra a spustíme)
  • In partenza (Odcházení), 2007

Libri di saggistica

  • The Power of the Powerless (1985) [Include il saggio titolato del 1978].
  • Vivere nella verità (1986)
  • Lettere a Olga (Dopisy Olze) (1988)
  • Disturbare la pace (1991)
  • Lettere aperte (1991)
  • Meditazioni estive (1992/93)
  • Verso una società civile (Letní přemítání) (1994)
  • L'arte dell'impossibile (1998)
  • Al Castello e ritorno (2007)
Havel con il poeta americano Hedwig Gorski
Havel con il poeta americano Hedwig Gorski

AlegsaOnline.com - 2020 - Licencia CC3