Spagna

La Spagna è un paese dell'Europa meridionale. Si trova nella penisola iberica. La Spagna confina con Francia, Portogallo, Andorra e Marocco. Nel lato nord-est della Spagna ci sono le montagne dei Pirenei.

Il popolo spagnolo si chiama spagnolo. Parlano castigliano o spagnolo (in spagnolo, "Castellano", dalla Castiglia, o "Español" [espa'ɲol]. In alcune parti del Paese parlano altre lingue. Sono catalani, baschi, galiziani, leonesi, aragonesi, aragonesi, aranesi occitani e persino portoghesi. La religione di circa il 56% della popolazione spagnola è cattolica romana.

Dal 1975 la Spagna ha una monarchia costituzionale. Il re di Spagna è Felipe VI; egli fa solo ciò che la costituzione gli permette. Il parlamento si chiama "Las Cortes Generales" e ha due organi: "El Congreso" (Il Congresso) e "El Senado" (Il Senato) ed è scelto dal popolo spagnolo con il voto. Il primo ministro è Pedro Sánchez. Il governo e il palazzo del re sono a Madrid, la capitale della Spagna.

La Spagna ha più di cinquecentomila chilometri quadrati di terreno. È più piccola della Francia, ma è più grande della Germania. In Spagna vivono quasi cinquanta milioni di persone. La Spagna è divisa in 17 comunità autonome (questo significa che possono decidere da soli su alcuni affari). Ogni comunità ha il suo governo.

Storia della Spagna

Storia antica

La gente vive in Spagna fin dall'età della pietra. Più tardi, l'Impero Romano controllò la Spagna per circa cinquecento anni; poi, quando l'Impero Romano si sciolse, gruppi di germanici, tra cui i Visigoti, si trasferirono in Spagna e ne presero il controllo.

Occupazione moresca

Nel 711, gli Omayyadi presero il sopravvento, e più tardi gruppi del Nord Africa, chiamati Mori. All'inizio i Mori dominarono la maggior parte della Spagna, ma la riconquista li costrinse lentamente ad abbandonare il paese nel corso di sette secoli. Chiamarono la terra Al-Andalus. Erano musulmani, e la Spagna musulmana era il punto più occidentale della civiltà islamica. Il califfato di Cordoba cadde a pezzi all'inizio dell'XI secolo e i governanti musulmani a volte si combattevano tra loro quando non combattevano contro i cristiani. La Spagna musulmana era concentrata sull'apprendimento. C'era anche il più grande sistema bibliotecario al di fuori di Baghdad.

Regno di León

Il Regno di León, il più importante del primo Medioevo spagnolo, fu iniziato nel 910. Questo Regno sviluppò il primo parlamento democratico (Cortes de Llión) in Europa nel 1188. Dopo il 1301, León ebbe lo stesso re del Regno di Castiglia in unione personale. I vari regni rimasero territori indipendenti fino al 1833, quando la Spagna fu divisa in regioni e province.

Nel 1492 i cristiani presero l'ultima parte della Spagna che ancora apparteneva ai Mori, Granada. Boabdil, l'ultimo re moro di Granada, si arrese al re Ferdinando II d'Aragona e Isabella I di Castiglia il 2 gennaio 1492. Ferdinando e Isabella governarono allora tutta la Spagna.

Prima di questo, c'erano diversi paesi cristiani in quella che oggi si chiama Spagna. Due di questi paesi, la Castiglia e l'Aragona, si sono uniti quando Ferdinando II d'Aragona sposò la regina Isabelladi Castiglia. Il re governava tanto quanto la regina.

Nello stesso anno, il 1492, mandarono Cristoforo Colombo a navigare attraverso l'Oceano Atlantico. Colombo trovò le isole del Mar dei Caraibi.

Quando altri europei esplorarono, come Hernán Cortés e Francisco Pizarro, scoprirono che c'erano due continenti: il Nord America e il Sud America. I conquistadores spagnoli si impadronirono di gran parte di questi due continenti. Questo impero non fece della Spagna un paese ricco, perché la maggior parte del denaro doveva essere speso in guerre in Italia e altrove. Alcune di queste guerre furono combattute contro altri paesi europei che cercavano di conquistare parti delle Americhe.

Nel frattempo, a casa, i manoscritti musulmani erano stati bruciati o portati in altri Paesi. Anche gli ebrei erano stati espulsi dalla Spagna. Alcuni ebrei erano rimasti, ma dovevano diventare cristiani. Tra le poche cose antiche conservate e rispettate in Spagna c'era la musica: l'armonia e gli strumenti a corda. Gli edifici costruiti dai Mori furono mantenuti, e molti edifici religiosi musulmani (moschee) furono trasformati in chiese. Anche alcuni edifici religiosi ebraici furono trasformati in chiese. Molte parole arabe divennero parte della lingua spagnola.

XVI e XVII secolo

Il nipote di Ferdinando e Isabella era Carlo. Alla morte del nonno ereditò la Castiglia e l'Aragona. Ereditò anche molti territori alla morte dell'altro suo nonno, Massimiliano I d'Austria. Carlo ricevette da Massimiliano lo stato austriaco e i territori della Borgogna. In Spagna fu chiamato Carlo I, ma fu eletto imperatore del Sacro Romano Impero, e fu chiamato Carlo V, Imperatore del Sacro Romano Impero. Questo rese l'impero più grande che mai. Tuttavia, non era un singolo paese, ma un'unione personale di molti paesi indipendenti con un solo re. All'inizio molti spagnoli non volevano Carlo come loro re, così combatterono contro di lui. Tuttavia, lui ha vinto.

A Carlo non piacque la Riforma protestante e si oppose ad essa.

XVIII secolo

Nel XVIII secolo alcune parti di quel grande impero divennero proprie o furono rilevate da nuovi paesi, come gli Stati Uniti d'America.

XIX secolo

La Spagna (e altri paesi europei) fu invasa da Napoleone di Francia. La Gran Bretagna inviò truppe per difendere la penisola, poiché era così debole. La maggior parte dell'Impero spagnolo divenne indipendente nei decenni successivi.

XX secolo

Non c'è stata molta pace in Spagna durante la prima parte del XX secolo. Alcuni spagnoli cercarono di formare un governo scelto dal popolo (una democrazia), e fecero uscire Alfonso XIII dal Paese. Tuttavia, nel 1936, due diversi gruppi di spagnoli entrarono in guerra per decidere se il governo doveva essere una democrazia, nella guerra civile spagnola (anche se quelli dalla parte della Repubblica erano in gran parte socialisti o anarchici), o se prendere ordini da una sola persona. Nel 1939, coloro che volevano la democrazia furono sconfitti, e un dittatore nazionalista di nome Francisco Franco prese il governo.

Francisco Franco morì il 20 novembre 1975. Aveva deciso che la Spagna avrebbe dovuto avere di nuovo una monarchia, e scelse Juan Carlos, il nipote di Juan di Borbone che era stato costretto a lasciare il Paese, per essere re e Adolfo Suárez per diventarne il primo Primo Ministro. Ma il re e Suárez non governarono come dittatori, ma scelsero di istituire una democrazia.

Il 23 febbraio 1981 un gruppo di persone che aveva sostenuto l'ormai defunto generale Franco cercò di prendere il controllo del democratico Parlamento spagnolo con la forza, entrò nell'edificio e sparò in aria. Fu visto in diretta dalla televisione spagnola e si temeva che questo potesse essere l'inizio di un'altra guerra civile. Tuttavia, Juan Carlos I, apparve rapidamente in televisione e trasmise alla nazione che doveva mantenere la calma. I responsabili del tentativo di impadronirsi del Paese sono stati arrestati.

Ora la Spagna è un paese moderno e democratico, e fa affari con molti paesi in tutto il mondo. È l'ottava economia più grande del mondo ed è una parte importante dell'Unione Europea.

21° secolo

Il 2 giugno 2014, Juan Carlos I ha annunciato che avrebbe abdicato in favore di suo figlio, Felipe VI. La data dell'abdicazione e della consegna a Felipe è avvenuta il 19 giugno 2014. Lui e sua moglie hanno conservato i loro titoli.

Signora di Elche fatta dagli iberici
Signora di Elche fatta dagli iberici

All'interno della Mezquita di Cordoba, una moschea musulmana diventata cattedrale cristiana.
All'interno della Mezquita di Cordoba, una moschea musulmana diventata cattedrale cristiana.

Religione

Le antiche religioni in Spagna erano per lo più pagane. Oggi, però, almeno il 68% della Spagna è cattolica romana. La mistica spagnola Teresa d'Ávila è una figura importante all'interno del cattolicesimo. Il 27% degli spagnoli è irreligioso. Il 2% è di altre religioni, tra cui i buddisti baha'i, i giainisti, i musulmani, l'universalismo unitario e lo zoroastrismo.

Geografia della Spagna

Il centro della Spagna è una terra alta, secca e piatta chiamata La Meseta. A La Meseta può essere molto caldo in estate e freddo o molto freddo in inverno. La Spagna ha anche molte catene montuose. Il Monte Teide (Tenerife, Isole Canarie), la montagna più alta della Spagna e le isole dell'Atlantico (è il terzo vulcano più grande del mondo dalla sua base). A nord c'è una catena montuosa chiamata Los Picos de Europa (I Picchi d'Europa). Qui fa molto freddo in inverno con molta neve ma con estati miti e calde.

Nel sud-est del paese si trova una catena montuosa chiamata La Sierra Nevada (Le montagne innevate). Questa catena montuosa contiene la montagna più alta della Spagna continentale, il Mulacen, a 2952 metri. La Sierra Nevada è molto popolare in inverno per gli sport invernali, soprattutto lo sci. La neve rimane sulle sue cime durante tutto l'anno. La costa meridionale, ha un clima caldo e temperato, non molto caldo o molto freddo. Poiché la Spagna si trova nel sud dell'Europa, è molto soleggiata. Molte persone provenienti dal Nord Europa fanno le loro vacanze in Spagna, godendo delle sue spiagge e delle sue città.

La Spagna confina a ovest con il Portogallo e a nord con la Francia e Andorra. A sud confina con Gibilterra, territorio britannico. I territori spagnoli di Ceuta e Melilla sono in Nord Africa e confinano con il Marocco.

Regioni

La Spagna è divisa in comunità autonome, il che significa che hanno i loro governi regionali. Si tratta di Andalusia (capitale Siviglia), Aragona (capitale Saragozza), Asturie (capitale Oviedo), Isole Baleari (capitale Palma di Maiorca), Paesi Baschi (capitale Vitoria), Isole Canarie (capitale Santa Cruz de Tenerife e Las Palmas), Cantabria (capitale Santander), Castilla-La Mancha (capitale Toledo), Castiglia e Leon (capitale Valladolid), Catalogna (capitale Barcellona), Estremadura (capitale Merida), Galizia (capitale Santiago de Compostela), La Rioja (capitale Logrono), Comunità di Madrid (capitale Madrid), Comunità di Murcia (capitale Murcia), Navarra (capitale Pamplona) e Comunità Valenciana (capitale Valencia).

Spagna, Tapas

·        

Caffè Palo Santo, Aranda de Duero, Spagna, Jamón serrano

·        

Jamón serrano servito al Palo Santo Cafe, Aranda de Duero

·        

Acciughe in olio d'oliva spagnolo

·        

(Tortilla spagnola)

Aree cittadine

In Spagna, molte persone vivono in città o vicino alle città. Le dieci aree urbane più grandi sono:

Pos.

Area della città

Regione

Prov.

popolazione (città + zona)

1

Madrid

Madrid

Madrid

5,263,000

2

Barcellona

Catalogna

Barcellona

4,251,000

3

Valencia

Comunità di Valencia

Valencia

1,499,000

4

Siviglia

Andalusia

Siviglia

1,262,000

5

Bilbao

Paesi Baschi

Biscaglia

947,000

6

Malaga

Andalusia

Malaga

844,000

7

Oviedo-Gijón

Asturie

Asturie

844,000

8

Alicante-Elche

Comunità di Valencia

Alicante

793,000

9

Las Palmas de Gran Canaria

Canarias

Las Palmas de Gran Canaria

640,000

10

Saragozza

Aragona

Saragozza

639,000

Parco Nazionale del Teide, Tenerife
Parco Nazionale del Teide, Tenerife

Lingue

Mentre lo spagnolo è la lingua più parlata nel paese, altre lingue come il catalano, il basco o il galiziano sono parlate in alcuni territori.

Lingue della Spagna
Lingue della Spagna


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3