Quebec

Quebec (/kəˈbɛk/ o /kwɪˈbɛk/; francese: Québec [kebɛk] ( ascolta)) è una provincia del Canada orientale situata tra la baia di Hudson e il Golfo di San Lorenzo. È la più grande delle dieci province del Canada per dimensioni. Ha anche il secondo più alto numero di abitanti, dopo l'Ontario. La maggior parte degli abitanti del Quebec vive lungo o vicino alle rive del fiume San Lorenzo. Non molte persone vivono nella parte nord della provincia.

A differenza delle altre province, la maggior parte delle persone in Quebec parla francese (francese canadese) e il francese è l'unica lingua ufficiale. Esiste una forte cultura francofona, che comprende giornali, riviste, film, programmi televisivi e radiofonici in lingua francese. La loro cultura e la loro lingua, però, è diversa da quella francese soprattutto a causa dell'anglicizzazione, avendo parole che provengono dalle più grandi zone anglofone del Canada.

Il governo del Quebec ha i suoi uffici nella capitale, Quebec City, che è una delle più antiche città del Nord America. Ma la città con il maggior numero di abitanti della provincia è Montreal, che è anche la seconda città più grande di tutto il Canada.

Il Quebec ha molte risorse naturali che vengono utilizzate per creare posti di lavoro. Il Quebec ha anche molte aziende che creano prodotti per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione, l'industria aerospaziale, le biotecnologie e la salute. Ha anche sviluppato strette relazioni con gli Stati Uniti nord-orientali.

Quebec (in arancione) in Canada (in giallo chiaro)
Quebec (in arancione) in Canada (in giallo chiaro)

Mappa delle bandiere del Quebec.
Mappa delle bandiere del Quebec.

Lasciare il Canada

Il Quebec ha fatto parte della Nuova Francia fino al 1760, poi sotto il controllo britannico. Il Quebec divenne una provincia della Confederazione canadese nel 1867. Da allora, alcune persone in Quebec hanno voluto lasciare il Canada. Poiché il Québec è una provincia prevalentemente francofona, la maggior parte della gente del posto ritiene che sia molto diversa dal resto del Canada e vuole che continui ad esserlo. Alcuni pensano che, perché questo accada, il Québec deve lasciare il Canada e diventare il suo paese. Tuttavia, la popolazione del Québec è ancora divisa sul suo posto in Canada.

Il Quebec ha tenuto votazioni democratiche nel 1980 e nel 1995 per decidere se lasciare il Canada. Nel 1995, il popolo del Québec ha scelto di rimanere in Canada con un margine dell'1%.

Storia del Quebec

Gli aborigeni e i gruppi Inuit sono stati i primi popoli a vivere in quello che oggi è il Québec. Questi aborigeni vivevano di caccia, raccolta e pesca. Alcuni degli aborigeni, chiamati Iroquoians, piantavano zucca e mais. Gli Inuit pescavano e cacciavano balene e foche per la pelliccia e il cibo. A volte facevano la guerra tra di loro.

I vichinghi arrivarono in barche lunghe dalla Scandinavia nel 1000 d.C.. I balenieri e i pescatori baschi commerciavano pellicce con gli aborigeni per tutto il 1500.

Il primo esploratore francese a raggiungere il Quebec è stato Jacques Cartier. Egli navigò nel fiume San Lorenzo nel 1534 e fondò una colonia vicino all'attuale Quebec City.

Samuel de Champlain è venuto dalla Francia e ha viaggiato nel fiume San Lorenzo. Nel 1608 fondò Quebec City come avamposto permanente per il commercio di pellicce. Champlain firmò accordi commerciali e militari con il popolo aborigeno. Voyageurs, coureurs des bois e missionari cattolici usavano canoe fluviali per esplorare l'interno del continente nordamericano.

Dopo il 1627, il re Luigi XIII di Francia fece una regola secondo cui solo i cattolici romani potevano andare a vivere nella Nuova Francia. I chierici gesuiti cercarono di convertire gli aborigeni della Nuova Francia al cattolicesimo. La Nuova Francia divenne una Provincia Reale di Francia nel 1663. La popolazione crebbe da circa 3.000 a 60.000 persone tra il 1666 e il 1760. I coloni costruirono fattorie sulle rive del fiume San Lorenzo.

Nel 1753 la Francia iniziò a costruire una serie di forti nel Paese dell'Ohio britannico. La Gran Bretagna chiese ai francesi di rimuovere i forti e i francesi si rifiutarono. Nel 1756, Francia e Gran Bretagna erano in guerra. Nel 1758 gli inglesi attaccarono la Nuova Francia via mare e conquistarono il forte francese a Louisbourg.

Nel 1759, il generale britannico James Wolfe sconfisse il generale Louis-Joseph de Montcalm fuori da Quebec City. La Francia cedette le sue terre nordamericane alla Gran Bretagna nel 1763. Nel 1764, la Nuova Francia fu ribattezzata Provincia di Québec.

Nel 1774, il Parlamento britannico approvò la legge del Quebec, dando riconoscimento alla legge francese, alla religione cattolica e alla lingua francese nella colonia. La legge del Québec ha dato al popolo del Québec la sua prima Carta dei diritti. La legge del Québec fece arrabbiare i coloni americani, così lanciarono la Rivoluzione Americana. Un'invasione del 1775 da parte dell'esercito continentale americano fu fermata a Quebec City. Nel 1783, il Quebec cedette il territorio a sud dei Grandi Laghi ai nuovi Stati Uniti d'America. Nel 1867 il Parlamento del Regno Unito approvò il British North America Act, che riunì la maggior parte delle province.

Rivoluzione tranquilla

Il governo conservatore di Maurice Duplessis ha dominato la politica del Quebec dal 1944 al 1960 con il sostegno della Chiesa cattolica. La Rivoluzione tranquilla fu un periodo di cambiamenti sociali e politici. Durante la "rivoluzione silenziosa", gli inglesi canadesi persero il controllo dell'economia del Québec, la Chiesa cattolica romana divenne meno importante e il governo del Québec prese il controllo delle compagnie idroelettriche.

Nel 1963, un gruppo terroristico che divenne noto come Front de Libération du Québec (FLQ) iniziò a compiere attentati dinamitardi, rapine e attacchi a uffici governativi. Nel 1970 l'FLQ rapì James Cross, il commissario britannico al commercio con il Canada. L'FLQ rapì e assassinò anche Pierre Laporte, ministro del Lavoro e vice primo ministro del Québec. Il corpo di Laporte fu trovato nel bagagliaio dell'auto di Paul Rose, sulla South Shore di Montreal, il 17 ottobre 1970. Il primo ministro Pierre Trudeau invocò la legge sulle misure di guerra e 497 persone furono arrestate.

La rivoluzione silenziosa è stata così chiamata perché non è stata segnata da proteste o violenza.

Nel 1977, il neoeletto governo Parti Québécois di René Lévesque ha introdotto la Carta della lingua francese. Spesso nota come Bill 101, definiva il francese come l'unica lingua ufficiale del Québec.

Governo

Il governo ha sede nella capitale della provincia, Quebec City. Il governo è guidato da un luogotenente-governatore (si pronuncia "lef-") che rappresenta la Corona. Dal 2019 è Michel Doyon. Il leader politico della provincia è il premier. È Francois Legault della Coalition Avenir de Quebec (CAQ), eletto nel 2018.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3